E’ un Gianmarco Tamberi ambizioso quello che guarda al futuro prossimo. L’azzurro, reduce dalla misura di 2.32 nel salto in alto che al momento gli ha regalato la miglior misura al mondo, è consapevole che questo status sia decisamente parziale, dal momento che tanti atleti ancora non hanno gareggiato e pertanto le motivazioni sono quelle di fare ancora meglio.
Non mi accontento, queste misure mi stanno strette. Essere in questo momento il primo al mondo mi fa piacere, ma non mi basta 2,32 perché in molti non hanno ancora gareggiato e so di poter ambire a qualcosa di migliore“, le parole di “Gimbo” (fonte: Ansa), ospite della puntata settimanale del talk di Atletica TV per fare il punto della situazione dopo il mini-ciclo di tre gare con le quali ha inaugurato la stagione olimpica di Tokyo.
Tokyo 2020
Tokyo 2020: maratona di prova a 79 giorni dal via dei Giochi
20 ORE FA
Tamberi si è voluto anche congratulare anche con tre compagni di Nazionale, messisi in evidenza a Liévin, in Francia: “Come Nazionale ci stiamo avvicinando agli Euroindoor dell’anno olimpico in una forma splendida. Marcell Jacobs sta facendo qualcosa di straordinario e lo merita davvero: dopo tre partenze ha corso il suo personale (6.54) e un lanciato così fa ben sperare per i 100 metri. Sono contentissimo per ‘Paolino’ Dal Molin perché è rimasto sempre lì a combattere, a crederci, e vederlo correre così forte negli ostacoli è davvero bello. E mi congratulo con Tobia Bocchi che si è migliorato avvicinando i 17 metri, che non è roba da poco nel triplo“.

🎙 Tamberi: "Obiettivo per Tokyo? Lo stesso che avevo per Rio, quando ero primo al mondo..."

Tokyo 2020
Italia quota 60: a Tokyo la spedizione più numerosa di sempre
IERI A 10:23
Atletica
Italia campione del mondo nella 4x400 mista! Gli highlights
03/05/2021 A 07:07