Ferdinand Omanyala ha firmato la miglior prestazione mondiale stagionale sui 100 metri. Il keniano ha fatto impazzire il proprio pubblico nello stadio di Nairobi, imponendosi con un roboante 9.85 al Kip Keino Classic, tappa del World Continental Tour (livello gold). Il detentore del record africano (9.77 lo scorso anno proprio nella sua capitale) ha sfruttato al meglio i 1.865 metri d’altitudine e i 2 m/s di vento favorevole (ai limiti del consentito), riuscendo così a fare meglio del 9.90 del ghanese Benjamin Azamati e a balzare al comando delle graduatorie internazionali.
Non c’è stata l’attesissima sfida con Marcell Jacobs, poiché il Campione Olimpico è in ospedale a causa di problemi intestinali. Omanyala è uscito come una molla dai blocchi di partenza, dando vita a un avvincente spalla a spalla con lo statunitense Fred Kerley (argento ai Giochi), che nel finale ha recuperato qualcosa e ha chiuso in seconda posizione col tempo di 9.92. Omanyala è stato graziato, poiché inizialmente era stata ravvisata una partenza falsa, ma i giudici hanno dato il cartellino verde, non penalizzando il padrone di casa.
Atletica
Jacobs, parla coach Camossi: "Gara utile, non sono preoccupato"
IERI A 09:39
Quella partenza falsa ha sensibilmente condizionato Filippo Tortu. Il Campione Olimpico della 4×100, che lo scorso anno corse i 200 metri in 20.11 a Nairobi (secondo italiano della storia), voleva sfruttare le particolari condizioni ambientali per cercare di scendere sotto i 10 secondi a quattro anni di distanza dallo storico 9.99 di Madrid. Il velocista brianzolo, però, ha corso una quarantina di metri prima di fermarsi dopo la falsa partenza e al tentativo buono è risultato imballato: pessima partenza, poi un lanciato non così brillante e settimo posto in 10.24.

Tortu 20"11 sui 200: 2° solo a Mennea, rivivi la sua gara

Atletica
Zaynab Dosso vola: 11"19 nei 100, sfiorato il record italiano
18/05/2022 A 16:48
Atletica
Jacobs torna nei 100 e vince in 10"04: "Speravo meglio"
18/05/2022 A 16:01