Si sono disputati questa notte due match del primo turno dei playoff NBA e una sentenza clamorosa è stata scritta. I Milwaukee Bucks, la formazione che aveva chiuso la stagione regolare con lo score migliore, con soli 17 ko in 73 partite, sono stati eliminati. A batterli i Miami Heat che per la quarta volta nella serie hanno dominato e battuto i Bucks. Nell’altro match i Los Angeles Lakers vincono il secondo match consecutivo e si portano in vantaggio sugli Houston Rockets.

Insomma, Milwaukee alza bandiera bianca e i segnali c’erano fin da prima del fischio d’inizio, quando Giannis Antetokounmpo si è accomodato in tribuna e non in panchina. La caviglia gonfia e il numero 1 dei Bucks che dà forfait. Miami, invece, dopo il passo falso di due giorni fa non si fa sorprendere e, ancora una volta, batte Milwaukee puntando sul gruppo, sulla squadra.

NBA
LeBron: "Il mio pensiero alle regine nere che vengono umiliate"
4 ORE FA

È il marchio di fabbrica di coach Spoelstra e non fallisce neanche oggi. Non fallisce neanche dopo il buon inizio dei Bucks, che partono meglio e chiudono il primo quarto avanti 28-19. Ma è una fiammata o, meglio, Miami non concede di più, a partire dal secondo quarto, dove Butler e compagni smettono di far avere palloni a Milwaukee, alzano il livello in attacco e chiudono con un parziale di 33-18. Nel secondo tempo, poi, match in pieno controllo degli Heat che mandano sei giocatori in doppia cifra – a dimostrazione del gioco di squadra di Spoelstra – con Butler che segna 17 punti, fa 10 rimbalzi e 6 assist. 17 punti come Goran Dragic.

Prima rimonta portata a casa, invece, per i Los Angeles Lakers. Dopo il ko in gara 1, infatti, LeBron e compagni trovano il secondo successo consecutivo e si portano avanti nella serie con Houston. Partita che si decide nel finale, con i primi tre quarti in grandissimo equilibrio, mentre è negli ultimi 12 minuti che i Lakers trovano l’allungo decisivo.

Ma se regna l’equilibrio nel primo tempo il merito è suo, di LeBron James. Che in 24 minuti segna 29 punti (sui 61 di squadra) e tiene Los Angeles in gioco. Che dall’altra parte vede un James Harden scatenato, con 33 punti, 9 rimbalzi e 9 assist. Harden che, però, quando il gioco si fa duro questa volta non si fa trovare pronto, trovando solo una tripla nell’ultimo quarto. Quando sale in cattedra Rajon Rondo, che nel secondo tempo è decisivo con i suoi 15 punti e 9 assist e che permette ai Lakers l’allungo decisivo.

I RISULTATI DELLA NOTTE

Milwaukee Bucks – Miami Heat 94-103 (Miami vince 4-1)
Houston Rockets – Los Angeles Lakers 102-112 (LAL conduce 2-1)

duccio.fumero@oasport.it

LeBron James: "Ho pensato spesso di lasciare la bolla"

NBA
Jamal Murray contro tutti: il suo Up&Under è la giocata dell'anno
7 ORE FA
NBA
I Lakers vincono gara-4 e si portano sul 3-1 contro Denver
7 ORE FA