Promitheas Patrasso - Umana Reyer Venezia 68-78

Autentica impresa per l'Umana Reyer Venezia che sbanca Patrasso battendo 78-68 il Promitheas nel Round 8 del girone B di Eurocup nonostante cinque pesanti assenze. Gli orogranata, privi di Stone (Covid), Tonut, De Nicolao, Daye e Echodas, stringono i denti, giocano una partita di notevole abnegazione e la spuntano con merito in Grecia: secondo successo di fila dopo quello interno col Cedevita Olimpia Lubiana, quarto complessivo per un bilancio di 4-4 alla sosta natalizia. Venezia, in un brutto periodo con tre sconfitte di fila in campionato, l'ultima con Tortona, si impone con un gran secondo tempo, soprattutto un break di 15-1 nel quarto periodo: sugli scudi Jeff Brooks, 12 punti (7 in quel suddetto parziale), 7 rimbalzi, 3 recuperi e 2 stoppate, molto bene anche Sanders, 13, capitan Bramos, 13, e Watt, 13 pure lui con 12 rimbalzi, senza dimenticare gli 8 punti di Vitali, i 7 di Phillip, e i 6 di Cerella e Mazzola, ovvero gli otto a disposizione di Walter De Raffaele. La Reyer la spunta con migliri percentuali al tiro (50% da due, 9 su 25 da tre, 79% ai liberi, contro il 46% da due e il 4 su 23 da tre dei greci), e colma il -11 a rimbalzo grazie a 14 assist e 11 recuperi. Al Promitheas non bastano i 19 punti di Jerai Grant, i 17 di Ray e i 14 con 10 rimbalzi di Agravanis.
Serie A
Tortona supera Venezia 77-65 e ritrova il successo
18/12/2021 A 20:52
L'inizio di gara non è semplice per Venezia che si sblocca dopo oltre tre minuti con Brooks, finisce sotto 9-4, ma al 10' è a contatto sul 16-12 grazie a 5 punti di Phillip. Nel secondo periodo si prosegue col ritmo basso voluto dalla Reyer, la difesa a zona prova a mandare in tilt il Promitheas, Cerella e Watt tengono lì gli ospiti, poi Bramos firma il sorpasso sul 28-27 con rubata e contropiede. La replica dei greci è immediata e all'intervallo è 31-30.
Anche l'avvio di ripresa è difficile per Venezia e infatti, colpita da Grant e Agravanis, la Reyer finisce a -10 sul 41-31. A sbloccare la situazione dopo quasi quattro minuti è Sanders con una tripla, poi da lì la formazione orogranata si sblocca e risale la china grazie all'ex Trento e alle bombe di Mazzola, la seconda per il sorpasso sul 48-46. Da lì è equilibrio, il Promitheas chiude il terzo periodo avanti 54-52 per merito del solito Agravanis, poi nel quarto quarto ci pensa Brooks con 7 punti di fila, tra cui una tonante schiacciata, a chiudere un altro buco e a pareggiare sul 59-59.
Il match si decide nei minuti successivi: dal 61-61 la Reyer piazza un tremendo break di 15-1 con Sanders, 7 punti in fila di Bramos e due giochi da tre punti di Watt e Vitali. La squadra di De Raffaele si gasa completamente, vola sul 76-62 e così il Promitheas è costretto ad alzare bandiera bianca. Un successo fondamentale per Venezia, quasi insperato viste le rotazioni ridotte all'osso e il -10 di inizio secondo tempo.
Alla ripresa, l'11 gennaio, l'Umana Reyer Venezia ospiterà Gran Canaria al Taliercio, mentre domenica 26 dicembre avrà l'impegno post natalizio sempre in casa con la Gevi Napoli.
  • Promitheas: Ray 17, Schwartz, Grant 19, Gaddy 2, Hunt 3, Agravanis 14, Gkikas 7, Rogkavopoulos 6, Lagios ne, Giannopoulos, Bazinas ne, Tanoulis. All. Zouros.
  • Venezia: Bramos 13, Daye ne, Sanders 13, Phillip 7, Echodas ne, Mazzola 6, Brooks 12, Cerella 6, Vitali 8, Watt 13. All. De Raffaele.
* * *

Jeff Brooks in versione elicottero sopra al ferro

EuroCup
La Reyer Venezia batte un colpo: superata l'Olimpia Lubiana
15/12/2021 A 21:19
EuroCup
Bufera di neve sulla Turchia, rinviata Bursaspor-Venezia
26/01/2022 A 09:47