Larissa Iapichino si era procurata un infortunio al piede destro durante i Campionati Italiani di atletica leggera e aveva dovuto rinunciare alle Olimpiadi di Tokyo 2020. La saltatrice in lungo, figlia di Fiona May, aveva deciso di lasciare il suo tecnico Gianni Cecconi e di farsi allenare dal papà Gianni Iapichino, che tra fine anni ’90 e inizio anni 2000 aveva guidato proprio Fiona May. La toscana, che quest’anno ha eguagliato il record italiano di salto in lungo indoor (6.91, proprio come la mamma), ha chiuso anzitempo la stagione, rinunciando anche ai Mondiali Under 20.
La 19enne tornerà in pedana nel 2022, con l’obiettivo di tornare in auge e di proseguire la propria crescita per essere competitiva ai massimi livelli internazionale. A sincerarci sulle condizioni della Campionessa d’Europa Under 20 è stato proprio il suo attuale coach ai microfoni del Corriere dello Sport, a margine di We Run Together, meeting allestito a Castelporziano (in provincia di Roma) per festeggiare l’anniversario delle Fiamme Gialle (gruppo di cui l’azzurra fa parte): “L’infortunio a Larissa è passato e il piede è al 100%. Sto lavorando da un mese e bene“. Da definire ancora le prime gare, la stagione indoor potrebbe rivelarsi interessante.
Atletica
Gimbo sui social: "Sono stato provocato, ho sbagliato a reagire"
IERI A 15:03

The Play: Larissa Iapichino tra record e il sogno Tokyo2020

Atletica
Il fisioterapista di Jacobs rassicura: "Guarito al 100%"
IERI A 10:46
Atletica
Tamberi-Fassinotti, scintille a fine gara: ecco cosa è successo
IERI A 20:42