E’ stato un ultimo giorno di gare ricchissimo di emozioni quello dei Campionati Italiani di atletica 2021. Ben quattro azzurri sono riusciti a staccare il pass per le Olimpiadi. Nello specifico si tratta di Dariya Derkach e Tobia Bocchi nel salto triplo, di Eleonora Marchiando nei 400 ostacoli e di Ala Zoghlami nei 3000 siepi. Ormai sicuro di poter gareggiare a Tokyo anche Alessandro Sibilio che è andato a pochi centesimi dal tempo standard ma nei fatti ha blindato la sua partecipazione alla manifestazione a cinque cerchi.
Apriamo con i meravigliosi italiani volanti nel salto triplo. Derkach ha ottenuto un fantastico 14,47, è la quarta italiana di sempre nel salto triplo. Alle sue spalle la rivale della vigilia ovvero Ottavia Cestonaro che si è fermata a 14,09. In campo maschile, come detto, il tricolore è andato a Bocchi per la prima volta oltre i diciassette metri (17,14) ottenendo al centimetro il minimo olimpico. Alle sue spalle l’attesissimo Chiebuka Emmanu Ihemeje che ha chiuso a 16,65, a chiudere il podio Edoardo Accetta a 16,45.
Difficile trovare gli aggettivi giusti per raccontare quel che è riuscita a fare Marchiando nei 400 ostacoli. La 23enne nativa di Aosta si migliora di oltre mezzo secondo e stampa un incredibile 55”16 conquistando il pass olimpico, sul podio anche Linda Olivieri eYadisleidy Pedroso.
Atletica
Gidey firma il Record del Mondo di mezza maratona: 1h02:52!
24/10/2021 A 10:07
A completare il poker di qualificazioni a cinque cerchi Ala Zoghlami che imita il gemello Osama e conquista la qualificazione per Tokyo con il tempo di 8’17”65. Non è riuscito a trovare il minimo olimpico ma di fatto sarà a Tokyo Alessandro Sibilio. Il talentuoso partenopeo ha firmato quello che è il miglior tempo italiano dal 2005 ovvero 48”96 nei 400 ostacoli.
Prestazione di altissimo livello che vale il tricolore per Fausto Desalu che ha chiuso i suoi 200 metri in 20”38 controvento. E’ questo l’aspetto che maggiormente deve essere sottolineato. Con il vento misurato in -1.8 l’azzurro è riuscito comunque a fare un buonissima prova. In seconda piazza Antonio Infantino, terzo Federico Guglielmi.
Da sottolineare anche il 22”89 con il quale Dalia Kaddari si è assicurata il tricolore nei 200 metri femminili, bissando il successo dello scorso anno. In seconda piazza Anna Bongiorni e terza Irene Siragusa. Vince ed emoziona Nadia Battocletti che trova il successo nei 1500 metri con il tempo di 4’09”38. L’atleta delle Fiamme Azzurre riprende proprio nel finale Marta Zenoni prima di piegarsi alla fatica subito dopo il traguardo.
Nella stessa gara al maschile è Mohamed Zerrad a trionfare con il tempo di 3’39”31. Nel salto con l’asta Elisa Molinarolo si arrampica a 4,50 ben 20 centimetri meglio di Virginia Scardanzan e Sonia Malavisi. Nel salto in alto si impone Marco Fassinotti con un discreto 2,26.
Marco Lingua si riconferma per la 15ma volta campione italiano con il suo 74,27 ottenuto all’ultimo lancio nel martello. Nel lancio del disco si impone Giovanni Faloci che fa volare l’attrezzo fino a 60,10 nel disco. Tricolore numero 29 per Chiara Rosa nel peso con 16,79. Al termine di quella che potrebbe essere la sua ultima gara l’azzurra ha mostrato una certa emozione.

Crippa in ESCLUSIVA a Eurosport: una storia da cinema

Atletica
Ucciso in Ecuador Alex Quinonez: fu bronzo ai Mondiali del 2019
23/10/2021 A 10:36
Atletica
Malagò: "Jacobs e Tamberi fuori da atleta dell'anno? Irrispettoso"
22/10/2021 A 11:32