E' stato un ultimo giorno di mercato degli scambi molto intenso in NBA, con tantissimi movimenti di giocatori. Oltre alla trade che ha coinvolto Nicolò Melli, passato da New Orleans a Dallas, diverse altre operazioni hanno coinvolto anche nomi importanti, alcuni All Star, come Vucevic finito ai Chicago Bulls o Victor Oladipo che si è accasato ai Miami Heat. Gli Orlando Magic hanno deciso di smobilitare, spedendo anche Gordon a Denver e Fournier a Boston, mentre i Los Angeles Clippers aggiungono un pezzo importante in chiave playoff come Rajon Rondo, campione NBA lo scorso anno coi Lakers. A proposito di Lakers, che non avranno per oltre un mese LeBron James, non riescono a mettere le mani su Kyle Lowry, l'esperto regista che alla fine resta a Toronto nonostante fosse il nome più caldo. Non si è mosso nemmeno Lonzo Ball, rimasto a New Orleans, così come Kelly Oubre concluderà la stagione ai Warriors che viceversa hanno ceduto Brad Wanamaker (agli Charlotte Hornets) in modo da dare a Nico Mannion minuti importanti da vice Steph Curry.

Orlando smobilita: Vucevic-Bulls, Gordon-Nuggets, Fournier-Celtics

NBA
Gordon, Lowry, Oladipo e Lonzo Ball i nomi caldi del mercato
24/03/2021 A 13:43
Il pomeriggio italiano in vista della trade deadline si apre con la cessione dei Cleveland Cavaliers di JaVale McGee ai Denver Nuggets, un lungo seguito anche da Lakers e Nets e che farà comodo da cambio di Jokic. I Nuggets però non finiscono qui perchè mettono le mani sull'atletica ala Aaron Gordon, strappato alla concorrenza dei Boston Celtics: lasciano il Colorado in direzione Orlando la guardia Gary Harris, il rookie RJ Hampton e una prima scelta al Draft 2025.
Via da Orlando, come previsto, anche l'esterno francese Evan Fournier (in scadenza di contratto), preso da Boston in cambio di due seconde scelte future e del veterano Jeff Teague, che verrà tagliato. I Celtics non riescono a rinforzarsi con altri pezzi e allora decidono di ridurre il monte salari cedendo un titolare come il lungo tedesco Daniel Theis (più l'ex triestino Javonte Green) ai Chicago Bulls in cambio di un altro lungo tedesco, Moritz Wagner, più giovane e attaccante, arrivato dagli Washington Wizards in uno scambio a tre (ai Tori anche Troy Brown, nella capitale vanno Gafford e Hutchison).
Il colpo roboante, almeno sulla carta, i Bulls lo fanno prendendo Nikola Vucevic, centro montenegrino All Star che viaggia a 24 punti e 12 rimbalzi di media, e che potrebbe essere il pezzo mancante per trasformare Chicago in una formazione da playoff avendo già una stella in ascesa come Zach LaVine. In cambio ai Magic vanno il giovane centro Wendell Carter Jr., l'esterno veterano Otto Porter (verrà probabilmente liberato via buyout) e due prime scelte al Draft 2021 e 2023 (protette Top 4). Chicago, che da Orlando riceve anche l'ala Aminu, ci ha provato anche per Lonzo Ball ma non è andato in porto lo scambio con Lauri Markkanen in direzione Pelicans.

Miami torna da corsa con Oladipo, Bjelica e Aldridge

Sono stati molto attivi negli ultimi giorni e alla fine piazzano colpi importanti i Miami Heat vice campioni NBA diretti dal "vecchio volpone" Pat Riley. Dopo aver preso Trevor Ariza dai Thunder, gli Heat aggiungono l'ala serba Nemanja Bjelica, preso dai Kings, e proprio negli ultimi minuti la guardia Victor Oladipo, uno dei nomi più chiacchierati, arrivato da Houston in cambio di Olynyk, Avery Bradley e una prima scelta 2022. L'ex Pacers non ha mai nascosto il desiderio di giocare a Miami con Jimmy Butler, e si è concretizzato dopo che gli Heat non sono riusciti a completare la trade per Lowry, vista la richiesta eccessiva dei Raptors di inserire il giovane Tyler Herro.
Inoltre Miami ha in canna un altro colpo ovvero LaMarcus Aldridge, lungo veterano dal grande repertorio offensivo che è stato liberato dai San Antonio Spurs (impossibile scambiarlo con un contratto da 24 milioni). Di fatto, nello scacchiere di Spoelstra, prenderà il posto di Olynyk ma alzando ovviamente il tasso qualitativo in attacco.

Rondo ai Clippers, Hill ai 76ers e Powell ai Trail Blazers

Alla fine Kyle Lowry è rimasto a Toronto, non sono andati in porto gli scambi "chiacchierati" per mandarlo a Phiadelphia, a Miami o ai Los Angeles Lakers, che fino all'ultimo ci hanno provato ma senza trovare la quadra. Chi lascia i Raptors sono la guardia Terrence Davis, finito ai Kings, il tiratore Matt Thomas, andato ai Jazz, e l'ottimo esterno Norman Powell, in scadenza di contratto, che va a rinforzare il reparto dei Portland Trail Blazers dove farà squadra con Lillard e McCollum. A Toronto arrivano in cambio Rodney Hood, tiratore mancino, e l'interessante Gary Trent Jr, guardia in grande ascesa specialista della difesa e del tiro da tre.
Chi fa una buona mossa sono i Los Angeles Clippers che colmano il buco in regia prendendo Rajon Rondo! Il veterano, campione NBA lo scorso ottobre coi Lakers, torna a Hollywood dopo la breve esperienza ad Atlanta: agli Hawks vanno due seconde scelte future e soprattutto Lou Williams, guardia che negli anni era diventato un simbolo dei Clippers ma che era ormai un pezzo sacrificabile sul mercato.
Cercava un playmaker anche Philadelphia, è stata in corsa per Kyle Lowry ma alla fine si è dovuta accontentare di George Hill, altro veterano NBA. Hill arriva in uno scambio a tre squadre che porta agli Oklahoma City ThunderAustin Rivers (verrà tagliato), il lungo Tony Bradley e due seconde scelte future (OKC avrà 34 picks nei prossimi 7 anni al Draft!), e ai New York Knicks l'esterno Terrance Ferguson, il centro francese Vincent Poirier (verrà tagliato) e una seconda scelta al Draft 2021.

A Los Angeles si vaccina l'ex stella Nba Magic Johnson

NBA
Westbrook ai Lakers: Los Angeles ha il suo Big Three
UN' ORA FA
NBA
Draft NBA, Cade Cunningham a Detroit come prima scelta
2 ORE FA