Gianmarco Tamberi vola in finale nel salto in alto agli Europei 2018 di atletica leggera e tra due giorni potrà difendere il titolo che ha conquistato due anni fa. Il marchigiano rientra tra i migliori dodici grazie al 2.25 saltato al secondo tentativo. Gimbo è il quinto in classifica e ora proverà a lottare per le medaglie. Dopo l’infortunio patito ormai due anni fa a Montecarlo a poche settimane dalle Olimpiadi di Rio 2016, l'azzurro sta cercando di ritrovarsi e riparte da qui sperando di volare in alto: considerando il livello medio della gara, priva di Danil Lysenko, si può davvero puntare al podio ma servirà comunque una gara del miglior Tamberi.
La prima tappa era la più difficile - commenta Gimbo - il mio salto era solo decente, non riesco mai a esprimermi come vorrei nel turno di qualificazione perché sono un agonista, penso già alla finale. Ora bisogna guardare avanti e mettere a posto qualche dettaglio tecnico, soprattutto nella rincorsa. La finale sarà più difficile e più emozionante. Lo stadio è fantastico, se l’Italia ci ha vinto un mondiale ci sarà un motivo.
Europei di Atletica
Salvino Tortu: "Un papà può allenare il figlio, Filippo tornerà ai 200; l'infortunio? affaticamento"
18/08/2018 A 09:41
Nove atleti si sono qualificati con 2.25, ad altri tre è bastato 2.21 superato al primo tentativo: proprio un errore a quella misura è stato letale per Marco Fassinotti che chiude in tredicesima posizione. Difficile individuare un grande favorito. Gli altri finalisti sono: il bielorusso Maksim Nedasekau, il tedesco Mateusz Przybylko, gli ucraini Dmytro Demyanyk e Andrii Protsenko, il tedesco Eike Onnen, il turco Alperen Acet, il russo Ilya Ivanyuk, il polacco Sylwester Bednarek, l’olandese Douwe Amels, il greco Konstadinos Baniotis, lo svizzero Loic Gasch.

Il norvegese Warholm vince l'oro nei 400 ostacoli: battuto Copello

Europei di Atletica
Stefano Baldini si dimette: “Nessuna autocritica dopo errori clamorosi agli Europei"
15/08/2018 A 08:48