Gianmarco Tamberi è pronto a ripartire. La scorsa stagione rimarrà negli occhi di tutti per l'oro olimpico conquistato a Tokyo 2020, ma per Gimbo non è ancora tempo di mollare. E dopo l'All Star Game NBA e la proposta di matrimonio alla fidanzata Chiara, è ora di ricominciare a pensare alle gare, visto che quest'estate ci saranno i Mondiali a Eugene, in Oregon (USA).

I Mondiali obiettivo stagionale, ma prima Roma

Si punta ovviamente a confermare con un titolo mondiale quello olimpico conquistato in Giappone, come riporta repubblica.it dalla sua conferenza stampa: "Sicuramente Roma è una bellissima tappa per preparare al meglio Eugene, ma non è paragonabile. Eugene è un chiodo fisso. Più sono importanti le gare, più riesco a imparare; più ho la pressione addosso e gli stimoli alti più in gara riesco a tirare fuori qualcosa di importante. Avere Roma prima di Eugene è fondamentale per me, non vedo l'ora di scendere in pedana a Roma, vedere l'Olimpico con tanta gente. Speriamo in una condizione tecnica discreta da poter fare buone misure già al Golden Gala, però è ovvio che in questo momento Eugene è il mio obiettivo più grande se non unico dell'anno".
Atletica
Jacobs, parla coach Camossi: "Gara utile, non sono preoccupato"
IERI A 09:39
Il calendario prevede infatti il debutto con la prima tappa di Diamond League, il 13 maggio a Doha, in Qatar, dove ritroverà Mutaz Essa Barshim con cui ha condiviso il gradino più alto del podio a Tokyo e di cui è amico, ma anche una gara a Birmingham il 21 maggio, gli Internazionali di Trieste il 28 maggio per poi spostarsi a Ostrava il 31 maggio prima del Golden Gala del 9 giugno allo Stadio Olimpico; poi ii Mondiali che si terranno dal 15 al 24 luglio.

L'oro olimpico non basta

Ad animare questa voglia di fare di Gimbo Tamberi è la necessità di continuare a mettersi in gioco: "Prima era un lottare contro una frustrazione personale, contro qualcosa che mi era stato tolto e che volevo riprendermi, fino all'ultimo giorno è stata una sfida con me stesso, non mi rendevo conto di cosa significasse vincere un oro olimpico per il nostro Paese, il nostro sport, il nostro movimento. La vedevo come una sfida personale mia e basta. Mi sono reso conto negli ultimi mesi, vedendo le persone, quanto ci hanno ringraziato, quanta speranza è stata data in un momento di difficoltà e mi sono reso conto che non era solo una cosa personale. Bisogna rimettersi in gioco: l'ho fatto in inverno e mi ha dato di nuovo la motivazione di andare avanti e ritrovare lo spirito d'agonismo che mi ha sempre contraddistinto".
Ho avuto paura che raggiunto l'obiettivo potessi accontentarmi: non sono mai stato un tipo che si accontenta ma una cosa così grande, rincorsa per così tanti anni, temevo mi facesse dire 'basta, ho sofferto abbastanza e forse la mia carriera poteva concludersi così'. Ma mi sono reso conto che ho ancora tanta voglia di fare e dimostrare a me stesso che i limiti ce ne sono sempre, si deve sempre cercare di superarli

Matrimonio a Pesaro l'1 settembre

Tra gli obiettivi dell'anno, però, c'è anche quello di convolare finalmente a nozze con Chiara Bontempi, sua fidanzata storica, che è sempe accanto a lui e lo era anche a Rio, quando Gimbo volò in Brasile con una gamba ingessata per assistere alle gare ed era in tribuna, in lacrime. "Ci sono tante cose nella mia vita dopo gli impegni del 2021 - spiega - fino alle Olimpiadi ho posticipato qualsiasi tipo di scelta, ora sono sommerso dalle cose da fare. Chiara è un angelo, mi aiuta in tutto, si sta prendendo cura molto più di me del matrimonio, è un sogno femminile. Io non vedo l'ora, ma lei è veramente in estasi per quello che sarà. Abbiamo confermato la data dell'1 settembre, sarà nelle Marche, a Pesaro a Villa Imperiale: appena siamo andati lì Chiara si è innamorata di quel posto e sarà la sera. Si sta prendendo cura del matrimonio, più di me. Io sto dietro più ai lavori di casa".
Ora inizia la stagione e negli ultimi giorni sto cercando di liberare la mente concentrandomi sul mio percorso verso Eugene: i tanti impegni e le tante richieste extra sport (media, sponsor) portano via molte energie ed è tempo di mettere la testa su quello che conta davvero.

TAMBERI DA FAVOLA: GUARDA I SALTI CHE GLI SONO VALSI L'ORO

Atletica
Zaynab Dosso vola: 11"19 nei 100, sfiorato il record italiano
18/05/2022 A 16:48
Atletica
Jacobs torna nei 100 e vince in 10"04: "Speravo meglio"
18/05/2022 A 16:01