ERA Nymburk - Banco di Sardegna Sassari 90-89

Di Marco Arcari. 2° k.o. consecutivo, dopo quello contro Saragozza, nei Playoffs di BCL per il Banco di Sardegna Sassari. La sconfitta in terra ceca matura in un modo incredibile, dopo che il club biancoblu ha infatti condotto praticamente per tutta la partita (31’ effettivi), toccando anche il +14. Decisivo un canestro dell’ERA Nymburk a 2’’ dalla sirena, dopo un finale concitatissimo. Coach Pozzecco sceglie fin da subito un quintetto che prevede sia Miro Bilan, sia Ethan Happ e la scelta paga ottimi dividenti: i lunghi non solo dominano a rimbalzo e chiudono bene il pitturato, ma caricano di falli la difesa dell’ERA, che esaurisce il bonus di squadra dopo nemmeno 4’ (8-9). I padroni di casa rispondono però con ottime spaziature, che liberano comode triple dagli angoli e valgono un primo tentativo di fuga (15-11). Sassari fatica a sbloccarsi da oltre l’arco dei 6.75 (0/5 consecutivo dalla palla a due iniziale), ma quando lo fa, infila uno 0-7, con Filip Kruslin (8 nei primi 10’) sugli scudi, che le riconsegna il comando delle operazioni. Jerrick Harding è però devastante nell’uno-contro-uno e nel realizzare penetrazioni che spaccano il match e valgono il 25-21 a fine 1° quarto. Il Banco di Sardegna non approccia benissimo la frazione successiva, concedendo molto a Omar Prewitt, ma Stefano Gentile confeziona uno 0-5 (29-28 al 12’) che costringe coach Oren Amiel al timeout. Jason Burnell sale in cattedra quale go-to-guy della Dinamo: rubate, che aprono comodi contropiedi, gran lavoro a rimbalzo offensivo, intensità e assist, ossia tutto il meglio del repertorio dell’ex-Cantù. Gentile è on-fire dalla lunga distanza e con 2 triple consecutive allunga il break ospite fino allo 0-16 per il +13 (31-44) al 17’ di gioco. Il Nymburk prova a ricucire un po’ le distanze, ma Burnell è inarrestabile (10 nel 2° quarto) e fissa sul 40-50 il parziale all’intervallo.
Tutto lo sport di Eurosport LIVE, Ondemand e senza pubblicità per un anno intero a metà prezzo!
Serie A
Marco Spissu lascia l'Italia: è fatta con l'Unicaja Malaga
22/07/2021 A 20:47
Sassari riparte ancora con Bilan e Happ in quintetto e l’inizio di ripresa è speculare all’inizio di gara: il centro croato infila il canestro, l’ennesimo di pregevole fattura, che vale il massimo vantaggio di serata (+14), mentre l’ex-Fortitudo dimostra tutta la sua versatilità offensiva. L’ERA risponde con un 7-0, ma bastano pochi possessi per rivedere la Dinamo in controllo (49-62 a metà 3° quarto). Harding si carica sulle spalle tutto l’attacco casalingo, realizzando un 8-0 personale, comprese 2 triplone, per il -5 e, nonostante l’ennesima reazione della squadra di coach Pozzecco, Nymburk chiude in crescendo anche il 3° periodo (64-70). Sempre Harding prosegue nel mettere a ferro e fuoco la difesa biancoblu e suggella un altro parziale del Nymburk (7-0), con la tripla che ricuce le distanze a un solo possesso (75-78 al 34’). Marco Spissu, silente per 3 quarti di gara (con un insolito 0/5 al tiro), si conferma però campione di primo livello, segnando canestri fondamentali e offrendo un assist immaginifico per il layup di Bilan che vale l’80-86 a 2’ dalla sirena. Il finale è rocambolesco, tra stoppate, chiamate arbitrali discutibili su fondamentali rimesse e canestri pesantissimi. Hayden Dalton realizza invece il piazzato che, a 2’’ dal termine, vale sostanzialmente la vittoria dei padroni di casa. Alla Dinamo non bastano 5 giocatori in doppia cifra (miglior marcatore Gentile con 18), un Burnell devastante a tuttotondo (17, con 5 rimbalzi e 7 assist) e la doppia-doppia di Bilan (17 e 11 rimbalzi). MVP Harding (28), ma fondamentali i 10 (con 8 carambole) di Dalton.
  • Nymburk: Jirak n.e., Prewitt 17, Harding 28, Dalton 10, Kovar 8, Palyza 8, Kriz 6, Obasohan 9, Zimmerman 4, Rylich n.e., Safarcik, Tuma. All. Amiel.
  • Sassari: Spissu 7, Bilan 17, Treier n.e., Chessa n.e., Kruslin 15, Happ 10, Katic 5, Re n.e., Burnell 17, Gandini, Gentile 18. All. Pozzecco.
* * *

Happy Casa Brindisi - Pinar Karsiyaka 83-79

Di Davide Fumagalli. La seconda gara nei playoff è quella buona per la Happy Casa Brindisi che supera 83-79 il Pinar Karsiyaka nella seconda giornata del gruppo I al PalaPentassuglia e si rilancia dopo il ko dell'esordio contro l'Hapoel Holon, primo nel girone con due successi. La squadra di Frank Vitucci, sempre priva di Harrison e Zanelli, gioca una gara di grande maturità e si impone restando avanti praticamente dall'inizio alla fine, anche se c'è un po' di rammarico per il +4 finale visto che i biancoblu alla fine del terzo periodo erano sul +16 (65-49). La Happy Casa commette 15 palle perse e soffre a rimbalzo (38 a 32 per i turchi), ma sfiora il 60% al tiro da due e viene letteralmente trascinata dai suoi "Big Three": stellare Darius Thompson con 23 punti, 5 rimbalzi, 6 assist e 4 rubate, eccellente Josh Bostic con 22, 4 triple e 4 assist, solidissimo Nik Perkins da 19 punti e 5 rimbalzi! Il Pinar, che paga pesantemente il 5 su 25 da tre ed è sempre costretto a rincorrere, ha 21 punti dall'ex di turno Amath M'Baye e 13 da Morgan.
Il match inizia molto bene per Brindisi che, spinta da un ispiratissimo Josh Bostic, tocca il +10 già nel primo periodo sul 16-6 e poi è avanti 17-10 alla prima pausa. Nel secondo periodo la squadra di Vitucci perde qualche pallone di troppo, il Pinar si fa più intraprendente con M'Baye e Henry, e arriva fino a -1 sul 31-30 con una bomba di Yildirim. All'intervallo è 35-32 Brindisi grazie a Bostic che segna e poi serve l'assist per la schiacciata di Krubally.
La ripresa si apre con la schiacciata al volo di Henry per il 36-35 del Pinar, un vantaggio estemporaneo perchè la Happy Casa torna davanti grazie a Perkins e a Thompson, ritrova il +7 sul 49-42, e poi allarga la forbice anche per l'impatto atletico di Gaspardo, autore di due schiacciate del 55-45. Il terzo periodo si chiude sul 65-49, +16 siglato da due canestri di un indiavolato Thompson e da una bomba a fil di sirena di James Bell.
Nell'ultimo quarto Brindisi arriva fino a +19 (68-49), ma poi stacca la spina e il Pinar rimonta fino a -8 grazie a Morgan per il 72-64. Lì i padroni di casa non tremano, Bostic mette la bomba del +11 e poi Thompson torna fino in fondo per il 79-65. Il discorso è chiuso ma la Happy Casa fa ancora l'errore di rilassarsi e i turchi riducono lo scarto fino -4 finale con M'Baye e Taylor, un punteggio che potrebbe fare la differenza in caso di arrivo a pari punti.
La Happy Casa ora avrà altre due partite consecutive al PalaPentassuglia: sabato alle 20 c'è il big match di campionato contro la Virtus Bologna, poi martedì prossimo 16 marzo ci sarà la terza giornata dei playoff di Champions contro l'altra formazione turca del girone, il Tofas Bursa.
  • Brindisi: Bell 3, Bostic 22, Perkins 19, Thompson 23, Udom 2, Gaspardo 7, Krubally 2, Visconti 2, Willis 3, Cattapan ne, Motta ne, Guido ne. All. Vitucci.
  • Karsiyaka: Bitim 5, M'Baye 21, Morgan 13, Sonsirma 3, Taylor 9, Birsen, Henry 10, Kennedy 7, Yildirim 9, Agva ne, Tuluoglu ne. All. Sarica.
* * *

RIGUARDA ERA NYMBURK-BANCO DI SARDEGNA SASSARI IN VOD (CONTENUTO PREMIUM)

Iscriviti per guardare

Hai già un account?

Accedi
Basket

ERA Nymburk - Banco di Sardegna Sassari

00:00:00

Replica
* * *

RIGUARDA HAPPY CASA BRINDISI-PINAR KARSIYAKA IN VOD (CONTENUTO PREMIUM)

Iscriviti per guardare

Hai già un account?

Accedi
Basket

Happy Casa Brindisi - Pinar Karsiyaka

00:00:00

Replica
* * *
Basketball Champions League
L'urna ha deciso: ecco le avversarie di Sassari, Brindisi e Treviso
07/07/2021 A 11:14
Basketball Champions League
Tre italiane in Champions: Sassari e Brindisi ai gironi, Treviso ai preliminari
25/06/2021 A 12:20