L’uomo più veloce d’Italia è ancora Marcell Jacobs, con il classe 1994 che si è imposto nella gara dei 100 metri ai Campionati Italiani di atletica leggera in corso a Rovereto, sprigionando tutta la sua potenza nel rettilineo e chiudendo con l’ottimo crono di 10”01, nonostante un metro di vento contrario. Dopo l’infortunio patito appena un mese fa, il primatista italiano sembra aver recuperato la forma migliore e si è portato a casa il quarto Tricolore consecutivo, lanciando segnali forti e chiari in vista delle Olimpiadi di Tokyo, dove è serio candidato all’accesso in finale.
"Sono super contento! In realtà ero un po’ amareggiato dopo aver visto il tempo, ma quando ho saputo del vento contrario, ho capito di aver fatto davvero bene. Questo risultato significa che stiamo lavorando bene. Manca un mese alla mia gara a Tokyo, quindi siamo sulla strada giusta. Peccato per quei due centesimi che potevano esserci in meno, però sono molto contento“, ha detto Jacobs alla FIDAL dopo la gara.
"Sono guarito e quel periodo fermo mi ha dato forse quella carica in più che mi serviva per confermare certi tempi e riuscire ad arrivare ai Giochi nel modo giusto – prosegue lo sprinter italiano – Adesso avrei in mente di fare altre due tappe della Diamond League, a Stoccolma e Montecarlo, e poi magari una gara test che non abbiamo ancora definito“.
Tokyo 2020
Jacobs: "Infortunio alle spalle, la pausa mi ha fatto bene"
21/06/2021 A 12:43
Assente Filippo Tortu, il rivale più vicino a Jacobs si è rivelato dunque il giovanissimo Matteo Melluzzo, classe 2002, che ha fermato il cronometro in 10”34, mentre la terza piazza è andata ad Andrei Alexandru Zlatan, in 10”35. Scorrendo la classifica troviamo dunque Federico Cattaneo (10”41), Samuele Ceccarelli (10”45), Federico Guglielmi (10”46) e Antonio Moro (10”48), mentre non ha chiuso la gara Massimiliano Ferraro.

Marcell Jacobs: chi è il texano d'Italia più veloce d'Europa

Atletica
Marcell Jacobs convincente dopo l'infortunio: 10''06
20/06/2021 A 13:57
Tokyo 2020
Jacobs: "Mollai il lungo, ma i 100 m non sono andati male..."
16/10/2021 A 12:31