MEDIOLANUM FORUM DI ASSAGO (MI) - Tre semifinali consecutive in una competizione particolare come le Final Eight di Coppa Italia non possono essere un caso, soprattutto con un roster rivoluzionato rispetto alla stagione precedente, per di più senza il giocatore di riferimento in attacco nella gara che apre la kermesse. La Happy Casa Brindisi ha però raggiunto una maturità e ha costruito un sistema che sembra possa prescindere dai giocatori, e i risultati ne sono la miglior conferma: pur senza D'Angelo Harrison, infortunato, e con Derek Willis tutt'altro che al 100% (solo 9' sul parquet), la truppa capitanata da Frank Vitucci riesce comunque a superare lo scoglio Trieste nei quarti di finale in un match avuto comunque sempre sotto controllo, o quasi.

Inevitabilmente la leadership di Darius Thompson ha pesato (11 punti con 9 assist), così come la presenza sotto il canestro di Perkins e Krubally (20 punti in due), e i canestri pesanti di James Bell (14 con 4 triple, compresa quella della staffa), però merita grande menzione il contributo del nucleo italiano, troppo spesso sottovalutato perchè composto da nomi non certo altisonanti: Mattia Udom è stato stellare con 12 punti, 9 rimbalzi, 5 assist, 3 rubate e 23 di valutazione (la più alta nelle file della Happy Casa) in 32' sul parquet, il secondo più utilizzato dopo Thompson; Raphael Gaspardo è il top scorer di Brindisi con 17 punti più 6 rimbalzi; 3 punti in 21' per Zanelli; infine i 12 punti in appena 11' per il talento mancino Riccardo Visconti con 3 su 3 dall'arco, compresa una bomba siderale per il +10 sull'83-73, sintomo di personalità e faccia tosta.

Coppa Italia
Gruppo longevo e coach De Raffaele, segreti vincenti di Venezia
12/02/2021 A 12:42

Mattia Udom plana a centroarea: schiacciata su assist di Perkins

Vitucci chiama, i ragazzi rispondono

In America dicono "Next man up", letteralmente "avanti il prossimo". E così è stato per Brindisi, coi giocatori che solitamente hanno meno spazio e responsabilità, soprattutto gli italiani, che hanno saputo fare un passo avanti, si sono fatti trovare pronti e sono stati decisivi, non solo contro Trieste ma anche nelle partite precedenti in campionato.

I giocatori italiani sono molto importanti, fanno la differenza e hanno una grande responsabilità

Le parole di coach Frank Vitucci: "Sono contento per i ragazzi che hanno saputo dimostrare di mettere quel qualcosa in più che serve in queste gare, soprattutto con assenze come quella di Harrison. Abbiamo cambiato molti giocatori dall’anno scorso, siamo arrivati con un grande focus su questa manifestazione dimostrando una buona consistenza, senza andare fuori dai binari e questo ci porta molta fiducia. I giocatori italiani sono molto importanti, fanno la differenza e hanno una grande responsabilità".

Raphael Gaspardo ha i razzi nelle gambe: alley-oop e gran schiacciata

Udom e Gaspardo, impatto notevole

Le due ali, che solitamente partono dalla panchina e non sono proprio i primissimi della rotazione di Vitucci, sono stati determinanti contro Trieste ma in generale venivano da un momento molto positivo anche in campionato, segno della capacità di adattarsi alla situazione e di farsi trovare pronti alla chiamata di Vitucci. Udom e Gaspardo, che condividono una formazione giovanile di altissimo livello visto che escono dai vivai di Mens Sana Siena e Benetton Treviso rispettivamente, hanno saputo mettere le proprie doti di fisicità, atletismo ed energia al servizio della squadra, e il gruppo ne ha giovato.

Prima dei 17 punti contro l'Allianz, Gaspardo aveva fatto il pieno di fiducia la scorsa domenica al PalaVerde contro Treviso segnando 25 punti, il suo massimo in carriera, con 4 su 5 da tre, dopo che era già andato in doppia cifra contro Trento, 15, e Reggio Emilia, 11. Per quanto riguarda Udom, la sua crescita è costante, dopo l'assenza per Covid di qualche mese fa: il fiorentino di papà nigeriano e mamma francese è andato in doppia doppia sia contro Reggio Emilia, 11 punti e 10 rimbalzi, sia contro Varese, 11+11, mentre a Treviso ha firmato lui pure il massimo in carriera con 18 punti! Quindi, che abbiano brillato al Forum contro Trieste, è tutto fuorchè un caso.

Highlights: Brindisi-Trieste 93-81

* * *

Riguarda Happy Casa Brindisi - Allianz Pallacanestro Trieste in VOD (Contenuto Premium)

Iscriviti per guardare

Hai già un account?

Accedi
Basket

Happy Casa Brindisi - Allianz Pallacanestro Trieste

FInal Eight Coppa Italia | Quarti di finale

01:52:04

Replica
Coppa Italia
Milano dura e intensa: l'esordio in Coppa è con testa da Eurolega
12/02/2021 A 10:49
Coppa Italia
Highlights: Brindisi-Pesaro 69-74
13/02/2021 A 22:08