Due giorni fa, nella trasferta greca contro il Panathinaikos, Daniel Hackett scriveva la sua miglior prestazione della stagione con 17 punti, 6 assist e 5 rimbalzi. Oggi, il playmaker azzurro fa ancora meglio, coronando una settimana stellare: 27 punti (soltanto due in meno del suo career-high), 4 assist, 5 rimbalzi, 8 falli subiti, 38 complessivo di valutazione e una serie di giocate chiave nel crunch-time, compreso l'and-one in penetrazione per il +7 a 1'40" dalla sirena. L'esplosione di DH mette una pezza alla pesante assenza di Will Clyburn e spinge il CSKA Mosca (12-7) al secondo successo consecutivo: il 90-83 sull'Asvel (8-10) vale la salita al quinto posto in classifica con sorpasso sull'Olimpia Milano (11-6), avversaria della prossima settimana ma con due gare in meno per i tanti rinvii per covid.
Hackett trova sostegno in Alexey Shved (17), partito fortissimo, poi sparito a cavallo dei due periodi centrali, ma tornato caldo nel finale, e in Marius Grigonis, che sembra finalmente aver risolto i problemi fisici e di ambientamento che lo hanno limitato in questa prima metà di stagione: i 16 punti dalla panchina fanno eco ai 19 realizzati mercoledì ad Atene (sono anche le migliori prestazioni dell'anno per il lituano).
L'Asvel incassa la quinta sconfitta nelle ultime 6 uscite perdendo contatto nell'ultimo periodo dopo tre quarti giocati alla pari. Non servono la fiammata di Marcos Knight (16 punti, career-high) e l'ottimo primo tempo di James Gist (14+8 rimbalzi), vero totem su entrambe le metacampo per larghi tratti di gara. Chris Jones (12) si ritrova presto limitato dai falli, mentre Elie Okobo conferma il momento di flessione realizzando sì 15 punti ma con 5 palle perse e percentuali basse al tiro (4/13).
Eurolega
Il Barcellona si vendica sull'Efes, il Monaco sorprende il Bayern
13/01/2022 A 22:42
Nell'altro match di serata, il Real Madrid (15-3) mantiene alta la pressione sul Barcellona capolista (16-4) festeggiando il quarto successo consecutivo dopo tre gare rinviate per l'enorme focolaio di covid che ha colpito la squadra a cavallo tra 2021 e 2022. A farne le spese è il Baskonia (7-12), rullato pesantemente per la terza volta in stagione (due in Eurolega e una in ACB) ma in evidente ritardo di condizione atletica per analoghi problemi relativi al virus risolti soltanto a ridosso del match, il primo in assoluto disputato nel 2022 dalla formazione di coach Neven Spahija.
Nonostante le assenze di Walter Tavares e Rudy Fernandez (ancora bloccati dal covid), il Real gioca una pallacanestro offensiva meravigliosa, prendendo immediatamente in mano l'inerzia della partita con il +8 del primo quarto (25-17) trasformato poi in un grasso +15 (50-35) all'intervallo lungo. La scarsa consistenza difensiva ospite permette ai blancos di esprimersi con tutti i suoi protagonisti: al clinic iniziale di Guerschon Yabusele (17 punti, 8 rimbalzi), incontenibile nel primo tempo, seguono le pennellate di Vincent Poirier (11+8, ottimo nel rimpiazzare Tavares in vernice) e Anthony Randolph, frenato da una condizione atletica ancora molto blanda ma già capace di incidere a livello stellare (13 punti e 12 rimbalzi in soli 13 minuti dalla panchina). Tra gli ex-infortunati illustri, fa scintille il rientro di Alberto Abalde (15) ma soprattutto quello di Trey Thompkins, autore di 10 punti in 13' nella sua prima partita di Eurolega della stagione. Molto positivo anche l'impatto di Jeffery Taylor, che aggiunge anche 10 punti alla solita serata di enorme dedizione difensiva.
Il Baskonia vede interrompersi la mini-striscia di due successi consecutivi costruita nei giorni finali del 2021 e mostra difficoltà di organico che dovranno essere tamponate con un ritorno sul mercato per rimpiazzare la perdita di Landry Nnoko. Wade Baldwin segna 16 punti con 6 assist giocando però una pallacanestro ai margini del sistema, Steven Enoch ne aggiunge 11 perdendo però in maniera netta la battaglia sotto i tabelloni e ritrovandosi limitato da problemi di falli, mentre Alec Peters, recuperato dopo un lungo stop, partecipa con 8 punti e 5 rimbalzi alla sua prima partita ufficiale della stagione. Serata di impatto negativo per Simone Fontecchio: l'azzurro non riesce a incidere offensivamente dalla panchina, fermandosi a soli 2 punti in 14 minuti opachi.

CSKA Mosca-LDLC Asvel Villeurbanne 90-83

  • CSKA: Hackett 27, Shved 17, Kurbanov 1, Shengelia 6, Milutinov 12; Lundberg 2, Bolomboy, Ukhov 6, Voigtmann 3, Grigonis 16. N.e.: Khomenko, Ivlev. All.: Itoudis.
  • Asvel: Okobo 15, Jones 12, Knight 16, Osetkowski 5, Fall 5; Kahudi 7, Lacombe 4, Diot 3, Gist 14, Strazel 2, Antetokounmpo. N.e.: Howard. All.: Parker.

Real Madrid-Bitci Baskonia Vitoria Gasteiz 89-74

  • Real Madrid: Causeur 7, Abalde 15, Taylor 10, Yabusele 17, Poirier 11; Williams-Goss, Randolph 13, Heurtel 3, Hanga, Llull 3, Thompkins 10. N.e.: Alocen. All.: Laso.
  • Baskonia: Baldwin 16, Granger 8, Giedraitis 10, A. Peters 8, Enoch 11; L. Peters 6, Sedekerskis 4, Fontecchio 2, Costello 9, Kurucs. N.e.: Barrera. All.: Spahija.
Eurolega
Il CSKA sotterra il Panathinaikos nell'unico match di serata
12/01/2022 A 22:15
Eurolega
Milano eroica a Barcellona: vittoria 75-73 in rimonta!
11/01/2022 A 22:00