La XXXII edizione dei Giochi olimpici estivi si disputerà dal 23 luglio all'8 agosto 2021 a Tokyo, un anno dopo rispetto al programma originario a causa del rinvio dovuto alla pandemia globale del Covid-19. Saranno presenti atleti di 33 sport diversi, per un totale di 50 discipline e 339 eventi che assegneranno le medaglie. Questo è il programma completo delle gare di atletica, con i partecipanti, il programma delle gare e alcune curiosità.

Sede e gare

Le gare di atletica si disputeranno dal 30 luglio all'8 agosto 2021 nel Nuovo stadio olimpico di Tokyo. Le prove di marcia e le maratone, invece, sono state spostate all'Odori Park di Sapporo per problemi legati al caldo e al clima, mentre avrebbero dovuto disputarsi lungo le vie della capitale nipponica, con partenza dal Palazzo Imperiale. In tutto sono 48 le gare di atletica in questa edizione dei Giochi: 24 maschili, 23 femminili e per la prima volta una mista (la 4x400).
Tokyo 2020
Usain Bolt: "A Tokyo avrei potuto vincere i 100 metri"
15/11/2021 A 12:33

Tortu

Credit Foto Imago

Qualificazione

Il metodo di qualificazione è cambiato rispetto al solito. Contava innanzitutto il World Ranking IAAF, che un atleta si è costruito con i piazzamenti ottenuti in eventi nazionali e internazionali nei mesi precedenti al via dei Giochi. Gli atleti che non erano abbastanza in alto in classifica hanno potuto qualificarsi ottenendo dei tempi o delle misure minime. C'è un numero massimo di posti a disposizione per evento (ad esempio 56 nei 100 metri o 80 nella maratona). Ogni Paese può iscrivere un massimo di tre atleti al singolo evento e portare un quarto come riserva. Nelle staffette ogni nazione è rappresentata da una sola squadra.

Calendario (finali)

30 luglio - 10.000 uomini
31 luglio - disco uomini, 4x400 metri mista, 100 metri donne
1° agosto - maratona donne, peso donne, alto uomini, triplo donne, 100 metri uomini
2 agosto - lungo uomini, 100 ostacoli donne, disco donne, 3000 siepi uomini, 5000 donne
3 agosto - lungo donne, 400 ostacoli uomini, asta uomini, martello donne, 800 donne, 200 donne
4 agosto - 400 ostacoli donne, 3000 siepi donne, martello uomini, 800 uomini, 200 uomini, marcia 20 km uomini
5 agosto - triplo uomini, peso uomini, 110 ostacoli uomini, asta donne, 400 uomini, marcia 20 km uomini
6 agosto - marcia 20 km donne, giavellotto donne, 5000 uomini, 400 donne, 1500 donne, 4x100 donne, 4x100 uomini
7 agosto - marcia 50 km uomini, alto donne, 10.000 donne, giavellotto uomini, 1500 uomini, 4x400 donne, 4x400 uomini
8 agosto - maratona uomini

L'Italia

Per i Giochi di Tokyo, la squadra azzurra si presenterà forte di 76 carte olimpiche, mai così tante (molti pass grazie al ranking mondiale), e con la staffetta 4X100 donne, staffetta 4x100 uomini, staffetta 4X400 uomini, staffetta 4X400 donne, staffetta 4×400 mista. A Tokyo andranno poi Francesco Fortunato, Massimo Stano e Federico Tontodonati (marcia 20 km uomini), Antonella Palmisano, Eleonora Anna Giorgi e Valentina Trapletti (marcia 20km donne), Andrea Agrusti, Teodorico Caporaso, Marco De Luca (marcia 50 km maschile), Yassine El Fathaoui, Eyob Faniel e Yassine Rachik (maratona uomini), Giovanna Epis (maratona donne), Elisa Molinarolo e Roberta Bruni (salto con l’asta donne), Luminosa Bogliolo ed Elisa Maria Di Lazzaro (100 metri ostacoli donne) Ayomide Folorunso (400 metri donne), Eleonara Marchiando, Yadishleidis Pedroso e Linda Oliberi (400 metri a ostacoli donne), Alessandro Sibilio (400 metri ostacoli uomini), Marcell Jacobs e Filippo Tortu (100 metri uomini), Paolo Dal Molin e Hassane Fofana (110 metri a ostacoli uomini), Eseosa Desalu e Antonio Baldassare Infantino (200 metri uomini), Davide Re ed Edoardo Scotti (400 metri uomini), Yemaneberhan Crippa (5000 e 10000 metri uomini), Ahmed Abdelwahed, Ala Zoghlami e Osama Zoghlami (3000 metri siepi uomini), Gianmarco Tamberi e Stefano Sottile (salto in alto uomini), Claudio Michel Stecchi (salto con l’asta uomini), Filippo Randazzo (salto in lungo uomini), Tobia Bocchi, Andrea Dallavalle e Chiebuka Emmanuel Ihemeje (salto triplo uomini), Leonardo Fabbri, Nicholas Ponzio e Zane Weir (lancio del peso uomini), Giovanni Faloci (lancio del disco uomini), Nadia Battocletti (5000 metri donne), Daisy Osakue (lancio del disco donne), Anna Bongiorni e Vittoria Fontana (100 metri donne), Gloria Hooper e Dalia Kaddari (200 metri donne), Elena Bellò (800 metri donne), Federica Del Buono e Gaia Sabbatini (1500 metri donne), Alessia Trost ed Elena Vallortigara (salto in alto donne) Dariya Derkach (salto triplo donne), Sara Fantini (lancio del martello donne). A ranghi completi, l'obiettivo sarà tornare sul podio visto che l'ultima medaglia azzurra a cinque cerchi è il bronzo di Fabrizio Donato nel triplo a Londra 2012.

Atleti da seguire

In contumacia di Usain Bolt, faro carismatico e simbolo dell'atletica fino al 2017, gli atleti che meritano essere seguiti sono numerosi. Tra questi, Armand "Mondo" Duplantis. Il 21enne svedese esordirà ai Giochi dopo aver più volte battuto il record del mondo di salto con l'asta e promette spettacolo.

Duplantis e l'eredità di Bolt da raccogliere

Credit Foto Eurosport

Storia

Lo sport più simbolico dei Giochi olimpici è presente nel programma fin dagli albori della rassegna moderna, cioè da Atene 1896. Nella storia sono state in tutto 52 le tipologie di gara presenti, mentre a Tokyo sono 25 per gli uomini e 24 per le donne (l'unica gara che disputano solo i maschi è la 50 km di marcia). L'ultimo evento a uscire dal programma sono stati i 10.000 metri di marcia, assenti da Helsinki 1952. L'atletica femminile entra nel programma olimpico ad Amsterdam 1928 e, gradualmente, raggiunge la quasi totalità degli eventi maschili a Pechino 2008, con l'aggiunta dei 3000 siepi. La Nazione più medagliata sono per distacco gli Stati Uniti: 795 podi totali, comprese 332 medaglie d'oro. L'Italia è tredicesima in classifica con 19 ori, 15 argenti e 26 bronzi (60 medaglie totali). L'atleta più medagliato è il finlandese Paavo Nurmi che tra il 1920 e il 1928 vinse 9 ori e 3 argenti tra mezzofondo e siepi. Seguono Carl Lewis (9 ori e un argento) e Usain Bolt (8 ori) mentre tra le donne nessuna ha fatto meglio di Allyson Felix (6 ori e 3 argenti). L'azzurro più titolato è Ugo Frigerio, 3 ori e un bronzo nella marcia tra il 1920 e il 1932.

Chi raccoglierà il testimone di Bolt a Tokyo e per il futuro?

Tokyo 2020
Jacobs: "Mollai il lungo, ma i 100 m non sono andati male..."
16/10/2021 A 12:31
Tokyo 2020
Mental coach: "Jacobs mi chiamò: non voleva correre la finale"
15/10/2021 A 12:13