San Pablo Burgos - Banco di Sardegna Sassari 95-80

Il Banco di Sardegna Sassari termina la sua avventura in Basketball Champions League, cadendo anche al Pabellon Coliseum di Burgos. Nonostante l’assenza forzata dei tifosi, che costa un inizio shock ai padroni di casa, Sassari dilapida 16 punti di vantaggio (6-22 al 6’), costruiti soprattutto grazie a 6 bombe consecutive mandate a bersaglio, già nel 2° quarto, soffrendo il gioco interno e il dominio a rimbalzo, specie offensivo, del San Pablo. Earl Clark è assoluto mattatore nei quarti centrali (8 punti nel 2°, 7 nel 3°), ma è soprattutto Jasiel Rivero a fare la differenza in entrambi i pitturati e a rimediare ai pochissimi errori dei compagni. Eccezion fatta per il 1° periodo, Burgos gioca infatti una partita ordinata, coerente e precisa, sfruttando al meglio quintetti molto fisici e giocate in post spalle a canestro, ma trovando anche ottime risposte dagli esterni. Sassari cala incredibilmente alla distanza, tradita non solo dalle percentuali da 3, bensì anche dall’incapacità di trovare contromisure al gioco avversario e da una condizione fisica non certo delle migliori.

Champions League
Coronavirus, ufficiale: Burgos-Banco di Sardegna Sassari si gioca a porte chiuse
10/03/2020 A 14:31

Super giocata di Sassari: l'assist di Pierre per la bimane di Coleby

Sassari inaugura la sfida con un break di 0-7, concretizzato nei primi 2’, e offre fin da subito ottimi segnali anche in fase di non possesso. Earl Clark sblocca l’attacco dei padroni di casa, ma la formazione ospite continua a martellare con le giocate di Marco Spissu (6 punti in meno di metà quarto, 12 al 10’ di gioco) e a difendere ottimamente, trovando il +12 (4-16) con la tripla di Dwayne Evans al 4’ di gioco. Coach Penarroya, infuriatissimo, ricorre al timeout, chiedendo ai suoi giocatori di iniziare finalmente ad applicarsi sul parquet, ma Evans arriva a 3/3 da oltre l’arco dei 6.75 e Spissu trova il provvisorio +16 (6-22). Sassari non sbaglia praticamente mai da 3 e realizza ben 30 punti in 8’, ma gli ingressi di Dragan Apic e Jasiel Rivero ridanno linfa all’attacco di Burgos, che chiude così in crescendo la frazione (21-32). Con un buon avvio di 2° quarto, specie in fase difensiva, e con un Rivero letteralmente incontenibile sotto i tabelloni, i padroni di casa rientrano fino al -5 (29-34), costringendo coach Pozzecco al minuto di sospensione al 13’ del match. Il Banco di Sardegna esaurisce il bonus falli a 6’ dal termine del 1° tempo, segna solamente 2 punti in oltre metà frazione e vede il parziale avversario allungarsi fino al 12-0. Burgos trova così il suo primo vantaggio (35-34) e tocca allora a Spissu, appena rientrato sul parquet, interrompere lo 0/5 da 3 dei biancoblu e piazzare la bomba che sembra finalmente sbloccare i suoi. Il San Pablo lavora benissimo a rimbalzo offensivo – come peraltro già fatto nel 1° quarto – e trova in Clark una bocca da fuoco precisa e continua, potendo così chiudere in vantaggio (45-43) la prima metà di gara.

Primo tempo stellare di Marco Spissu: 17 punti con 4 su 4 da tre

Ferran Bassas inaugura la ripresa con un 2/2 a cronometro fermo, mentre Clark continua a regalare grandi giocate e dà il massimo vantaggio ai padroni di casa (51-43) dopo nemmeno 2’ del 2° tempo. Le difficoltà offensive di Sassari proseguono anche nel 3° quarto, col solo Bilan capace di trovare la via del canestro: da qui nasce il 12-2 di parziale con cui Burgos trova la doppia cifra di vantaggio (57-45) al 24’. I biancoblu regalano inoltre troppo in difesa, concedendo molteplici viaggi in lunetta agli avversari, e nemmeno le due schiacciate consecutive di Dwight Coleby impediscono al San Pablo di restare ampiamente in vantaggio. Stefano Gentile rimedia l’espulsione, dopo una sacrosanta protesta per un potenziale gioco da 3 punti non fischiato a suo favore, e nella concitata situazione che ne consegue anche coach Pozzecco si vede affibbiare un fallo tecnico. Vitor Benite concretizza al meglio, piazzando 6 punti consecutivi (3/3 ai liberi) e lanciando Burgos sul 71-56, mentre gli ospiti non riescono proprio a invertire l’inerzia della sfida. I ritmi calano drasticamente all’inizio dell’ultimo periodo, complice anche il susseguirsi di palle perse da ambo le parti, ma i padroni di casa lavorano sempre ottimamente a rimbalzo. Nel momento in cui il Banco di Sardegna sembra poter tentare la rimonta, la squadra di Penarroya piazza un break di 5-0 (84-68) e Bassas si prende anche il gusto di realizzare i canestri che suggellano appieno il successo e il 2-0 nella serie. MVP ovviamente Rivero (17 punti e 15 rimbalzi), mentre Clark chiude con 22 punti e Bassas con 17. A Sassari non bastano i 24 punti e 5 assist di Spissu. San Pablo ai Quarti di Finale, dove incontrerà la vincente della serie tra l’Hapoel Bank Yahav Gerusalemme e il Peristeri (1-0 per gli israealiani).

Il tabellino

  • San Pablo Burgos: Garcia n.e., Clark 22, Fitipaldo 3, Benite 15, Barrera n.e., Vega n.e., Salvo, McFadden 10, Rivero 17, Bassas 17, Lima 3, Apic 8. All. Penarroya.
  • Banco di Sardegna Sassari: Spissu 24, Bilan 10, Smith 6, Bucarelli 2, Devecchi, Sorokas, Evans 11, Magro n.e., Pierre 5, Gentile 5, Coleby 11, Vitali 5. All. Pozzecco.

Highlights: San Pablo Burgos-Banco di Sardegna Sassari 95-80

Champions League
Il San Pablo Burgos sgambetta Sassari in gara-1 degli ottavi: vittoria 84-81 al Palaserradimigni
04/03/2020 A 21:21
Serie A
Guida tv della settimana: tutto il basket in diretta su Eurosport 2 ed Eurosport Player
20 ORE FA