AX Armani Exchange Milano-Zalgiris Kaunas 88-70

Il record di questo primo mese di azione è 10-0, e il primo trofeo della stagione è in bacheca. Certo, sono numeri e coppe non ufficiali, ma gli indizi portano tutti verso un'unica direzione: la seconda versione dell'Olimpia Milano di Ettore Messina è una signora squadra. La difesa è la colonna portante di un gruppo che mostra grossi progressi in profondità, coesione e chimica rispetto agli alti e bassi della scorsa stagione, così come intensità, ordine e disciplina sono le parole chiave di un mantra finalmente capace di esprimersi al meglio e al massimo livello con i giusti interpreti. Il primo tempo della finale di Kaunas è un puro clinic difensivo quasi d'altri tempi, in cui emerge un'organizzazione tattica, una grinta, un'energia e una durezza fisica e mentale viste raramente a Milano nel periodo post-Banchi: il 46-23 con lo Zalgiris tenuto a 2/11 dall'arco e 10 palle perse descrive la situazione nero su bianco nel miglior modo possibile. Il secondo quintetto, punto dolente dello scorso anno, ha migliorato in maniera vistosa il livello di competitività, fornendo al coach una lunga serie di alternative tattiche dalla panchina: i brani di difesa press-allungata restano il fiore all'occhiello di un gruppo famelico su ogni pallone.

La difesa press dell'Olimpia Milano è favolosa: Shields recupera e segna

Eurolega
We're back Tour: Milano batte l'Alba 79-57 ed è in finale con lo Zalgiris
12/09/2020 A 14:55
Poi, ovviamente, vengono i singoli, materiale imprescindibile per costruire squadre di livello internazionale. Mentre Kyle Hines ha ormai messo in tasca il mazzo di chiavi difensivo (4 punti, 7 rimbalzi, 4 assist), è la nuova coppia di esterni a convincere in maniera sempre maggiore nella metacampo opposta: Malcolm Delaney (14) è una spalla strepitosa su cui appoggiare un Sergio Rodriguez rinvigorito nel suo ruolo naturale di sesto uomo spacca-partite (11 punti e una scarica di tre triple consecutive nel momento di maggior difficoltà nel terzo periodo), mentre Kevin Punter, già rovente nelle partite di Supercoppa, si sta confermando bomber di razza anche al livello superiore: 26 punti (3/5 da due, 6/9 da tre) realizzati con leggerezza e personalità sorprendenti, e impreziositi da una vampata straordinaria nelle battute iniziali del quarto periodo, decisiva per soffocare le ultime speranze di uno Zalgiris che si era riavvicinato in maniera minacciosa fino al -10 sfruttando un momento brillante di Thomas Walkup (13 e 4 assist) e Rokas Jokubaitis (4+4).

Canestro pazzesco di Kevin Punter: tripla tirata dal logo dell'Eurolega

Per la cronaca: dopo tre minuti molto freddi iniziali, Kevin Punter scalda la mano sforando la doppia cifra nel break di 17-6 con cui Milano risponde al mini-allungo di 0-5 dei lituani. La difesa di squadra comincia una lenta operazione di stritolamento degli avversari, mentre Punter e Delaney spezzano gli equilibri in un secondo periodo che rasenta la perfezione: all'intervallo lungo è 46-23 con l'Olimpia in pieno controllo tattico e fisico della partita. Il terzo fallo di Delaney e il fisiologico calo di concentrazione al rientro in campo permettono allo Zalgiris di risollevare la testa a inizio ripresa, ma Rodriguez risponde infilando tre triple consecutive per ristabilire le distanze (57-36). Walkup, Jokubaitis e Geben sparano le ultime cartucce per il -10 di inizio quarto periodo (65-55), quando torna d'attualità il Kevin Punter show: l'ex-Virtus riapre la forbice (76-58) con una serie di canestri principeschi (compresa una tripla scagliata dal logo dell'Eurolega) e permette all'Olimpia di allungare le mani sul trofeo.

We're back Tour di Kaunas: Kevin Punter è l'MVP della finale

  • Milano: Delaney 14, Punter 26, Micov 6, Brooks, Hines 4; LeDay 8, Moretti 3, Moraschini, Roll 6, Rodriguez 11, Biligha, Cinciarini, Shields 7, Datome 3. N.e.: Tarczewski. All.: Messina.
  • Zalgiris: Walkup 13, Vasturia, Grigonis 8, Hayes 7, Lauvergne 9; Lekavicius 5, Jankunas 2, Milaknis 10, Geben 7, Rubit 4, Jokubaitis 5. N.e.: Dimsa. All.: Schiller.

We're back Tour, highlights: Olimpia Milano-Zalgiris 88-70

* * *

Alba Berlino-Panathinaikos OPAP Atene 102-110 OT

  • Alba: Siva 13, Lo 17, Olinde 7, Thiemann 21, Sikma 14; Giffey 14, Mattisseck 2, Schneider, Nikic 1, Granger 13. N.e.: Delow. All.: Garcia Reneses.
  • Panathinaikos: Jackson 9, Foster 29, Papapetrou 19, Bentil 4, Papagiannis 6; Bochoridis 1, Auguste 12, Kaselakis 3, Kalaitzakis 4, Nedovic 19, White 2, Mitoglou 2. N.e.: Saint-Roos, Diplaros, Persidis. All.: Vovoras.
Serie A
Milano saluta Michael Roll: "Due anni di professionalità esemplare"
3 ORE FA
Serie A
Milano, ufficiale l'arrivo di Devon Hall con un contratto biennale
20/06/2021 A 11:08