Sabato Marcell Jacobs torna in gara per cimentarsi nei 60 metri ai Mondiali indoor di Belgrado. Sulla pista della capitale serba il campione olimpico dei 100 metri vorrà recitare un ruolo da protagonista e prendersi una piccola rivincita dopo la squalifica per falsa partenza nell’ultimo meeting. Un percorso di avvicinamento, comunque, positivo per il classe 1994: quattro vittorie nelle quattro prove a cui ha preso parte, di cui tre di rilievo internazionale e una agli Assoluti di Ancona. L’obiettivo è quello della medaglia e se possibile di migliorare il record italiano. Tuttavia, il nostro portacolori dovrà confrontarsi con lo squadrone statunitense.

21:21 - Arrivo al fotofinish! Jacobs 6"41 ORO mondiale e record europeo!

E' sempre Marcell Jacobs il più veloce del mondo. 6"41 per l'azzurro che riscrive il record europeo della disciplina e batte i favoriti Coleman e Barcy. IL REPORT
Mondiali Atletica Indoor
Mondiali indoor: da Jacobs a Tamberi, favoriti gara per gara
17/03/2022 A 13:40

21:20 - Sprinter sui blocchi di partenza! A breve si parte

21:13 - Sette minuti e sarà finale dei 60 metri per Jacobs

Sale l'attesa per il ritorno in pista di Marcell Jacobs che a sette mesi e mezzo dal doppio oro olimpico a Tokyo 2020, vuole confermarsi il più veloce sprinter del mondo anche qui a Belgrado. L'azzurro sfida Nazarov (Estonia), Cissé (Costa d'Avorio), Bracy (USA), Thomas (GBR), Coleman (USA), Ajomale (CAN).

18:56 - Coleman vince la terza semifinale in 6"51!

Vince ma non incanta lo statunitense Christan Coleman. Primo posto per lo statunitense in 6″51, secondo crono per il canadese Ajomale con 6″58.

18:52 - Jacobs a caldo dopo il 6"45: "Andiamo a divertirci il più possibile"

Le prime parole di Marcell Jacobs ai microfoni della Rai Sport dopo il record italiano: "Bisogna esserci al momento che più conta, adesso andiamo a divertirci il più possibile”. Il campione azzurro soddisfatto e rilassato dopo il record italiano.

18:50 - CHE JACOBS! 6"45 col record italiano e la miglior prestazione europea della stagione

Vola Marcell Jacobs! L'azzurro domina la seconda semifinale sgasando nella seconda parte di gara e piazzando un interessantissimo crono di 6"45. Per il bicampione olimpico di Tokyo 2020 si tratta del nuovo record italiano sulla distanza e della miglior prestazione europea nel 2022. Il miglior viatico per la finale in programma alle 21:20 e dove lo sprinter italo-texano proverà a prendersi l'oro. Secondo tempo per il britannico Thomas (6"57).

18:49 - Falsa partenza! Il giapponese Tada è out

Il giapponese fuori dalla seconda semifinale, partenza prematura dai blocchi per il nipponico che si becca il cartellino rosso.

18:46 - Tocca a Marcell Jacobs!

Tempo della seconda semifinale e riecco in pista, il nostro Marcell Jacobs. Il bicampione olimpico si giocherà l'accesso in finale con Vivas (Ven), Abosi (Bot), Cissè (Civ), Thomas (Gbr), Tada (Jpn), Nazarov (Est), Zohri (Ina).

18:43 - Passano Bracy (6"51) ed Elcock (6"63)

Con il crono di 6"51, la prima semifinale va allo statunitense Marvin Brecy. Sospetta partenza falsa ma non viene segnalata. Secondo posto per l'alfiere di Trinidad e Tobago Elcock con 6″63. Beffato Robertson.

18:39 - Tempo di prima semfinale: passano i primi 2

E' tempo della prima semifinale dei 60 metri in linea. In gara Ellis (Jamaica), Robertson (Gran Bretagna), Bracy (USA), Omanyala (Kenya), Collins (Guinea), Elcock (Trinidad e Tobago), Rahman, Burke (Barbados).

I rivali di Jacobs

Il primo nome da tenere d'occhio è quello di Christian Coleman, grande favorito della vigilia e autore in stagione di un grande 6"45 miglior prestazione mondiale stagionale, mentre l'altro è quello di Marvin Bracy. Sarà necessario mettere insieme i pezzi del puzzle e correre non troppo lontano dal record europeo di 6"42 per far saltare il banco. Il programma prevede un triplo turno nello stesso giorno: in mattinata (ore 10.45) la batteria, nel tardo pomeriggio (ore 18.40) la semifinale e poi in prima serata (ore 21.20) la finale.

17:30 - Il programma delle gare di Jacobs

Marcell Jacobs è stato inserito nella seconda semifinale, che partirà alle 18.48 e partirà dalla corsia numero 3. Gli avversari più competitivi saranno l'ivoriano Arthur Cissé, il giapponese Shuhei Tada e l’estone Karl Erik Nazarov. L'eventuale finale sul tartan indoor di Belgrado sarà alle 21,20.

15:55 - Jacobs: "Sarà dura, ma ci divertiremo"

Così Marcell Jacobs ai microfoni Rai dopo il successo in batteria nei 60 metri: "È iniziata bene, per essere mattina. Ormai siamo sempre abituati a gareggiare di sera, quindi per me alla mattina è difficile trovare il giusto ritmo. Sono contento perché mi sono sentito bene sulla prima parte. Devo rivedere la gara da fuori per capire se è andato tutto come volevo, ma sono rimasto sul facile e ho controllato la fase di lanciato, anche perché ci sono tre turni da correre e sarà tosta, lo sapevo e sono venuto apposta per uscire dalla mia comfort zone e cercare di migliorare quella che è la parte in cui faccio più fatica. Ci divertiremo".

12:55 - Una grande Mahuchikh salta i 2.02 e dedica la medaglia d'oro alla sua Ucraina!

Jaroslava Mahuchikh, altista ucraina classe 2001, salta benissimo i 2.02 nonostante i pochi allenamenti nelle gambe per ovvi motivi. Non vanno a segno i salti successivi a 2.04 (toccata l'asta col polpaccio) e l'ultimo, ma poco importa. Una grandissima gara: E' ORO PER L'ATLETA DI DNIPRO!

12:37 - FINALE PER ARESE NEI 1500 METRI!

Il mezzofondista torinese classe 1999 arriva secondo nella terza batteria dei 1500 metri, dietro solo all'etipe Tefera! Personale per lui con 3’37″31, a soli due centesimi dal record italiano!

12:25 - Niente da fare per Amsellek

L'atleta azzurro si stacca già al terzo giro. Addio sogni di finale.

12:24 - Amsellek nei 1500...

L'azzurro Nesim Amsellek al via della seconda batteria dei 1500 alla ricerca di un posto in finale. I protagonisti: Amsellek (Italia), Silly (Seychelles), Grehen (Lussemburgo), Fontes (Spagna), Farken (Germania), Gourley (Gran Bretagna), El Guesse (Marocco), Nzikwinkunda (Burundi).

12:23 - Jacobs nella seconda semifinale alle 18,48. Non incontrerà Bracy né Coleman

Bracy nella prima, Jacobs nella seconda e Coleman nella terza semifinale. I tre campioni non si incointreranno nel penultimo anno: perfetta distribuzione delle gare da parte del computer.

12:11 - Salto con l'asta, Vallortigara, secondo errrore

Meno brillante questo tentativo di Elena Vallortigara, a 1.95.

12:10 - Eptathlon: Dester supera i 4.90

Buon terzo tentativo di Dario Dester, che nel terzo tentativo supera i 4.90 e resta in gara. Una misura superata anche di Ehammer al secondo tentativo e Warner al terzo.

11:40 - 60 metri: al canadese Ajomale l'ultima batteria

Col tempo di 6"57 il canadese Ajomale vince la settima e ultima batteria dei 60 metri piani. Per lui si tratta del record personale sulla distanza. Secondo posto per il britannico Thomas (6"59), terzo posto il brasiliano Bardi (6"66).

11:35 - Salto in alto: ok Elena Vallortigara

Elena Vallortigara supera al primo tentativo la misura di 1.88.

11:25 - 60 metri: Collins vince la sesta batteria

Collins (Guyana) vince la sesta batteria dei 60 metri piani col tempo di 6"66. Secondo posto per Brathwaite delle Isole Vergini, 3° il venezuelano Vivas (6"69).
LEGGI - Jacobs vince la batteria dei 60: 6"53, è in semifinale

11:20 - 60 metri piani, Jacobs vince la sua batteria in 6"53

Buona prova di Marcell Jacobs (che in un meeting di Belgrado, in passato, aveva fatto una falsa partenza), spinge bene all'inizio per chiudere con una buona tempistica al traguardo. Semifinale in programma alle 18:40.

Jacobs, oro fenomenale nei 100 metri: il film del trionfo

11:15 - 60 metri piani, quarta batrteria: nulla da fare per Galbieri

Nulla da fare per Giovanni Galbieri. L'azzurro di Negrar chiude con un 6"66 nella batteria fin qui più veloce. Un tempo non sufficiente per entrare nelle prime tre posizioni e nemmeno per il tempo di ripescaggio alle semifinali. Batteria vinta dallo statunitense Bracy (6"46), poi Ogunode (Qatar) e Nazarov (Estonia). Falsa partenza e squalifica per il polacco. Przemysław Słowikowski

11:10 - Finale salto in alto femminile

C'è l'azzurra di Schio Elena Vallortigara, che presto affronterà il suo turno.

11:04 - 60 piani, sprint Cissé

L'ivoriano Arthur Cissé vince la terza batteria con (6"55) e si qualifica a braccetto col giapponese Shuhei Tada (season best con (6"57) e l'indonesiano Lalu Muhammad Zohri (6"58). Sqalificato per falsa partenza il sierraleonese Foday Kallon.

10:58 - Omanyala, Burke ed Ellis qulificati nei 60 piani

Nella seconda batteria di mattinata, si qualificano il kenyano Ferdinand Omanyala (6"62), Mario Burke (Barbados) con 6"64 e il giamaicano Nigel Ellis (6"64).

10:50 - Coleman primo nei 60 piani

Nella prima batteria dei 60 metri piani, lo statunitense Christian Coleman vince, come ampiamente, prevedibile, con un tempo di 6"51, arrivando al traguardo, di fatto, quasi "non correndo più" negli ultimi metri, dopo essersi assicurato un copioso vantaggio a inizio gara. Dietro di lui il tedesco Askovivic (6"55), lo spagnolo Canet (6"65), lo slovacco Volko (6"66), il serbo Kijanovic (6"69) e il gibilterrino Gil (7"13). Squalificato per falsa partenza il pakistano Hameed:

10:32 - 60 ostacoli femminile, vince la svizzera Zbären

Ultima batteria della 60 ostacoli femminile che porta alle semifinali (in cui è già qualificata l'italiana Elisa Di Lazzaro). Prima la svizzera Noemi Zbären (7"95), seguita da Anderson (Giamaica), Morrison (Usa) Jean (Haiti), Christofi (Cipro) l'ucraina Plotitsyna (che si qualifica per tempi di ripescaggio) e Pesiridou (Grecia).

Jacobs come un siluro: rivivi i suoi 60 metri in 6''49

Mondiali Atletica Indoor
Palmisano rinuncia ai Mondiali a causa di un’infiammazione all’anca
15/04/2022 A 13:42
Mondiali Atletica Indoor
Desalu: "Jacobs? Può valere i 19"85 nei 200m fin da subito"
31/03/2022 A 09:56