Nella serata di oggi si sono disputate cinque partite valevoli per la stagione NBA 2020-2021. Vincono i Miami Heat, gli Charlotte Hornets, gli Utah Jazz, sempre più lanciati, mentre i Phoenix Suns battono Boston e Sacramento sorprende LAC. Andiamo a riepilogare quanto accaduto.

Secondo successo consecutivo per i Miami Heat, che dopo i Washington Wizards battono anche i New York Knicks per 109-103. Vittoria in trasferta importante per la squadra della Florida, che soffre nel primo quarto, dove i Knicks vanno anche sul +10, ma poi rimonta, in un match spesso equilibrato e dove gli Heat scappano via solo nel finale. Decisiva la tripla di Hierro a 34” dal termine per il +7 che chiude il discorso. Miglior marcatore Bam Adebayo per Miami con 24 punti e 11 rimbalzi, mentre a New York non bastano i 26 punti, 13 rimbalzi e 7 assist di Julius Randle.

NBA
L'accusa di Jeremy Lin: "Mi hanno chiamato Coronavirus"
11 ORE FA

Netto successo, invece, per Charlotte, con gli Hornets che superano i Washington Wizards per 119-97. Match dominato da Charlotte, che dopo un primo quarto e mezzo di studio accelera e lascia i Wizards al palo. I padroni di casa toccano anche il +29 a fine terzo quarto e tornano al successo dopo due sconfitte consecutive e si rilanciano in chiave playoff. Non bastano a Washington, dunque, i 31 punti di Bradley Beal, miglior marcatore della serata, per evitare la quindicesima sconfitta consecutiva.

Non si fermano gli Utah Jazz, che in casa degli Indiana Pacers si impongono per 103-95. Dopo un primo tempo in sostanziale equilibrio, con i Pacers che partono forte, subiscono il netto parziale di Utah, ma nel secondo quarto si riportano avanti, a partire da inizio ripresa gli ospiti governano al meglio il match. Utah non riesce mai a dare la spallata decisiva, con Indiana che impatta il match a metà ultimo quarto, ma poi l’allungo ospite è deciso e non c’è più nulla da fare. Showman della serata Donovan Mitchell che chiude con 27 punti, 11 assist e 9 rimbalzi.

Continua l’avvio di stagione altalenante dei Boston Celtics, che cadono a Phoenix per 100-91. Match dominato dai Suns che sono sempre avanti nel punteggio, al di là di un breve pareggio di Boston a fine primo tempo, allungano decisi nel terzo quarto e poi controllano il match senza grosse difficoltà. Phoenix che così consolida la quarta posizione nella Western Conference e lo fa nuovamente con il gioco corale di una squadra che porta cinque giocatori in doppia cifra a fine partita.

Nell’ultimo match della serata, infine, grande equilibrio a Los Angeles tra i Clippers e i Sacramento Kings dove a imporsi sono gli ospiti per 113-110. Primo quarto con gli ospiti che fanno la partita anche se il punteggio resta sempre molto vicino tra le due squadre, poi i Los Angeles Clippers cambiano marcia nel secondo quarto toccano il +7 di vantaggio, ma prima del riposo sono ancora i Kings a trovare il parziale per andare al riposo avanti avanti di 3. Kings che provano a scappare via nel terzo quarto, sfiorando la doppia cifra di vantaggio, ma questa volta sono i Clippers a chiudere il gap e ad andare all’ultimo riposo avanti di un punto. Equilibrio che non si spezza neanche nell’ultimo quarto, ma Kings che sembrano crederci di più con un De’Aaron Fox ispirato (36 punti alla fine) e che rintuzzano il tentativo disperato finale dei Clippers.

I RISULTATI DELLA NOTTE NBA

New York Knicks – Miami Heat 103-109
Charlotte Hornets – Washington Wizards 119-97
Indiana Pacers – Utah Jazz 95-103
Phoenix Suns – Boston Celtics 100-91
Los Angeles Clippers – Sacramento Kings 110-113

LeBron ricorda Kobe: "Una leggenda. Aveva il DNA di Jordan"

NBA
Scariolo: settimana folle e il primo successo NBA coi Raptors
11 ORE FA
NBA
Lebron risponde a Ibra: “Mai zitto contro le ingiustizie”
12 ORE FA