Naz Mitrou-Long è il nome del momento a Milano. Non solo per la super-prestazione da 23 punti con 7 triple con cui domenica ha permesso all'Olimpia di risolvere la partita con Trieste. Ma perché, in questo periodo, sembra essere l'unico giocatore realmente efficace e produttivo della squadra di coach Ettore Messina, invischiata in un grave down offensivo generalizzato dovuto a una chimica ancora lacunosa e ai tanti infortuni sofferti contemporaneamente nel back-court.
In Eurolega, dove Milano fa convivere in modo estremamente peculiare la miglior difesa (72.5 subiti a gara) e il peggior attacco del torneo (69.5 segnati), Mitrou-Long ha debuttato soltanto alla 6a giornata dopo un lungo stop per un infortunio muscolare sofferto in Supercoppa. Fino a quel momento era stato oscuro in pre-season e confusionario nella stessa gara di Supercoppa, persa contro la Virtus. Ma, una volta toccato il palcoscenico più importante d'Europa per la prima volta in carriera, si è trasformato in una macchina offensiva di lusso. La stessa vista lo scorso anno a Brescia, e che ha convinto l'Olimpia a dargli una chance.

Naz Mitrou-Long al tiro contro Sergio Rodriguez, EA7 Emporio Armani Milano-Real Madrid, Euroleague 2022-23

Credit Foto Getty Images

Serie A
Le triple di Naz, gli squilli di Della Valle: i 5 temi della 7a giornata
21/11/2022 ALLE 09:58

I numeri stellari di Naz Mitrou-Long

11 punti e 4 assist contro il Real Madrid. 13+4 contro la Virtus. 19 contro lo Zalgiris, unica scintilla in una partita dai contorni offensivi preoccupanti. 6/12 da due (50%) e 8/15 da tre (53.3%) complessivo. Sono numeri brillanti, in controtendenza positiva rispetto al momento di grossa involuzione della squadra. Numeri che lo collocano addirittura al terzo posto nella speciale classifica dei migliori attaccanti d'Europa.
GiocatorePossessiPuntiPunti per possesso
1. Sasha Vezenkov14.920.01.35
2. Johnathan Motley11.815.11.29
3. Naz Mitrou-Long11.314.31.27
4. Mathias Lessort11.013.11.19
5. Nicolas Laprovittola12.815.51.19
Nonostante un ruolo in uscita dalla panchina, Mitrou-Long gestisce 11.3 possessi di media a gara producendo 14.3 punti, pari a 1.27 per possesso giocato. Si piazza alle spalle soltanto di Sasha Vezenkov (Olympiacos Pireo), che sta tenendo ritmi da MVP assoluto, e Johnathan Motley (Fenerbahçe Istanbul), straordinario nella sua stagione da rookie che lo vede già leader per punti segnati al ferro con una percentuale stellare del 73%.
Con una striscia aperta di quattro sconfitte consecutive, un bilancio di 0-3 in casa e il doppio impegno in arrivo contro Efes e Fenerbahçe, è quasi scontato che Mitrou-Long sia l'osservato speciale della settimana. L'Olimpia si affiderà al suo estro, nella speranza di aver ritrovato fiducia collettiva con il season-high da 98 punti di domenica contro Trieste e di ricevere già un aiuto solido dal neo-acquisto Timothé Luwawu-Cabarrot.
Eurolega
Milano ultima e in striscia negativa record: la stagione è da buttare?
UN' ORA FA
Eurolega
Messina: "Male gli ultimi due minuti, sconfitta dolorosa e incredibile"
13 ORE FA