Coach Gianmarco Pozzecco è quasi pronto per la partenza verso Orlando. Nei primi giorni di dicembre volerà in Florida con il gm azzurro, Salvatore Trainotti, e il presidente della FIP, Gianni Petrucci, per parlare vis-à-vis conPaolo Banchero. La vittoria sulla Georgia nella finestra FIBA di novembre ha sancito la qualificazione ai Mondiali del 2023 con due gare di anticipo, e il Poz è intenzionato a fare della scelta numero 1 dello scorso draft il perno della Nazionale del futuro.
Banchero, italiano di passaporto per le origini liguri del nonno paterno, ha sempre strizzato l'occhio all'azzurro, senza però vestirne ancora la maglia. In linea teorica, potrebbe giocare anche per il Team USA, ed è possibile che, visto l'impatto straordinario nella sua stagione da rookie, possa arrivare presto una proposta concreta anche dai campioni olimpici. Ma, al momento, la parola data sembra essere soltanto una. Tanto che Banchero parla già da Azzurro.

Paolo Banchero con la maglia azzurra dell'Italia (screen video Slam)

Credit Foto Eurosport

NBA
Banchero: "La Nazionale? Grande opportunità ma devo pensarci bene"
16/11/2022 ALLE 08:44
"L'Italia ha giocato buone partite - ha dichiarato parlando degli Europei di settembre al portale FIBA -. Mi è piaciuta tantissimo quella contro la Serbia, dove ha messo in campo una difesa straordinaria e mosso la palla benissimo in attacco. Il gruppo azzurro ha passione, è unito, e anche il coach aiuta a trasmettere questa stessa passione. Anche il modo in cui giocano è eccellente. La vittoria sulla Serbia ha dimostrato le potenzialità della nazionale azzurra. Abbiamo una squadra molto buona e il futuro è brillante".
"Il basket è uno sport di squadra. La squadra è il concetto più importante, non l'individuo. Squadra, unione, collettivo: queste sono le basi. Per vincere non basta avere i giocatori migliori, ma è necessario che giochino bene assieme. Quando giocherò per la Nazionale, sarò un giocatore diverso da come sono oggi. Mi impegnerò per essere il miglior compagno, esempio e giocatore possibile per aiutare l'Italia a vincere. Ripeto, il basket è uno sport di squadra, e sono elettrizzato dall'idea di poter contribuire anch'io a un certo punto della mia carriera".

Paolo Banchero mostra la bandiera italiana durante il media day degli Orlando Magic, NBA 2022-23

Credit Foto From Official Website

Un basket europeo di alto livello pieno di campioni

Gli Europei di settembre sono stati il primo grande torneo internazionale vissuto con trasporto ed entusiasmo, sia come potenziale nuova stella azzurra che come giocatore di riferimento internazionale del prossimo futuro.
"In campo internazionale si gioca un basket un po' diverso da quello americano, ma darò tutto me stesso per avere l'impatto migliore possibile sulla nazionale. Eurobasket è stato un torneo molto, molto competitivo. I tifosi sono stati fantastici, sono stati il vero sesto uomo in campo riempiendo le arene all'inverosimile e urlando come disperati. C'erano molti giocatori di talento, anche un paio di assolute star NBA, ma alla fine ha vinto la Spagna, dimostrando che il basket è un gioco di squadra. Essere uniti e muovere il pallone è il modo migliore per vincere un titolo. Il livello del basket europeo è molto, molto alto, e il futuro è brillante. Giannis, Luka Doncic e Nikola Jokic sono grandissimi esempi. La passione per rappresentare il loro Paese è speciale".

La Spagna di coach Sergio Scariolo festeggia la medaglia d'oro vinta agli Europei 2022

Credit Foto Getty Images

Nico Mannion e Riccardo Fois: i due legami di Banchero con l'Azzurro

Banchero ha già un legame speciale con due componenti della squadra azzurra. Nico Mannion, statunitense di formazione come lui, e affrontato anche in un'occasione quando era 14enne, e Riccardo Fois, assistente di Gianmarco Pozzecco con una lunga carriera da coach negli States a livello collegiale ed NBA.
"Nico è un buon amico. Parliamo spesso. Voglio conoscere sempre più aspetti dell'Italia, della cultura e della nazionale, perché mi sento sempre uno studente del gioco. Mi parla sempre benissimo della squadra, dei compagni e dello staff tecnico. Sono contento che stia giocando con la nazionale, è bello vederlo impegnarsi al massimo per rappresentare il suo Paese. È un gran bel giocatore. Ho un bel rapporto anche con Fois. Parliamo spesso della nazionale e di basket in maniera più generale. È bello avere un amico da cui ricevere una grande quantità di informazioni importanti sul basket italiano".

Nico Mannion, Italia, Eurobasket 2022

Credit Foto Imago

Danilo Gallinari, un leader indispensabile

L'ultimo pensiero va a Danilo Gallinari, infortunato durante gli Europei ma suo punto di riferimento come grande campione italiano in NBA.
"Gallinari è un giocatore che rispetto tantissimo, un grandissimo esempio per il basket italiano. Mi piace il modo in cui gioca, la sua tecnica di tiro. È un realizzatore fantastico, e la sua carriera parla da sola. È stato un pezzo fondamentale per la nazionale per tanto tempo, è un grande leader, un giocatore che vorresti avere sempre al fianco".

Pozzecco su Banchero: "Tutti mi chiedono di Paolo, deciderà lui quando venire"

Basket
Mannion: "La Virtus è un club vincente, Banchero è speciale"
25/11/2022 ALLE 13:49
Basket
Severini: "La Nazionale? Inaspettata. Ci sono tanti italiani di livello"
17/11/2022 ALLE 13:55