L’Italia qualifica la sua terza staffetta di atletica leggera alle Olimpiadi di Tokyo 2021. La 4×400 femminile doveva accedere alla finale delle World Relays, i cosiddetti Mondiali di staffetta, e ha centrato l’obiettivo con grande disinvoltura. Le azzurre si sono distinte a Chorzow (Polonia), sono tra le migliori otto compagini delle batterie, staccano il biglietto per l’atto conclusivo di domani e festeggiano così il pass per i Giochi. Il quartetto del miglio si unisce a 4×100 femminile e 4×400 maschile, tra pochi minuti ci proveranno anche 4×100 maschile e 4×400 mista.
Raphaela Lukudo disputa una buona frazione in apertura e al termine del primo giro l’Italia è terza alle spalle della Polonia (lanciata divinamente da Lesiwicz) e al Belgio. Eleonora Marchiando e Petra Nardelli si distinguono in un contesto di enorme rilievo internazionale, il quartetto azzurro resta in terza posizione alla vigilia degli ultimi 400 metri. Il testimone viene passato nelle mani di Ayomide Folorunso, ma il ritardo dalle prime due formazioni è troppo ampio per essere colmato. La nostra Nazionale chiude in terza posizione col tempo di 3:30.04, alle spalle di Polonia (3:28.11) e Belgio (3:28.27), e deve sperare nel ripescaggio per accedere alla finale.
La seconda batteria viene vinta da Cuba (3:27.90) davanti all’Olanda di Femke Bol e alla Francia, che col suo 3:30.46 finisce alle spalle dell’Italia nella classifica dei tempi di ripescaggio. La terza batteria porta la firma della Gran Bretagna (3:28.83) davanti alla Germania (3:29.73), Germania e Botswana finiscono lontanissime e così l’Italia può fare festa.
Tokyo 2020
Dall'NFL ai 100 metri a Tokyo: la sfida impossibile di D.K.
13 ORE FA

Folorunso: "Tokyo? Quando ci penso mi si scalda il cuore"

Atletica
Tortu salta il Meeting di Savona: affaticamento muscolare
IERI A 16:50
Tokyo 2020
L'inno italiano risuona per Alex Schwazer, oro nella marcia a Pechino
07/05/2021 A 12:44