La perizia eseguita dal National Transportation Safety Board, l'ente dei trasporti Usa, ha sancito la conclusione sul caso Kobe Bryant. A provocare lo schianto in cui persero la vita ben 9 persone, fu un errore del pilota Ara Zobayan. Secondo il rapporto, al pilota era stato proibito di attraversare la perturbazione in corso infilandosi tra le nuvole. Ma lui ignorò l'ordine, perdendo poi l'orientamento.

Il pilota ha continuato a volare nonostante le condizioni sfavorevoli

Il presidente della Ntsb Robert Sumwalt ha detto che Zobayan stava volando secondo le regole del volo a vista. A Zobayan era stato vietato di volare attraverso la copertura nuvolosa, ma lo ha fatto comunque, ha detto Sunwalt.
Basket
A Reggio Emilia nasce il "Largo Kobe e Gianna Bryant"
26/01/2021 A 12:46

Nash ricorda Kobe Bryant: “Un padre incredibile”

L'aereo non era in uno schema di volo controllato quando si è schiantato contro la collina vicino a Las Virgenes Road e Willow Glen Street. Secondo gli investigatori federali Zobayan, potrebbe aver "percepito male" gli angoli in cui stava scendendo e virando. Inoltre, un controllore di volo aveva proibito al pilota di proseguire nella nebbia. Secondo gli investigatori, il controllore avrebbe interrotto il collegamento perché il radar non poteva essere mantenuto all'altitudine in cui stava volando l'elicottero.
Il verdetto sulle cause dell'incidente arriva sulla scia delle accuse della vedova dell'ex stella Nba. Vanessa Bryant e i parenti delle altre vittime hanno accusato la società proprietaria dell'elicottero, sul quale non era installata la scatola nera, non necessaria.

Kobe Bryant un anno dopo: l'addio di una leggenda

NBA
Un anno senza Kobe Bryant: una ferita che ancora sanguina
25/01/2021 A 16:34
NBA
I murales più belli dedicati a Kobe Bryant e Gianna
25/01/2021 A 16:35