Spagna-Francia, come undici anni fa, nella finale di Eurobasket 2011 a Kaunas. Quella partita consegnò il secondo oro della storia alla nazionale di coach Sergio Scariolo, bis del trionfo di due anni prima in Polonia. Per la Francia fu invece il viatico per la conquista del titolo due anni dopo, nel 2013, una "prima volta" marchiata da un torneo eccezionale di Tony Parker.
Spagna e Francia si sono assestate come le due grandi potenze continentali dell'ultimo decennio. Hanno rimpiazzato nazionali storiche, dalla Lituania, battuta due volte in finale (nel 2013 dalla Francia e nel 2015 dalla Spagna), alla Serbia, alla Grecia e a quel che resta oggi dell'ex-Unione Sovietica. L'unico intermezzo è stata la cavalcata miracolosa della Slovenia del giovane Luka Doncic, capace di shockare l'Europa nel 2017. Ma il sogno di aprire un nuovo ciclo balcanico si è ridotto in cenere dopo l'impronosticabile ko nei quarti di finale contro la Polonia.

Il periodo magico di coach Sergio Scariolo

Europei
Spagna-Francia, finale Europei 2022: quando e dove vederla
17/09/2022 ALLE 10:54
Tre volte campione nelle ultime cinque edizioni di Eurobasket, la Spagna vive su un unico minimo comun denominatore. Coach Sergio Scariolo. Tre ori e un bronzo europei. Un oro mondiale. Un argento e un bronzo olimpico. L'attuale tecnico della Virtus Bologna ha avuto la capacità di coltivare e gestire un periodo storico dorato della Roja, portandola a una serie straordinaria di medaglie. Vero, il talento a disposizione, specialmente a cavallo tra i primi due decenni del nuovo millennio, è sempre stato incredibilmente abbondante. Ma il merito di Don Sergio è stato quello di essere riuscito a gestirlo e incanalarlo nella sua miglior versione possibile. E, in questo preciso momento, di fungere da grande anello di congiunzione per la nuova generazione. L'unico reduce del primo oro del 2009 è il 37enne Rudy Fernandez. Tutto il resto è frutto di una lunga trafila lavorativa.

Sergio Scariolo e Lorenzo Brown, Spagna, Eurobasket 2022

Credit Foto Getty Images

I frutti del lungo lavoro di Vincent Collet

Ma anche la Francia ha, nel suo piccolo, il suo grande demiurgo. Proprio come Scariolo, coach Vincent Collet siede sulla panchina transalpina dal lontano 2009. E, nel tempo, ha portato a vette impensabili la rappresentativa di un movimento cestistico che soltanto negli ultimissimi anni sta ampliando la propria base qualitativa in patria. Un oro, un argento e un bronzo europeo. Due bronzi mondiali. Un argento olimpico, conquistato lo scorso anno a Tokyo. La bacheca di Collet è molto ricca, anche se di metallo meno prezioso rispetto a quella di Scariolo. E, come per la Roja, anche per i Bleus c'è soltanto un reduce di quell'oro del 2013, il 33enne Thomas Heurtel, straordinario protagonista nelle partite della fase a eliminazione diretta. Ed è strano pensare che, se non avesse rescisso in fretta e furia il contratto firmato con lo Zenit San Pietroburgo in estate, Heurtel non sarebbe potuto essere agli Europei, fermato dal diktat della Federazione che non avrebbe accettato giocatori in forza a squadre russe.

Coach Vincent Collet a colloquio con Evan Fournier

Credit Foto Getty Images

Un pronostico impossibile

Spagna-Francia è una partita senza pronostico. Apertissima a qualsiasi risultato. La Francia sta toccando il suo apice dopo l'argento dello scorso agosto a Tokyo. La Spagna è invischiata in un processo di ricambio generazionale in cui è riuscita comunque a mantenere altissima la competitività. I Bleus sono più atletici e fisici, ma non necessariamente più impenetrabili nella metacampo difensiva. Nel finale della partita contro la Germania, coach Scariolo ha soffocato l'entusiasmo della squadra di casa e di Dennis Schröder con una difesa box-and-one d'antologia. E Lorenzo Brown, ormai archiviata la sua controversa pratica di naturalizzazione, sta giocando un basket semi-perfetto, così da pareggiare, anche sugli esterni, la quantità di talento a disposizione.

Spagna - Francia: quando e dove vederla

La sfida tra Spagna e Francia, valida per i quarti di finale di Eurobasket 2022, si giocherà domenica 18 settembre 2022, alle ore 20.30, sul parquet della Mercedes-Benz Arena di Berlino, in Germania. La partita sarà trasmessa in TV su Sky Sport Uno (201) e Sky Sport Arena (204) con telecronaca di Flavio Tranquillo e commento tecnico di Davide Pessina, mentre in LIVE-Streaming sarà visibile su NOW TV ed ELEVEN Sports.

Pozzecco, la mia Nazionale: da giocatore a CT una vita in azzurro

Basket
Scariolo: "Gruppo batte talento: siamo stati più squadra degli altri"
21/09/2022 ALLE 15:04
Europei
Il capolavoro di Sergio Scariolo: vincere attraverso due generazioni
19/09/2022 ALLE 15:36