Falco Szombathely - Happy Casa Brindisi 93-83

Finisce l’avventura in Basketball Champions League di Brindisi, che viene eliminata con un turno d’anticipo dalla competizione a causa della sconfitta maturata sul parquet ungherese del Falco Szombathely. L’inizio è caratterizzato dal commosso ricordo di Kobe Bryant. L’Happy Casa fa passare tutti e 24 i secondi a disposizione, con Adrian Banks a chiarire platealmente l’intenzione; il Falco decide invece di non superare la metà campo entro gli 8 secondi concessi da regolamento e il pubblico di casa si lascia andare in un sentito e lungo applauso. Gli ospiti partono meglio e trovano subito una bomba del solito Tyler Stone, ma successivamente la squadra di casa piazza un break di 12-0 utile per andare sul +9 (14-5) a metà 1° quarto. Stone tiene letteralmente a galla i padroni di casa, piazzando 10 punti e alcuni recuperi difensivi, tra cui quello che manda a schiacciare Dominque Sutton per la parità (21-21) a 1’ dal termine della frazione. Il Falco, al netto dei 10 punti concessi agli avversari per palle perse, non sbaglia praticamente mai al tiro (10/13) e nel finale di periodo trova anche la tripla di Marko Filipovity per allungare nuovamente (26-23). Stone continua a martellare da oltre l’arco dei 6.75, ma è Sutton a lanciare la formazione di coach Vitucci al primo vantaggio (28-30) all’11’ di gioco. Il fallo antisportivo fischiato a Luca Campogrande non spezza affatto il ritrovato ritmo offensivo di Brindisi che, anzi, proprio grazie a una tripla dello stesso Campogrande tenta la prima fuga (34-38). Le percentuali dalla distanza (7/11 al 16’) mantengono avanti gli ospiti, mentre la sfida vive una fase caratterizzata soprattutto da falli in attacco e turnovers. A 3’ dal termine del 1° tempo Sutton scrive il primo vantaggio in doppia cifra (36-47) con un coast-to-coast devastante, e nel tempo restante prima della sirena il Falco riesce a ricucire solo in minima parte le distanze (44-53).

Champions League
La Dinamo Sassari vince a Strasburgo 88-83: arriva la qualificazione matematica ai playoff
22/01/2020 A 21:14

Infrazione di 24 e 8 secondi: Falco e Brindisi ricordano Kobe Bryant

I padroni di casa, trascinati soprattutto dal pick&roll tra Ron Curry e Juvonte Reddic, rientrano completamente in partita in soli 3 minuti e mezzo da inizio ripresa, piazzando un break di 9-0 (53-55) dopo il canestro di Banks che aveva aperto la seconda metà di gara. Altro parziale dei padroni di casa (5-0) con la bomba di Filipovity, che frutta la nuova parità a quota 58 e obbliga coach Vitucci a ricorrere al timeout. L’Happy Casa continua a non trovare la via del canestro e, nonostante una bella serie di stoppate, vede il parziale avversario ampliarsi fino al 10-0. Sutton perde per un attimo le staffe e si vede fischiare contro un fallo antisportivo per una reazione di gioco dopo un contatto con Curry, ma le due bombe consecutive di Stone e Banks permettono a Brindisi di impattare nuovamente (66-66), facendo infuriare coach Okorn e costringendolo al minuto di sospensione. Il Falco rimette marce alte in fase di possesso e trova il solito gioco interno di Reddic, che vale il nuovo sorpasso (74-72) dopo 2’ dall’inizio dell’ultimo quarto. Un susseguirsi incredibile di errori al tiro e palle perse dura fino al 35’ di gioco, ossia fino al 2° fallo antisportivo fischiato a Sutton, il quale viene così espulso dal parquet (80-74). Curry si esalta con la tripla del +8 (85-77) e col recupero difensivo successivo, ma sono i liberi di Reddic a suggellare il successo del Falco. MVP lo stesso Reddic (22 punti e 7 rimbalzi), ma buone prove anche di Filipovity e Perl (18 a testa). A Brindisi non bastano i 19 punti di Stone e i 18 di Banks, oltre al 45% da 3 di squadra.

Dominque Sutton recupera il possesso e poi piazza la schiacciata a 360°

Il tabellino

  • Falco Szombathely: Reddic 22, Curry 8, Washington 6, Biro n.e., Perl 18, Varadi 11, Benke 6, Sövegjártó n.e., Hooker 4, Krivacevic n.e., Lake, Filipovity 18. All. Okorn.
  • Happy Casa Brindisi: Brown 4, Banks 18, Sutton 14, Zanelli 6, Gaspardo 5, Campogrande 13, Thompson 5, Cattapan n.e., Stone 19, Ikangi n.e. All. Vitucci.

L'Happy Casa Brindisi chiuderà la prima fase della Basketball Champions League martedì 4 febbraio, nella sfida casalinga del PalaPentassuglia contro gli spagnoli del Casademont Saragozza. La partita sarà trasmessa su Eurosport Player dalle ore 19:50 (palla a due ore 20:00). In campionato la formazione di coach Vitucci sarà invece di scena, sempre al PalaPentassuglia, sabato 1° febbraio, nell'anticipo contro l'AX Armani Exchange Milano delle ore 20:30. Questo match, oltre a essere visibile sul Player, sarà anche trasmesso su Eurosport 2.

Highlights: Falco Szombathely-Happy Casa Brindisi 93-83

Banco di Sardegna Sassari - UNET Holon 83-73

Non si ferma la marcia trionfale del Banco di Sardegna Sassari, che centra il 10° successo europeo e mantiene la testa del Gruppo A, in una serata in cui il PalaSerradimigni si commuove nei molteplici ricordi di Kobe Bryant. Dwayne Evans subito protagonista con 2 bombe consecutive utili a tenere a contatto i padroni di casa dopo le prime sfuriate offensive di Joe Alexander, ex di turno della sfida. Ancora le triple lanciano il Banco di Sardegna sul provvisorio +6 (18-12), costringendo coach Dedas al timeout per tentare di trovare correttivi alle ottime transizioni avversarie. Dwight Coleby lavora benissimo a rimbalzo offensivo e si dimostra affidabile anche a cronometro fermo (4/4), mentre Curtis Jerrells piazza le due giocate conclusive – recupero difensivo e assist per la bomba dall’angolo di Lorenzo Bucarelli – per il 23-17 di fine 1° quarto. Sassari sembra patire il rientro degli ospiti in apertura di frazione successiva, ma Dyshawn Pierre e il pick&roll Jerrells-Coleby rilancia i biancoblu (31-23) e costringe nuovamente l’UNET a ricorrere al minuto di sospensione. Nel momento di maggiore difficoltà della formazione di coach Pozzecco, Miro Bilan decide di salire in cattedra e iniziare a macinare il suo solito gioco spalle a canestro. Marcus Foster è però una furia, piazza 9 punti nella frazione, e trascina Holon fino al -2, prima del canestro di Marco Spissu che manda le 2 formazioni negli spogliatoi sul 43-38.

Lorenzo Bucarelli segna la tripla e la dedica a Kobe Bryant: commovente momento al PalaSerradimigni

Bilan fa la differenza anche in apertura di 2° tempo, ma sono i giochi da 3 punti di Pierre ed Evans a lanciare sul +12 i padroni di casa (55-43) al 24’ di gioco. L’UNET non si disunisce e, anzi, trascinato dai canestri di T.J. Cline si rifanno sotto (57-51), sfruttando al meglio i turnovers di Sassari e costringendo coach Pozzecco al timeout. Il break di 0-8 degli ospiti viene interrotto solamente dall’ormai classico tiro anticipato di Bilan, ma Foster riprende a fare a fette la difesa biancoblu e trascina la formazione di coach Dedas al -1 (61-60) con cui sostanzialmente si chiude il 3° quarto. Jerrells è assoluto protagonista del 7-0 con cui Sassari inaugura gli ultimi 10’ di gioco, volando così sul 68-60. Foster sblocca l’attacco di Holon dopo oltre 4’, ma i suoi compagni continuano a sbagliare troppe triple aperte e allora gli tocca anche cominciare a piazzare le triple per il 68-65. Cline segue l’esempio del compagno e piazza 2 bombe consecutive, ma dall’altra parte Michele Vitali ripaga con la stessa moneta e Evans vola sopra il ferro per la schiacciata che chiude definitivamente i conti. Il finale è tutto per Stefano Gentile, che piazza anche una tripla incredibile e corona un ultimo quarto da 10 punti. MVP Evans, autore di una doppia-doppia da 17 punti e 10 rimbalzi, ma ottime prove anche di Pierre (11+8), Bilan (15+6) e Coleby (10+8). All’UNET non bastano i 23 punti (con 8 rimbalzi) di Foster.

Il tabellino

  • Banco di Sardegna Sassari: Spissu 5, Bilan 15, Bucarelli 3, Devecchi n.e., Sorokas, Evans 17, Magro n.e., Pierre 11, Gentile 10, Coleby 10, Vitali 5, Jerrells 7. All. Pozzecco.
  • UNET Holon: Caupain 2, Howell n.e., Cline 17, Thompson 4, Pnini 9, Moraidi n.e., Harrush 8, Foster 23, Alexander 6, Ohayon 4, Sasson n.e. All. Dedas.

Il Banco di Sardegna Sassari affronterà l'ultimo impegno della Stagione Regolare di Basketball Champions League mercoledì 5 febbraio, nella sfida esterna contro gli spagnoli del BAXI Manresa. La gara sarà visibile su Eurosport Player dalle ore 19:50 (palla a due ore 20:00): In Serie A il collettivo di coach Pozzecco tornerà invece sul parquet domenica 2 febbraio, nella trasferta dell'Allianz Dome - PalaRubini contro l'Allianz Pallacanestro Trieste. Anche questo match sarà trasmesso su Eurosport Player dalle ore 18:24 (palla a due ore 18:30).

Highlights: Banco di Sardegna Sassari-UNET Holon 83-73

Champions League
Stone salva Brindisi a fil di sirena! La Happy Casa supera il PAOK 93-91 e resta in corsa
21/01/2020 A 21:32
Serie A
Highlights: Venezia-Brindisi 75-67
IERI A 20:58