Massimo Stano è stato uno degli eroi azzurri a Tokyo 2020. L'atleta azzurro ha vinto la medaglia d'oro nella 20 km di marcia, rinverdendo i fasti di una disciplina che è stata fonte di enormi successi nella storia dell'Italia alle Olimpiadi. Ospite al Salone d'Onore del Coni per la celebrazione degli atleti dele Fiamme Oro, il 29enne pugliese è tornato su quei momenti indimenticabili. "Ogni volta che vedo la medaglia rivedo il percorso fatto. Dal mio paesino al tetto dell'Olimpo. La medaglia è il film della mia vita. Non ero sicurissimo di vincere, ma ci credevo tanto. Ci ho messo tre settimane a capire l'impresa fatta. Vedere Jacobs e Tamberi vincere l'oro in dieci minuti mi hanno portato a dire "perché non posso farcela". Mi sono convinto di poter vincere. Ho grandi obiettivi e sicuramente Parigi 2024 è uno di questi. Mi piacerebbe fare sia la venti che doppiare. Io la 50km l'avrei voluta far ma purtroppo è stata esclusa dal programma olimpico, un marciatore senza la 50 non è completo".

Massimo Stano, che impresa: il film della sua marcia d'oro

Tokyo 2020
Jacobs: "Mollai il lungo, ma i 100 m non sono andati male..."
16/10/2021 A 12:31
Tokyo 2020
Mental coach: "Jacobs mi chiamò: non voleva correre la finale"
15/10/2021 A 12:13
Tokyo 2020
Tamberi: "A Tokyo ero in missione, ancora non realizzo..."
09/10/2021 A 16:22