Giovedì sera, alle ore 18.00, LIVE su Eurosport Player, l'AX Armani Exchange Milano è attesa a una grande sfida d'alta classifica di Eurolega sul campo del CSKA Mosca. Sarà una partita di enorme importanza, ricca di talento e di risvolti che segneranno la durissima volata playoff che sta infiammando questa fase finale della regular-season: tra maledizioni da sfatare, incroci tra grandissimi ex e blasoni che hanno segnato la storia della competizione, CSKA-Olimpia è un appuntamento da non perdere.
Tutto lo sport di Eurosport LIVE, Ondemand e senza pubblicità per un anno intero a metà prezzo!

La posta in palio: secondo posto e ipoteca sui playoff

Eurolega
Milano ritrova la difesa: sbanca Kaunas 69-64 e torna al 3° posto
05/03/2021 A 19:53
Olimpia (18-10) e CSKA (18-9 con la gara contro il Panathinaikos ancora da recuperare) si presentano all'appuntamento con lo stesso numero di vittorie nel gruppetto all'inseguimento del Barcellona, capolista. Aggiudicarsi lo scontro diretto non varrà soltanto il secondo posto in classifica ma anche un grossissimo passo verso la post-season: entrambe hanno tre vittorie di vantaggio sullo Zalgiris Kaunas (15-13), nono in classifica e primo escluso, al momento, dalla zona-playoff, e rafforzare il cuscinetto di margine con un altro successo e cinque gare restanti in calendario significherebbe avvicinarsi a una sola vittoria dalla qualificazione matematica ai quarti di finale.

Una maledizione da sfatare: Milano non batte il CSKA da 11 anni

Il confronto diretto tra le due squadre pende nettamente in favore del CSKA, in vantaggio 11-3 nei precedenti (6-1 sul parquet di casa) e, soprattutto, forte di una striscia di 10 vittorie consecutive su Milano. L'ultimo successo dell'Olimpia risale al 21 ottobre 2010, un confortante 88-73 conquistato sul campo di Mosca con 23 punti della meteora Oleksiy Pecherov. Nella gara d'andata, disputata il 30 dicembre scorso al Forum, il CSKA si impose 91-87 in overtime dominando sotto i tabelloni (60-33 a rimbalzo) e segnando due record assoluti per rimbalzi offensivi catturati di squadra (30) e per singolo giocatore (16 di Nikola Milutinov, MVP del match). Per fortuna di Milano, Milutinov sarà assente per infortunio (rimpiazzato da Michael Eric), ma anche l'Olimpia sarà senza Malcolm Delaney (operato al ginocchio) e con un grosso dubbio su Zach LeDay, ancora out dalla finale di Coppa Italia per un problema muscolare.

Un duello storico: 11 Euroleghe vinte

Olimpia e CSKA hanno segnato la storia dell'Eurolega sin dagli esordi della competizione, quando, nell'ormai lontanissimo 1958, si chiamava Coppa dei Campioni e accoglieva soltanto le squadre campioni nazionali con una formula a eliminazione diretta. Milano conquistò il suo primo titolo europeo nel 1965-66 battendo proprio il CSKA in semifinale nella prima, storica edizione delle Final Four tenutasi al Palazzo dello Sport di Bologna. L'Olimpia ha poi arricchito la sua bacheca con altre due affermazioni negli anni d'oro con Mike D'Antoni e Bob McAdoo, superando il Maccabi Tel Aviv nelle finali di Losanna (1986-87, con coach Dan Peterson in panchina) e Gand (1987-88, con coach Franco Casalini).
Il CSKA può sfoggiare invece una bacheca ancor più ricca, con 8 affermazioni complessive, seconda soltanto al Real Madrid (10). La corazzata russa ha raccolto i suoi primi quattro successi agli esordi della competizione (1961, 1963, 1969 e 1971), quando l'Unione Sovietica rappresentava il top della pallacanestro europea, ed è poi tornata in auge in epoca moderna, giocando 16 Final Four su 19 dal 2001 a oggi. Il CSKA ha trionfato nel 2006, 2008, 2016 e nell'ultima finale disputata, battendo l'Anadolu Efes Istanbul a Vitoria nel 2019: le prime due affermazioni dell'era moderna hanno avuto come protagonista in panchina coach Ettore Messina.

Una sfida tra grandi ex: Messina, Rodriguez, Hines, James e Hackett

Già, sono tanti i grandi ex coinvolti nella serata, giocatori che hanno segnato il passato più o meno recente di entrambe le squadre. Detto di coach Messina, che a Mosca vinse due delle sue quattro Euroleghe (le altre due con la Virtus Bologna), l'Olimpia schiera anche Sergio Rodriguez (al CSKA tra il 2017 e il 2019 e campione d'Europa nel 2019) e, soprattutto, Kyle Hines, al suo ritorno a Mosca per la prima volta dopo aver vestito la casacca della formazione russa dal 2013 al 2020, fungendo da perno per la conquista di due Euroleghe (2016 e 2019) e 6 titoli nazionali.

Head Coach of CSKA Moscow, Ettore Messina in action during the Euroleague Basketball Final game between Maccabi Elite Tel Aviv vs CSKA Moscow at Palacio De Los Deportes De La Comunidad De Madrid on May 4th, 2008 in Madrid, Spain

Credit Foto Getty Images

Su sponda opposta, il CSKA propone Daniel Hackett, a Milano tra il 2013 e il 2015 e protagonista di quella che, finora, resta l'unica cavalcata ai playoff dell'Olimpia nell'era moderna con coach Luca Banchi nel 2014, e Mike James, che, pur avendo vissuto una sola stagione a Milano (2018-19), è stato un giocatore e, soprattutto, un personaggio molto significativo per il passato recente della squadra. Nella scorsa annata, Hackett realizzò il suo career-high in Eurolega (poi battuto quest'anno) segnando 27 punti nel successo del CSKA su Milano.
Non perdere il big-match del 29° turno di Eurolega tra CSKA Mosca e AX Armani Exchange Milano, giovedì 11 marzo alle ore 18.00 in LIVE-Streaming su Eurosport Player!
Eurolega
James e i rimbalzi piegano Milano: il CSKA vince 91-87
30/12/2020 A 22:07
Serie A
Rodriguez: "Gara-2 con l'Efes ci ha dato la fiducia per vincere lo scudetto"
23/06/2022 A 06:57