Non si sblocca il Banco di Sardegna Sassari nei Playoffs di Basketball Champions League. I biancoblu incassano il 3° k.o. in altrettante uscite europee in questa fase, cadendo sul parquet del Casademont Saragozza (105-88), anche se il punteggio finale punisce oltremodo i biancoblu. Cammino decisamente complicato adesso per la Dinamo, considerando peraltro la sconfitta nella gara d’andata, ma speranze di qualificazione ancora accese, purché da qui in avanti si percorra un cammino netto. La squadra di coach Pozzecco approccia molto bene il match, con Jason Burnell eterno all-around player ed Eimantas Bendzius terminale offensivo mortifero (6-10 al 3’). Miro Bilan sale in cattedra nel momento in cui il Casademont sembra poter far sua l’inerzia della gara, conquistando rimbalzi offensivi e facendo valere la sua tecnica sopraffina. Sassari deve richiamare in panchina Bendzius, già gravato di 3 falli personali dopo neanche 5’, ma Ethan Happ sostituisce al meglio il compagno, dominando a rimbalzo offensivo, e dà il massimo vantaggio al Banco di Sardegna (20-31) a fine 1° quarto.
Elias Harris è assoluto protagonista nella rimonta dei padroni di casa a inizio 2° periodo: non solo continua ad assaltare il ferro, come già fatto nel quarto iniziale, ma trova anche grandi conclusioni allo scadere dei 24’’ e assist spettacolari per il vantaggio dei padroni di casa (37-35) al 14’. Il parziale (17-4) di Saragozza testimonia appieno le enormi difficoltà di Sassari, specie in fase difensiva, ma il 2° timeout di coach Pozzecco risveglia la squadra. Massimo Chessa prende le redini dell’attacco e crea per tutti i compagni, ma è ancora Happ a risultare fondamentale per il 51-52 a metà partita. Rasheed Sulaimon (12 nel 3° quarto) apre la ripresa calamitando ogni possesso della squadra di coach Hernandez, ma Bilan risponde colpo su colpo, almeno finché l’esterno non inizia a bombardare da oltre l’arco (64-59).
Sassari incappa in troppi falli in attacco, non riuscendo peraltro a contenere lo strapotere fisico di Jacob Wiley e scivolando a -11 (76-65) al 29’. I turnovers continuano a limitare molto l’attacco biancoblu, garantendo invece punti comodi per i padroni di casa, ma Happ torna a fare la differenza grazie all'immenso bagaglio tecnico nei movimenti vicino a canestro (80-74 al 31’). Entrambe le squadre realizzano mini-break, ma Nicolas Brussino azzecca le triple che ampliano la distanza a favore del Casademont (93-79) a 3’ dalla sirena. Il rientro sul parquet di Sulaimon rappresenta però la mazzata decisiva per Sassari, anche perché i lunghi biancoblu, stremati dalla fatica, lasciano sul ferro molti tiri liberi. Harris MVP (17), ma ottime prove anche di Ennis (18) e Sulaimon (16). A Sassari non bastano i grandi numeri dei centri: sia per Bilan che per Happ matura una prova da 17 punti e 9 rimbalzi.
Serie A
Marco Spissu lascia l'Italia: è fatta con l'Unicaja Malaga
19 ORE FA

CASADEMONT SARAGOZZA - BANCO DI SARDEGNA SASSARI 105-88

  • Saragozza: Sulaimon 16, Barreiro, Harris 17, Brussino 11, Fernandez 2, Font 5, Benzing 10, San Miguel 5, Wiley 14, Ennis 18, Hlinason 7, Garcia. All. Hernandez.
  • Sassari: Sanna n.e., Bilan 17, Treier, Chessa 6, Kruslin 8, Happ 17, Martis, Burnell 14, Bendzius 16, Gandini, Gentile 10. All. Pozzecco.
* * *

RIGUARDA SARAGOZZA-SASSARI IN VOD (CONTENUTO PREMIUM)

Iscriviti per guardare

Hai già un account?

Accedi
Basket

Casademont Saragozza - Banco di Sardegna Sassari

00:00:00

Replica
Basketball Champions League
L'urna ha deciso: ecco le avversarie di Sassari, Brindisi e Treviso
07/07/2021 A 11:14
Basketball Champions League
Tre italiane in Champions: Sassari e Brindisi ai gironi, Treviso ai preliminari
25/06/2021 A 12:20