Incredibile a Dongguan! L'Argentina batte 97-87 la Serbia e strappa il pass per le semifinali della FIBA World Cup in Cina dove sfiderà la vincente tra Francia e Stati Uniti. Nell'altro match di giornata non tradisce la Spagna di Sergio Scariolo che supera 90-78 una coriacea Polonia e ora attenderà chi sopravvive dalla sfida tra Australia e Repubblica Ceca.

Argentina-Serbia 97-87

Mondiali
FIBA World Cup 2019: gironi, calendario, risultati e formula dei Mondiali di basket in Cina
15/09/2019 A 14:00

Un autentico capolavoro quello firmato dalla "Albiceleste" che supera con merito e una gara ai limiti della perfezione la corazzata di Sasha Djordjevic, per tutti la grande favorita per il titolo mondiale. E invece, dopo la sconfitta non certo preventivata contro la Spagna, i serbi vengono superati dal cuore enorme della Seleccion che, trascinata da Facundo Campazzo e dal 39enne Luis Scola, comanda dall'inizio alla fine e si prende una piccola rivincita per la sconfitta nella finale del Mondiale 2002 a Indianapolis (vittoria dell'allora Jugoslavia in overtime).

L'Argentina, arrivata imbattuta ai quarti, dimostra fin dall'inizio di avere qualcosa in più della Serbia, come sempre un po' sorniona e attendista, forte delle proprie certezze, del proprio talento e di una superiorità fisica evidente. Però la Seleccion ha un cuore enorme e chiude il primo tempo avanti 54-49, grazie ad un gioco spumeggiante (14 assist) e al 9 su 16 da tre. Nella ripresa la reazione della Serbia arriva, spinta dalla classe delle stelle NBA Jokic, Bogdanovic e Bjelica, mette anche la testa avanti (70-68 con una tripla di Guduric a inizio 4°) ma l'Argentina non sta a guardare, risponde grazie a Scola e Garino, e poi nel finale sono Laprovittola, Campazzo e Deck con rubata e schiacciata a chiudere il discorso. Al suono della sirena esplode la festa degli argentini mentre per i serbi l'avventura mondiale finisce malissimo.

L'esultanza della panchina Argentina per il successo a sorpresa sulla Serbia che ha regalato l'approdo alle semifinali, Getty Images

Credit Foto Getty Images

L'Argentina, senza giocatori NBA, ha cinque uomini in doppia cifra e chiude con un notevole 12 su 27 da tre: brilla Facundo Campazzo con 18 punti, 12 assist, 6 rimbalzi e 3 palle rubate, molto bene Garino, 15 con 3 bombe, ma a spiccare è Luis Scola, 39 anni, ultimo reduce della mitica "Generacion Dorada", autore di 20 punti. Alla Serbia non bastano i 21 punti di Bogdanovic, i 18 di Bjelica e i 16 (solo 2 nella ripresa) con 10 rimbalzi e 5 assist di Nikola Jokic.

Spagna-Polonia 90-78

Nessuna sorpresa a Shanghai dove la Spagna, seppur con qualche difficoltà, supera la sorprendente Polonia, brava a restare a contatto fino praticamente alla fine. La squadra di Sergio Scariolo, rinfrancata dalla grande vittoria sulla Serbia, tiene sempre la testa avanti (46-41 all'intervallo) e poi nel finale trova lo strappo decisivo con Willy Hernangomez che segna 9 punti di fila nel momento più complicato delle Furie Rosse. Il centro di Charlotte completa un gioco da tre punti per il 79-72 (la Polonia era tornata a -4), poi è Ricky Rubio con due bombe a firmare il +13 e a chiudere il discorso.

Rubio, futuro playmaker dei Phoenix Suns, è il migliore con 19 punti e 9 assist, bene anche Willy Hernangomez con 18 punti, e Rudy Fernandez, 16 con 5 su 5 da tre. Per la Polonia spiccano i 19 della guardia naturalizzata AJ Slaughter, i 15 di Waczynski e i 9 punti con 11 rimbalzi di Ponitka.

Marc Gasol lors du Mondial 2019

Credit Foto Getty Images

Il grande basket torna su Eurosport

Al termine dei Mondiali di Cina, il grande basket italiano ed europeo è pronto a tornare sugli schermi di Eurosport ed Eurosport Player: abbonati subito per non perdere nemmeno una partita di Supercoppa, Serie A, Coppa Italia, Eurolega, Eurocup e Champions League!

Mondiali
Il cammino dell'Italia di Sacchetti ai Mondiali in Cina: avversarie, calendario e risultati
08/09/2019 A 14:30
Tokyo 2020
Italbasket, qual è stata la partita più bella nella storia delle Olimpiadi?
31/05/2020 A 17:40