L'AS Monaco è stato, assieme al Fenerbahçe, la squadra maggiormente penalizzata nel record in classifica dall'esclusione delle squadre russe. Ma la matricola del Principato continua a tenere saldissima la sua candidatura per i primi playoff della storia. Il successo contro l'Olympiacos permette al Monaco di rafforzare l'ottavo posto con un bilancio di 12-13, ma, soprattutto, rappresenta il terzo atto di forza nell'ultimo mese dopo quelli espressi contro Fenerbahçe e Anadolu Efes Istanbul, tutte avversarie di grande livello.
La partita si spacca nel secondo periodo, dove il Monaco piazza un parzialone di 29-9 per lanciarsi sul +17 (48-31) all'intervallo lungo. La squadra di coach Sasa Obradovic approccia in maniera convincente anche la ripresa, toccando il +20 all'ultimo riposo, e può gestire nel finale, arrivando a raggiungere anche un massimo vantaggio di 27 lunghezze. Mike James è ancora una volta MVP con 25 punti e 4 assist, spalleggiato da Dwyane Bacon (15), Paris Lee (13+5 assist) e Donta Hall (12). Per i Reds, fermi a un modesto 8/27 dall'arco, inutili i 18 a testa per Sasha Vezenkov e Moustapha Fall.
Eurolega
Milano in crisi mentale: la pressione è il nuovo avversario da battere
23/03/2022 ALLE 10:21
Il successo del Monaco si traduce anche in un favore indiretto all'AX Armani Exchange Milano. L'Olympiacos mantiene il terzo posto ma frenato a 17-9, con una sola vittoria di vantaggio sulla squadra di coach Ettore Messina, quarta a 16-8 ma con scontro diretto a sfavore.

AS Monaco - Olympiacos Pireo 92-72

  • Monaco: Lee 13, Westermann 3, Diallo 9, Motum 8, Motiejunas 2, Hall 12, James 25, Thomas 5, Boutsiele, Bacon 15, Ouattara. N.e.: Faye. All.: Obrdadovic.
  • Olympiacos: Fall 18, Martin, Vezenkov 18, Walkup 6, Dorsey 15, Larentzakis, McKissic 5, Sloukas 6, Printezis, Papanikolaou 2, Jean-Charles 2. N.e.: Acy. All.: Bartzokas.
* * *
L'Asvel torna a vincere in trasferta per la prima volta dal 26 novembre. Il successo esterno sul parquet della Zalgirio Arena vale l'8-17 in classifica, ormai inutile per re-inserirsi nella volata playoff, ma buono per tentare di chiudere la stagione con una nota crescente dopo una lunghissima serie di risultati negativi. La squadra di coach TJ Parker si gode una serata realizzativa brillante di Elie Okobo (top-scorer con 21 punti), ma soprattutto l'exploit del giovane Victor Wembanyama, protagonista della sua miglior gara della carriera in Eurolega. Il 18enne francese mette a referto 14 punti con 6/7 al tiro, aggiungendo anche 5 rimbalzi, 5 stoppate, 2 assist e 2 palle recuperate. Lo Zalgiris, rimasto sul fondo della graduatoria (7-19) con il terzo ko interno consecutivo, ha 15 punti da Edgaras Ulanovas e 10 con 5 assist da Lukas Lekavicius.

Zalgiris Kaunas - LDLC Asvel Villeurbanne 68-72

  • Zalgiris: Nebo 4, Jankunas 10, Lukosiunas 3, Lauvergne 2, Giffey 5, Ulanovas 15, Webster, Blazevic, Lekavicius 10, Milaknis 11, Strelnieks, Cavanaugh 8. All.: Zdovc.
  • Asvel: Knight 4, Fall 8, Lighty 5, Kahudi, Diot, Jones 16, Gist 4, Strazel, Okobo 21, Wembanyama 14. N.e.: Antetokounmpo. All.: Parker.
* * *
Dopo un inizio di 2022 terrificante, segnato da otto sconfitte consecutive, il Baskonia sembra rinato. E ora, infilando la quarta vittoria in altrettante gare, tiene ancora accesa una minuscola fiammella per la qualificazione ai playoff (11-15), semplicemente impensabile soltanto un paio di settimane fa. Il largo successo sul Fenerbahçe matura nella ripresa, dove la squadra di coach Sasha Djordjevic annaspa con soli 22 punti realizzati nei due periodi finali. Il Baskonia vola sulle ali di Wade Baldwin, MVP con 24 punti, 6 rimbalzi e 6 assist, e sulle prestazioni solide dei suoi lunghi. Alec Peters segna 16 punti, Steven Enoch sfiora la doppia-doppia con 12 punti e 9 rimbalzi. Serata discreta anche per il nostro Simone Fontecchio, autore di 10 punti con 3 rimbalzi e 2 assist in 27 minuti. Il Fenerbahçe, al quarto ko consecutivo dopo la grande fiammata vissuta tra gennaio e febbraio, precipita a 9-14: i playoff, adesso, sono quasi un miraggio.

Bitci Baskonia Vitoria Gasteiz - Fenerbahçe Beko Istanbul 77-62

  • Baskonia: Enoch 12, Costello 3, Baldwin 24, Sedekerskis, Granger, Fontecchio 10, Peters 16, Giedraitis 12, Kurucs, Marinkovic. N.e.: Barrera, Raieste. All.: Spahija.
  • Fenerbahçe: Hazer 4, Shayok 3, Mahmutoglou, Floyd 2, Booker 9, Polonara 2, De Colo 8, Henry 3, Pierre 4, Guduric 12, Vesely 15. N.e.: Barthel. All.: Djordjevic.
* * *
La classifica di Eurolega senza le tre squadre russe:
1.FC Barcellona*205
2.Real Madrid*187
3.Olympiacos Pireo*179
4.AX Armani Exchange Milano*168
5.Anadolu Efes Istanbul1410
6.FC Bayern Monaco1211
7.Maccabi Playtika Tel Aviv1211
8.AS Monaco1213
9.Stella Rossa mts Belgrado1113
10.Bitci Baskonia Vitoria Gasteiz1115
11.Fenerbahçe Beko Istanbul914
12.Alba Berlino914
13.LDLC Asvel Villeurbanne817
14.Panathinaikos Opap Atene717
15.Zalgiris Kaunas719
Eurolega
L'Efes piega il Real, il Barcellona sbanca Berlino, Bayern ko ad Atene
22/03/2022 ALLE 22:26
Eurolega
Milano sprofonda a Tel Aviv: brutta sconfitta 75-58 contro il Maccabi
22/03/2022 ALLE 21:02