Tra le sei partite giocate nella notte NBA, quella più spettacolare è stata senza dubbio Boston-Golden State. Merito soprattutto di due protagonisti: Jayson Tatum e Steph Curry. Il primo ha trascinato i Celtics al successo per 119-114 con una prestazione da 44 punti e 10 rimbalzi. Ma il secondo non è stato certo da meno. Quarantesette punti a referto e questo canestro impossibile, da riguardare all'infinito. Una magia condita anche dal fallo subito e il successivo giro in lunetta per il libero supplementare, nonostante le proteste del povero Grant Williams. Ma come ha fatto?
Un'altra serata da record per Curry, che con le undici triple messe a bersaglio nella sfida è arrivato a quota 20 partite in carriera con almeno dieci tiri segnati da oltre l'arco. E nelle ultime cinque giocate, ne ha infilate addirittura 44. Un altro primato. Il figlio di Dell sta tenendo a galla i Warriors, che come noto devono fare a meno di Klay Thompson per tutta la stagione e al momento si trovano al nono posto della Western Conference.
NBA
24 anni fa "The Last Shot", l'ultimo tiro di Jordan coi Bulls
14/06/2022 ALLE 12:04

Top 10: da Curry a Chamberlain, le prestazioni più memorabili

NBA
Finals: un super Curry trascina i Warriors sull'1-1, Celtics ko
06/06/2022 ALLE 06:19
NBA
Boston domina gara-2 e pareggia la serie contro Miami: 1-1
20/05/2022 ALLE 06:48