Dopo l’amore e l’affetto ricevuto a distanza, Marcell Jacobs ha potuto toccare con mano anche tutta l’ammirazione dei suoi tifosi azzurri al rientro in Italia. Accolto da centinaia di persone all’aeroporto di Fiumicino, il ritorno da Tokyo è stato, come ci si poteva aspettare, trionfale. Più importanti di tutti tra i presenti, la compagna Nicole, i suoi tre figli e la mamma Viviana.


Tokyo 2020
Jacobs: "Mollai il lungo, ma i 100 m non sono andati male..."
16/10/2021 A 12:31

L'ABBRACCIO CON MAMMA VIVIANA

"Non mi aspettavo tutta questa gente, ha dichiarato al suo arrivo. È incredibile trovare qui la mia famiglia e gli amici. La mia mamma poi... a lei devo tantissimo, ha sempre creduto in me. Senza non avrei fatto quello che ho fatto. Devo ancora realizzare tutto, lo farò nei prossimi giorni. Il 23 settembre porterò la bandiera da Mattarella, neanche nei miei migliori sogni potevo immaginare qualcosa di simile. Però resto sempre lo stesso ragazzo che è partito per Tokyo, ho solo un peso più sulle spalle e al collo, ma vi garantisco che resterò con i piedi per terra, focalizzato unicamente sulle prossime gare. L'asticella ora si alza, ma io sono non mi sono mai posto limiti, non inizierò proprio adesso"
https://i.eurosport.com/2021/08/09/3199232.jpg

LE CRITICHE? NON MI TOCCANO



"È il mio riscatto mio, questa medaglia mi ha portato sul tetto del mondo e con tutte le difficoltà che ho avuto è un risultato importante. Per arrivarci ho fatto tanti sacrifici, me la sono meritata. Le illazioni sul doping dagli USA? Sono dovute a dei giornalisti che non capiscono questo sport, non mi toccano. I miei avversari americani si sono solo complimentati".

Atletica oro d'Italia a Tokyo: il film delle medaglie in 90 secondi

Tokyo 2020
Mental coach: "Jacobs mi chiamò: non voleva correre la finale"
15/10/2021 A 12:13
Tokyo 2020
Tamberi: "A Tokyo ero in missione, ancora non realizzo..."
09/10/2021 A 16:22