Dopo una vittoria del genere, totalmente inaspettata contro una Serbia sulla carta di un altro pianeta, è giusto fare gli applausi a tutto il roster della Nazionale e all’intero staff. Tuttavia, è anche doveroso evidenziare che alcuni sono stati protagonisti più di altri, con prestazioni epiche. Tra questi, Nicolò Melli, che ha messo a referto 21 punti, 6 rimbalzi e 4 assist in una partita in cui il suo compito principale era quello di limitare, se possibile, Nikola Jokic. Il centro dei Denver Nuggets è stato un fattore pesantissimo, una tassa da pagare. Melli però ha dato il meglio di sé in difesa e non si è fatto mancare una stoppata iconica sul gigante serbo.
Il giocatore dell’Olimpia Milano ha commentato così a LaGazzetta dello Sport il successo: “Vittoria importante, ce la godiamo per qualche ora, poi resettiamo e iniziamo a recuperare energie, mentali e fisiche. Non sono incredulo, bisogna credere in se stessi”.
Europei
Spissu ridà la carta di credito a Pozzecco: "Ma la Smart qui dietro?"
12/09/2022 ALLE 14:59
Il numero 9 dell’Italia ha spiegato qual è stato l’approccio ad una partita così difficile: “Non siamo entrati in campo pensando di perdere. Sappiamo che quando giochiamo come una squadra siamo pericolosi e oggi abbiamo vissuto un’emozione bellissima che resterà con noi a prescindere da come andrà questo torneo”. Infine, ha raccontato gli ultimi atti del match: “Quando ho capito che potevamo farcela? Solo alla fine. Jokic ha fatto quel gioco da 4 punti, queste partite restano molto aperte, dalla panchina continuavo a calmare i compagni in campo. Ma a meno di 2 minuti dalla fine, con noi ancora sopra di 10, ho iniziato a crederci”.

Fontecchio: "Contento di poter aiutare la squadra in ogni modo"

Europei
Il coach fa la differenza? Pozzecco ha messo la sua faccia per l'Italia
12/09/2022 ALLE 11:29
Serie A
Show di Milano! Hines ricama, Melli vola a schiacciare
10/06/2022 ALLE 20:46