Gran risultato per l’atletica italiana dal Sudafrica. Zane Weir, pesista azzurro nativo di Durban (ma con nonno materno italiano e dunque in attesa di eleggibilità per gareggiare con la squadra tricolore), in quel di Potchefstroom ha trovato il primato personale con una prestazione super.
Sfondato il muro dei ventuno metri per il 25enne dell’Enterprise Sport & Service: una bordata a 21,11 che vale la quarta prestazione di sempre all’aperto per il Bel Paese (davanti a lui solamente Alessandro Andrei, Leonardo Fabbri e Paolo Dal Soglio). Arriva anche il limite olimpico, che era fissato a 21,10.
Atletica
Ambra Sabatini è la nuova regina dello sprint paralimpico
15/02/2021 A 16:46
Le sue parole riportate dalla FIDAL: “Per i progressi nella mia tecnica è stato cruciale il coach Paolo Dal Soglio, che mi segue da circa un anno e mezzo e nel raduno svolto con lui nel mese di gennaio in Sudafrica, insieme all’azzurro e primatista italiano al coperto Leonardo Fabbri, ho trovato condizioni ideali. In gara, dopo essermi migliorato, ho cercato di rimanere concentrato e non è stato facile, ma ci sto lavorando perché è ciò che serve per il salto di qualità”.

🎙 Tamberi: "Obiettivo per Tokyo? Lo stesso che avevo per Rio, quando ero primo al mondo..."

Atletica
Incidente fatale per il bronzo olimpico Lendore, atletica in lutto
11/01/2022 A 14:36
Atletica
Jacobs: "Voglio capire come battere il record di Bolt"
31/12/2021 A 11:53