Al Meeting di Savona, Marcell Jacobs scrive una pagina di storia dell’atletica italiana diventando il secondo italiano a correre i 100 metri piani in meno di 10 secondi e strappando all’amico Filippo Tortu, il primato di uomo più veloce sulla distanza simbolo dell'atletica. Show mirabolante dell’azzurro nelle semifinali del Meeting di Savona: ci si aspettava la stoccata da urlo nell’atto conclusivo alla Fontanassa e invece il 26enne ha subito lanciato al massimo il suo straripante motore, scendendo sotto i 10 secondi e timbrando un mirabolante 9.95.
Il velocista di origini texane in forza alle Fiamme Oro ha sfruttato al meglio il vento favorevole (+1,5 m/s, entro i limiti consentiti), è uscito brillantemente dai blocchi di partenza e poi sul lanciato è stato letteralmente strepitoso. Il Campione d’Europa dei 60 metri ha mostrato definitivamente tutto il suo potenziale e una classe inaudita, coltivata nelle ultime due stagioni ed esplosa definitivamente in questo 2021 che culminerà con le Olimpiadi di Tokyo.
Tokyo 2020
Jacobs: "Per me 9”87 non è impossibile"
12/05/2021 A 10:30
https://i.eurosport.com/2021/05/13/3131862.jpg
Marcell Jacobs scenderà nuovamente in pista al Meeting di Savona per disputare la finale alle ore 18.00: chissà che non ritocchi il suo fresco primato italiano, vedremo se avrà ancora benzina. A questo punto, comunque, l’azzurro è legittimato a sognare e potrà presentarsi in Giappone per accedere quantomeno alla finale di una della gare simbolo dello sport in generale. Per la cronaca oggi ha battuto il francese Amaury Golitin (10.30) e l’altro azzurro Eseosa Desalu (10.38).
  • Le 5 migliori performance italiane sui 100 metri maschili: Jacobs meglio di Tortu e Mennea!
Atleta e tempoLuogoData
JACOBS 9"95Savona 13/5/2021
TORTU 9"99Madrid22/6/2018
MENNEA 10"01Città del Messico4/9/1979
COLLIO 10"06Rieti21/7/2009
BOCCARINI 10"08Rieti9/5/1998

Jacobs non si accontenta: "Posso fare ancora meglio"

Ai microfoni di Rai Sport, il 26enne velocista delle Fiamme Oro ha commentato così la sua impresa ai microfoni di Rai Sport:
"Dopo la stagione al coperto sono contento che finalmente sia arrivato il momento dell’outdoor. I 100m non sono una gara facile, perchè servono stimoli e adrenalina giusta. Mi sento bene, ora vediamo in finale cosa si riuscirà a fare. Ero un pò teso ai blocchi, perché ero il primo ad avere grandi aspettative. In finale sono sicuro che potrò correre in modo più sciolto, e con lo stimolo di un avversario a fianco credo di poter ripetermi o migliorare ancora. Soprattutto nella prima parte di gara, se ho qualcuno accanto, riesco a incrementare la velocità".

The Play: Larissa Iapichino tra record e il sogno Tokyo2020

Europei atletica Indoor
Jacobs stellare: oro europeo nei 60 metri!
06/03/2021 A 20:11
Atletica
Dallavalle sfonda il muro dei 17,35 nel triplo e vola a Tokyo!
12/06/2021 A 13:42