La preghiera di Jaycee Carroll sulla sirena si spegne cortissima, a diversi centimetri dal ferro. E, con essa, anche l'ultimo, disperato tentativo del Real Madrid di riagguantare una partita mai avuta in mano. Una decina di giorni dopo Milano, anche la Stella Rossa viola il Wizink Center rifilando la seconda sconfitta interna consecutiva alla squadra di Pablo Laso, scivolata a 13-7 e tallonata da vicino anche dalla stessa Olimpia, a una sola vittoria di distanza dal terzo posto e con una gara ancora da recuperare (quella con lo Zenit San Pietroburgo, rinviata a suo tempo per problemi legati al coronavirus). È un successo meritatissimo al netto delle tante assenze che riducono il palcoscenico dei protagonisti: il Real Madrid scende in campo ancora senza Sergio Llull e il lungodegente Anthony Randolph e perde nuovamente Rudy Fernandez per un violento colpo alla schiena subìto nel finale (e sappiamo quanto la schiena sia problematica per lo spagnolo...), ma la Stella Rossa deve fare ancora a meno del suo intero back-court titolare, rinunciando a Langston Hall (in panchina ma non utilizzato) e Jordan Lyod (coronavirus).
Così, è Corey Walden a indossare il mantello di Superman e a trascinare la formazione serba in una prima metà di gara indiavolata, fuggendo a ripetizione dal palleggio per segnare 16 dei suoi 18 punti nel curioso 40-45 dell'intervallo lungo. Quando Pablo Laso sceglie di scongelare Jeffery Taylor dalla panchina e sguinzagliarlo sulle sue tracce da perfetto mastino difensivo, la nuova Stella Rossa di Radonijc (2-2 dal suo arrivo) si riscopre squadra e, con la forza del collettivo, doma un Real incapace di trovare ritmo offensivo e di innescare Walter Tavares (9 punti, 9 rimbalzi), imbrigliato da un avversario che cerca di tenerlo sempre il più lontano possibile dal verniciato.
Eurolega
Il Barcellona vince a Mosca, il Real Madrid piega il Bayern
15/01/2021 A 19:28
Ognjen Dobric (13) e un pimpante Duop Reath (10 con due triple) emergono come schegge impazzite in una partita dallo spartito stranissimo, e piazzano colpi decisivi anche quando Johnny O'Bryant (8 punti, 5 rimbalzi, cavalcato a lungo nel terzo periodo) viene tenuto in panchina per un assetto più pesante con Ognjen Kuzmic (4 punti, 9 rimbalzi), grande ex della partita. Quino Colom (8 punti, 4 assist) viene in soccorso di Walden quando la difesa allungata del Real Madrid costruisce a ripetizione insidiose trappole a centrocampo per i playmaker, e la Stella Rossa, sorretta da una difesa fisica e intensa, vola anche sul +12 (58-70) nelle battute iniziali del quarto periodo. Il cuscinetto di margine in doppia cifra è oro per assorbire l'ultima sfuriata dei padroni di casa, capaci di riavvicinarsi a un solo possesso di distanza sfruttando esperienza, chimica e un paio di fischi amici nel finale.
L'uscita forzata di Rudy (11 punti, top-scorer dei suoi) apre però un altro vuoto in uno scacchiere offensivo già falciato in partenza, e il Real non trova il go-to-guy cui affidarsi per piazzare le coltellate decisive. Inutili i 10 punti a testa per Gabriel Deck (in ripresa ma ancora lontano dai suoi standard classici), Trey Thompkins (sofferente nel duello con O'Bryant) e Nicolas Laprovittola (anche 10 assist ma sporcati da percentuali scarse al tiro, 2/9, con errori gravi nel finale). Steccano Jaycee Carroll (7 punti, 2/6, impreciso e frettoloso) e Alberto Abalde, quasi dannoso nelle fasi iniziali del quarto periodo.

Real Madrid-Stella Rossa mts Belgrado 77-79

  • Real Madrid: Laprovittola 10, Causeur 2, Deck 10, Garuba 2, Tavares 9; Fernandez 11, Abalde 2, Tyus 4, Alocen, Carroll 7, Thompkins 10, Taylor 10. All.: Laso.
  • Stella Rossa: Walden 18, Radanov 6, Dobric 13, Reath 10, Kuzmic 4; O'Bryant 8, Davidovac 2, Lazic 7, Jagodic-Kuridza 3, Colom 7. N.e.: Uskokovic, Hall. All.: Radonjic.
* * *

Riguarda Real Madrid-Stella Rossa mts Belgrado in VOD (Contenuto Premium)

Premium
Basket

Real Madrid - Stella Rossa

02:27:03

Replica
Eurolega
Il play-centro: Milano sbanca Berlino con l'unicità di Hines
15/01/2021 A 10:50
Eurolega
Gara-5: cabala e storia sono in favore dell'Olimpia Milano
04/05/2021 A 11:07