Un anno dopo la tragica scomparsa di Kobe Bryant e sua figlia Gianna, continuano le manifestazioni d’affetto per il Black Mamba e la Mambacita. Il Mondo intero si è tinto di giallo viola per Bryant che da oggi, a Reggio Emilia, avrà anche una piazza a nome suo e di sua figlia Gianna.
L’idea è stata lanciata dal comune di Reggio Emilia proprio perché Kobe era nato sì a Philadelphia ma era anche orgogliosamente Reggiano. In Italia Kobe aveva passato i primi anni di vita e qui aveva iniziato a giocare a basket sulle orme del padre Joe, a Rieti, Reggio Calabria, Pistoia e infine Reggio.

Kobe Bryant, a Reggio Emilia una piazza intitolata al campione Nba e a sua figlia Gianna

Credit Foto Getty Images

NBA
Atlanta e Gallinari fermano i Suns, Denver batte i Knicks
UN' ORA FA
Nella ricorrenza della scomparsa dunque, il comune di Reggio ha voluto ricordare Kobe e Gianna, dedicando loro uno spazio in città che prende il nome di “Largo Kobe e Gianna Bryant” e nasce da un intervento di riqualificazione di un’area vicino al PalaBigi di Via Guasco, nel cuore di Reggio. Nello stesso spazio è stato piantato un Ginkgo Biloba, dedicato a Kobe e Gianna, una targa commemorativa e una mostra fotografica che ripercorre il passato di Kobe.

Kobe Bryant, a Reggio Emilia una piazza intitolata al campione Nba e a sua figlia Gianna

Credit Foto Getty Images

Ad omaggiare il campione e sua figlia, non solo personalità reggiane ma anche giocatori come Niccolò Melli, nato a Reggio Emilia proprio il 26 gennaio di 30 anni fa, e anche Gigi Datome, per parlare del legame del Mamba con la città di Reggio.

Kobe Bryant un anno dopo: l'addio di una leggenda

Serie A
Derek Willis è un fulmine: schiacciata pazzesca da canestro subito
9 ORE FA
Serie A
Burnell inchioda la stoppata, Spissu piazza la tripla in contropiede
9 ORE FA