Sono trascorsi sette anni di lunghissima attesa, quasi estenuante, dall'ultima serie di playoff di Eurolega giocata dall'Olimpia Milano. Sette anni di grandi progetti poi naufragati, grosse delusioni ma anche amare beffe all'ultima giornata, che hanno reso ancora più feroce il desiderio di rivalsa. La grande occasione è arrivata: tra martedì 20 aprile e martedì 4 maggio l'AX Armani Exchange sfiderà il Bayern Monaco di coach Andrea Trinchieri nella serie al meglio delle cinque gare che potrebbe valere il ritorno alle Final Four per la prima volta dall'ormai lontanissimo 1988, quando Milano sollevò la sua terza Coppa della storia battendo il Maccabi Tel Aviv.

I precedenti: Milano è 2-0 in stagione

Olimpia e Bayern hanno chiuso la regular-season con lo stesso record(21-13) e si prospetta dunque la più classica delle serie combattute e aperte tra le teste di serie #4 e #5 del tabellone dei playoff nonostante il doppio confronto in stagione abbia premiato la squadra di coach Ettore Messina. Milano, infatti, si impose a Monaco nel match inaugurale del campionato grazie a una tripla di Shavon Shields a 9" dalla sirena dei tempi supplementari (81-79 al termine di una partita durissima) e bissò al ritorno al Forum con la miglior prestazione difensiva della stagione: in quella magica serata del 21 gennaio, nonostante una rotazione molto corta per tanti problemi di infortuni, l'Olimpia superò il Bayern 75-51 subendo soltanto 20 punti nell'intero primo tempo, forzando 20 palle perse e concedendo percentuali al tiro modestissime agli avversari (36% da due e 14% dall'arco).
Eurolega
Olimpia Milano-Bayern Monaco, gara-1 in diretta: LIVE su Eurosport
19/04/2021 A 09:48

Difesa e forza del gruppo: come coach Trinchieri ha plasmato il Bayern

E la qualità delle difese sarà, con grande probabilità, il vero ago della bilancia della serie. Perché, come Milano, anche il Bayern Monaco ha costruito le proprie fortune nella metacampo difensiva, emergendo come una delle squadre più tenaci, fisiche, rognose e solide sul piano mentale dell'intera competizione. Il cambiamento di rotta e carattere con la scelta di coach Andrea Trinchieri per la panchina ha pagato subito enormi dividendi: nonostante un roster privo di grandi nomi internazionali, l'ex-tecnico di Cantù è riuscito a infondere, sin da subito, la sua filosofia al gruppo, trasformandolo in una vera e propria macchina da guerra che si è guadagnata, con merito, i gradi di rivelazione più sorprendente della stagione. Il Bayern è secondo per palle recuperate, secondo per punti segnati da palle perse degli avversari, quarto per punti subiti e pericolosamente forte in quelle aree del gioco che meglio si accoppiano con le caratteristiche positive e negative dell'Olimpia: la squadra di Trinchieri è la seconda migliore d'Europa per difesa sul tiro da tre punti (arma principale dell'attacco di Milano) e per rimbalzi offensivi concessi, fattore del gioco in cui l'Olimpia è invece particolarmente debole.

Baldwin, Lucic e Reynolds: le star-rivelazioni del Bayern Monaco

Come detto, il roster a disposizione di coach Trinchieri non presenta grandi star a livello internazionale, ma basa la sua forza sulla grande compattezza e in uno spirito di squadra straordinario. Ma, se vogliamo parlare di individualità, allora dobbiamo addentrarci nel trittico composto dal playmaker Wade Baldwin, dall'ala tuttofare Vladimir Lucic e dal big-man Jalen Reynolds. Riciclato e trasformato dopo un'annata da rookie oscura all'Olympiacos, Baldwin ha indossato con enorme merito i gradi di generale sul campo esplodendo come vera sorpresa dell'intero torneo (15.2 punti, 3.9 assist): attenzione al suo classico movimento in palleggio-arresto e tiro dalla media distanza, fondamentale in cui è un fuoriclasse puro. Anche Lucic, ormai grande veterano alla sua ottava stagione in Eurolega, ha disputato la sua miglior annata della carriera venendo indicato da molti come giocatore più decisivo d'Europa nel ruolo di ala piccola (13.8 punti, 4.8 rimbalzi, 1.3 assist): tecnica e intelligenza cestistica sono di qualità sopraffina. Altrettanto sorprendente è stata la stagione di Reynolds, vecchia conoscenza del nostro campionato per i trascorsi con la canotta di Reggio Emilia: nonostante la mancanza di esperienza a questo livello (prima d'ora aveva disputato in Eurolega soltanto una manciata di gare con il Maccabi Tel Aviv), si è presto distinto come uno dei big-man più energici, versatili e famelici del continente (14.1 punti, 5.9 rimbalzi), unendo le doti fisiche e caratteriali a un movimento ormai molto efficace in semi-gancio girando verso il centro dal post-basso.

Olimpia Milano-Bayern Monaco: il calendario della serie playoff su Eurosport

La serie dei playoff si giocherà al meglio delle cinque gare spalmate tra martedì 20 aprile e martedì 4 maggio con due doppi turni infrasettimanali. Forte del vantaggio del fattore-campo, Milano potrà disputare al Forum di Asssago le prime due partite e l'eventuale "bella". Tutte le gare saranno trasmesse LIVE su Eurosport 2 in LIVE-Streaming su Eurosport Player e eurosport.it. Ecco il calendario completo della serie: la vincente affronterà, nelle Final Four di Colonia, Barcellona o Zenit San Pietroburgo.
  • Gara-1: AX Armani Exchange Milano-FC Bayern Monaco, martedì 20 aprile ore 20.45
  • Gara-2: AX Armani Exchange Milano-FC Bayern Monaco, giovedì 22 aprile ore 20.45
  • Gara-3: FC Bayern Monaco-AX Armani Exchange Milano, martedì 28 aprile ore 20.45
  • Gara-4: FC Bayern Monaco-AX Armani Exchange Milano, giovedì 30 aprile ore 20.45
  • Gara-5: AX Armani Exchange Milano-FC Bayern Monaco, martedì 4 maggio orr 20.45
* * *

Riguarda AX Armani Exchange Milano-FC Bayern Monaco in VOD (Contenuto Premium)

Premium
Basket

AX Armani Exchange Milano - Bayern Monaco

02:00:44

Replica
Eurolega
Milano torna sul mercato: chi prendere per sostituire Dinos Mitoglou?
27/11/2021 A 10:01
Eurolega
Messina: "Difesa non adeguata a una partita di questo livello"
26/11/2021 A 22:49