Una lunga regular season di Eurolega è in archivio, 34 partite che hanno designato le 8 partecipanti ai playoff a partire dal 20 aprile (tutto LIVE e on-demand su Eurosport). Prima di tuffarsi nella fase calda che eleggerà le partecipanti alla Final Four di Colonia, è tempo di assegnare i premi per i migliori giocatori a livello individuale della stagione: chi è stato il miglior allenatore? Chi il miglior giovane? Chi la sorpresa? Chi il miglior difensore? Chi l'MVP? E chi a comporre il quintetto ideale? Ecco i voti del team basket di Eurosport al termine della regular season.

1. Miglior giovane

Quasi un plebiscito per Rokas Jokubaitis dello Zalgiris Kaunas come "Rising Star": per il classe 2000 ci sono 7 punti di media in 21' di utilizzo, stabilmente nelle rotazioni di coach Martin Schiller, e anche 7 volte in doppia cifra a conferma che il playmaker mancino è uno destinato a grandi cose. Molto meno spazio invece per Usman Garuba, lungo ancora piuttosto grezzo del Real Madrid ma già prospetto da Draft NBA, e per Leandro Bolmaro, point guard argentina del Barcellona dotato di atletismo e istinto rari per uno del suo ruolo.
Eurolega
Il tabellone dei playoff: Milano sfida il Bayern Monaco
12/04/2021 A 19:06
https://i.eurosport.com/2021/04/16/3115588.png

2. Miglior allenatore

C'è un solo motivo se il Bayern Monaco è stato la sorpresa della stagione andando ben oltre le previsioni stagionali che lo vedevano navigare in fondo alla classifica: Andrea Trinchieri. Il coach milanese e il suo staff hanno fatto un lavoro straordinario, tutto il roster è cresciuto e il club ha staccato il traguardo storico di diventare il primo tedesco ai playoff. Il carisma dell'istrionico "Trinca" è stato la chiave del successo dei bavaresi. Menzione meritata e non scontata per Sarunas Jasikevicius che è stato messo al comando della "fuori serie" Barcellona e l'ha condotta al primo posto con autorità.
https://i.eurosport.com/2021/04/16/3115584.png

3. Giocatore sorpresa

Maggioranza netta anche per il giocatore sorpresa ovvero Achille Polonara. Il mancino ex Sassari e Reggio Emilia in questa stagione si è trasformato in un giocatore vero da Eurolega riuscendo a coprire il vuoto al Baskonia lasciato da un colosso come Toko Shengelia. Oltre 12 punti, 6 rimbalzi e 2 assist in 30' per il "Pupazzo" che nella passata stagione viaggiava a circa 3 punti in 12'. Menzione meritata anche per Simone Fontecchio, che alla prima stagione a questo livello con l'Alba Berlino ha ben figurato viaggiando a 10 punti in 24' sul parquet. Grande crescita e ruolo da protagonisti anche per Jordan Loyd con la Stella Rossa (17 di media con anche due prove oltre i 30 punti) e Wade Baldwin al Bayern Monaco (15 punti con 4 assist di media), bravo a riscattare un'annata deludente all'Olympiacos.
https://i.eurosport.com/2021/04/16/3115591.png

4. Miglior difensore

Si va principalmente coi lunghi per il miglior difensore, anche se totalmente diversi. La maggioranza dei voti va per Walter Tavares, il gigante di 220 centimetri del Real Madrid, un vero e proprio "portiere" da quasi 2 stoppate di media in grado di oscurare il ferro come nessuno. L'altro è Kyle Hines, il pivot di neanche 2 metri dell'Olimpia Milano che, al netto dei 34 anni, è quanto di più moderno si possa volere per la sua incredibile capacità di ruotare, di cambiare sugli esterni e di proteggere il ferro puntando su tempismo e capacità di lettura. Hines è il principale motivo del successo della difesa dell'AX Armani Exchange, assieme a Shavon Shields, l'ala di passaporto danese che è senza dubbio uno dei migliori difensori sugli esterni d'Europa.
https://i.eurosport.com/2021/04/16/3115586.png

5. MVP, miglior giocatore

Per il premio di MVP, miglior giocatore, ci sono due candidati, entrambi balcanici di provenienza. La maggioranza dei voti è per Nikola Mirotic, montenegrino di passaporto spagnolo, la stella del Barcellona capolista: l'ex giocatore NBA ai Bulls tra le altre è protagonista di un'annata di clamorosa sostanza e solidità da 17 punti e 6 rimbalzi di media in 25' con percentuali al tiro irreali (65% da due, 42% da tre, 86% ai liberi) e andando in doppia cifra in 24 delle 26 gare disputate. L'alternativa è Vasilije Micic, guardia serba che è stata la stella assoluta dell'Anadolu Efes, l'unico a giocare a livello altissimo per tutto il campionato, anche durante la prima metà molto difficile per i turchi: 16 punti e 5 assist di media col 56% da due e il 35% da tre, più una clamorosa gara da 37 punti con 44 di PIR per il probabile futuro giocatore dei Thunder in NBA.
https://i.eurosport.com/2021/04/16/3115589.png

Il quintetto ideale: Micic, De Colo/Baldwin, Lucic, Mirotic, Tavares

  • Guardie che hanno ricevuto voti: Vasilije Micic, Shane Larkin (Anadolu Efes), Kevin Pangos (Zenit), Nando De Colo (Fenerbahce), Wade Baldwin (Bayern Monaco).
https://i.eurosport.com/2021/04/16/3115582.png
  • Ali (piccole e grandi) che hanno ricevuto voti: Nikola Mirotic, Corey Higgins (Barcellona), Vladimir Lucic (Bayern Monaco), Shavon Shields, Kevin Punter (Milano), Jan Vesely (Fenerbahce).
https://i.eurosport.com/2021/04/16/3115577.png
  • Centri che hanno ricevuto voti: Walter Tavares (Real Madrid), Jan Vesely (Fenerbahce).
https://i.eurosport.com/2021/04/16/3115580.png
Hanno collaborato: Marco Arcari, Mario Castelli, Daniele Fantini, Davide Fumagalli, Andrea Meneghin, Hugo Sconochini, Andrea Solaini, Niccolò Trigari.

Top 10: le migliori giocate della regular season di Eurolega

Eurolega
L'Eurolega diventa SuperLega: torneo chiuso dal 2023-24!
13/05/2021 A 10:08
Eurolega
Final Four: Barcellona-Olimpia Milano e CSKA-Efes a Colonia
07/05/2021 A 10:13