La settima sconfitta in nove partite potrebbe chiudere definitivamente le porte della qualificazione al prossimo turno: nonostante due vittorie nelle tre partite precedenti, la SikeliArchivi Capo d’Orlando questa sera è stata sconfitta nella Champions League di basket dall’Elan Chalon con il punteggio di 69-79.
Davanti al pubblico di casa, la partenza dell’Orlandina non è stata delle migliori, con 20 punti subiti e soli 10 fatti nel primo quarto di gioco. Fortunatamente, Capo d’Orlando ha trovato subito la reazione nel secondo quarto, grazie soprattutto a Donda e Atsur, assoluti protagonisti in questa fase. Il secondo quarto ha visto vincere la SikeliArchivi 25-18, portando il proprio distacco a soli 3 punti dopo 20′ di gioco.
Purtroppo, il terzo quarto non ha visto l’accelerazione necessaria per chiudere il buco in via definitiva. Qui è tornata a giocare meglio l’Elan Chalon: la squadra francese ha macinato punti importanti, tornando sopra i 20 realizzati nel singolo quarto che hanno consentito di andare vicino alla doppia cifra di vantaggio. L’ultimo parziale non ha visto grandi scossoni fino alla sirena finale, che sembra davvero condannare Capo d’Orlando. Le prime quattro posizioni nel girone, a questo punto, si sono allontanate e non poco dopo che le due vittorie recenti avevano dato nuova speranza alla squadra e ai tifosi.
Mirza Alibegovic, a fine match, è stato il miglior realizzatore per Capo d’Orlando con 16 punti, seguito a breve distanza da Jakub Wojciechowski, che invece ne ha messi 15 a referto. Tra gli ospiti, ottima partita per Jeremy Nzeulie, che addirittura ha segnato 23 punti, mettendo una firma importante sul match.