Soltanto una la partita dei Play-offs NBA 2020 che si è disputata nella notte di Orlando: nella semifinale della Western Conference i Los Angeles Lakers colgono il terzo successo consecutivo contro gli Houston Rockets e volano sul 3-1 nella serie, regalandosi la possibilità di sbrigare la pratica già nella gara-5 in programma sabato.

HOUSTON ROCKETS – LOS ANGELES LAKERS 100-110 (22-26, 19-31, 29-29, 30-24) [1-3 nella serie]

NBA
Gomitata di Murray, James non si lamenta: "Non lo ha fatto apposta"
16 ORE FA

La sconfitta di gara-1 sembra ormai ampiamente dimenticata: i Los Angeles Lakers piegano gli Houston Rockets con il punteggio di 110-100 e prendono saldamente in mano la serie, che ora li vede comandare per 3-1. Una partita che si decide già nel primo tempo, complice una partenza davvero molle dei texani che mancano completamente l’approccio a livello mentale: la franchigia californiana ne approfitta e arriva all’intervallo con un vantaggio di 16 punti, costruito perlopiù durante il secondo quarto. La reazione della squadra allenata da Mike D’Antoni è tardiva e giunge solamente nell’ultimo periodo, in concomitanza con un rilassamento troppo anticipato dei giallo-viola: inutile il parziale di 18-2 che serve solamente a rendere meno amaro il passivo.

L’MVP del match è senza dubbio Anthony Davis, che sfrutta la mancanza di un lungo in grado di contrastarlo nei Rockets e mette in enorme difficoltà la difesa biancorossa: il suo bottino parla di una pesante doppia doppia da 29 punti (10/18 al tiro dal campo) e 12 rimbalzi. Sfiorano la tripla doppia LeBron James, autore di 16 punti, 15 rimbalzi e 9 assist, e un ormai ritrovato Rajon Rondo, che chiude con 11 punti, 10 rimbalzi e 8 assist. Bene anche Alex Caruso (16 punti) che firma la tripla che, sostanzialmente, manda i titoli di coda alla sfida. Per i Rockets non paga la strategia del quintetto piccolo: statisticamente il migliore è Russell Westbrook, che segna 25 punti (ma 10 dei quali nell’ultimo quarto, a giochi ormai fatti), mentre James Harden tira con un bassissimo 2/11 dal campo e delude soprattutto dal punto di vista caratteriale, nonostante una doppia doppia da 21 punti e 10 assist.

antonio.lucia@oasport.it

Lebron: "Il 24/08 con punteggio di 24-8 ne ero certo: Kobe era con noi!"

NBA
Le giocate della notte: tutto il repertorio di Jamal Murray
16 ORE FA
NBA
Un grande Murray guida Denver all'1-2 nella serie con i Lakers
17 ORE FA