Yeman Crippa ha avvicinato il suo record italiano dei 3000 metri al Meeting di Nembro. Il primatista nazionale ha siglato il buon tempo di 7:41.41, ad appena tre secondi dal 7:38.27 realizzato lo scorso anno al Golden Gala. Ottima prova del trentino a un mese e mezzo dalle Olimpiadi di Tokyo 2021, ora andrà in raduno in altura a Livigno. L’azzurro ha chiuso in seconda posizione, superato all’ultimo giro dal sudafricano Jerry Motsau (7:44.09), ma non cambia il valore della prestazione, costruita con un primo chilometro da 2:34 anche grazie al contributo delle lepri El Aoufi e Nyakundi, quindi un secondo mille più lento (passaggio a 5:12) e poi una chiusura forte in 2:29 nell’ultimo mille, con il giro finale completato in 58 secondi. Terza piazza per l’irlandese Darragh McElhinney (7:52.30).
Raphaela Lukudo inizia a convincere sui 400 metri: 52.72 e terzo posto nella migliore serie alle spalle dell’ugandese Leni Shida (51.89) e della sudafricana Dalene Mpiti (52.71), migliorato sensibilmente lo stagionale di 53.58. Paolo Dal Molin litiga con terzo e quarto ostacolo sui 110 hs, vincendo comunque in 13.59. Sui 100 metri sigilli di Andrea Federici (10.55) e Johanelis Herrera (11.61). Simone Barontini si è invece ritirato a metà gara sugli 800 metri vinti dall’etiope Teman Tura (1:46.85). Elisa Molinarolo e Sonia Malavisi saltano 4.40 nell’asta, nel lungo trionfa Elisa Naldi con 6.36. Martina Caironi migliora per ben due volte il record mondiale T63 del salto in lungo: la paralimpica si esalta con 5.17 e 5.19 metri, migliorando il suo 5.06 dei recenti Europei.
Tokyo 2020
Jacobs: "Mollai il lungo, ma i 100 m non sono andati male..."
10 ORE FA

Crippa in ESCLUSIVA a Eurosport: una storia da cinema

Tokyo 2020
Mental coach: "Jacobs mi chiamò: non voleva correre la finale"
IERI A 12:13
Atletica
Omicidio Tirop: arrestato in Kenya il marito, sospettato n° 1
IERI A 10:10