MILANO - "Sono sempre andato in campo per divertirmi, quando ero bambino avevo due sogni: vincere le Olimpiadi e andare nello spazio. Il primo lo abbiamo centrato, sul secondo ci stiamo lavorando". Questa una delle frasi più importanti di Marcell Jacobs ai giovani atleti presenti all'Arena Civica di Milano, accorsi in tantissimi per ascoltare la sua testimonianza e per osservare da vicino un suo breve allenamento in pista con pochissimi fortunati sprinter che aspirano un giorno a batterlo. "Guardando alcuni di questi bambini, mi sono ricordato di come ho iniziato a fare atletica alla loro età: pensavo solo a divertirmi, per me solo questo. Non sarei mai tornato a casa dal campo. Poi il tutto è diventato un sogno, prima il sogno era esser l’uomo che saltava di più, poi l’uomo che voleva essere più veloce", ha detto il campione olimpico ed europeo dei 100 metri rivolgendosi ai parteipanti dell'evento organizzato dallo sponsor Nike e dalla Fidal.

Marcell Jacobs all'Arena Civica di Milano in un evento Nike

Credit Foto Eurosport

Jacobs, fresco di matrimonio con la compagna Nicle Daza, ha detto ancora ai tanti ragazzini con cui poi si è intrattenuto per foto e autografi: "Quando si pensa di poter fare qualcosa, bisogna continuare a pensarlo senza farsi impaurire da quello che viene detto, è necessario essere convinti, nello sport e nella vita normale. Io sono un atleta che avuto tutte le sfighe di mondo, infortuni, perso gare ma poi ho vinto". Infine una battuta sulla stagione 2022: "Era partita benissimo. Ci siamo confermati anche nei 60 metri ai Mondiali indoor, ed è stato importantissimo visto che dopo le Olimpiadi molti pensavano che fosse stata solo fortuna. La secondo parte è stata difficile, ma non mi sono mai arreso, mai farlo".
Atletica
Jacobs, nessuna eccezione: escluso dalla Diamond League di Zurigo
25/08/2022 ALLE 09:05

Marcell Jacobs all'Arena Civica di Milano in un evento Nike

Credit Foto From Official Website

L'evento dell'Arena Civica di Milano si inserisci nei festeggiamenti per il 50° anniversario di Nike: con "Running is Never Done", in collaborazione con Fidal Lombardia, Nike - che nacque proprio da una stretta di mano tra un coach e uno sportivo di atletica leggera - ha dimostrato ancora una volta quanto il running sia il cuore pulsante dell'azienda. Grazie all'esclusiva partecipazione del bi-campione olimpico Marcell Lamont Jacobs e del suo allenatore Paolo Camossi, i giovani atleti hanno avuto la possibilità di gareggiare e di realizzare un sogno, ma soprattutto hanno potuto confrontarsi e farsi ispirare da chi, come Marcell, è riuscito a raggiungere i propri obiettivi.

Jacobs, un 2022 da incubo: dal virus di Nairobi al forfait a Eugene

Europei di Atletica
L'Italia senza Jacobs centra la finale della 4x100, poi la beffa
19/08/2022 ALLE 08:25
Europei di Atletica
Jacobs: "Voglio scrivere la storia, ora testa alla 4x100"
18/08/2022 ALLE 06:45