Tempo di battaglie per le grandi big della NBA in questa notte. Sei gli incontri disputati nell’immenso calendario della lega professionistica americana, con tante indicazioni che giungono da diversi fronti e un occhio sempre volto alla trade deadline di domani.
I Los Angeles Lakers (28-16) confermano che, senza LeBron James e (per altre due settimane circa) Anthony Davis, le cose sono complicate. I New Orleans Pelicans (19-24) non fanno troppa fatica a passare per 128-111 con 36 punti di Brandon Ingram e 27 di Zion Williamson. 15 rimbalzi per Josh Hart (primo della storia a uscire dalla panchina e unire a questo dato 5 assist e 5 recuperi), meno di 9 minuti senza punti per Nicolò Melli. Per i Lakers 18 di Montrezl Harrell. Ne approfittano i Phoenix Suns (29-13), che sbancano il parquet dei Miami Heat (22-22) per 100-110: è la settima vittoria di fila in trasferta, cosa che non succedeva da 14 anni, dai tempi di Steve Nash. Fanno la differenza i 23 punti di Devin Booker e i 17 con 16 rimbalzi di DeAndre Ayton. Dall’altra parte 25 di Kendrick Nunn.
NBA
Buzzer Beater di Bam, Randle batte Zion; Atlanta ok
6 ORE FA
Continua la marcia dei Denver Nuggets (26-17), che passano sul campo degli Orlando Magic (14-29) per 99-110 grazie alla tripla doppia numero 12 in stagione di Nikola Jokic (28 punti, 15 rimbalzi, 10 assist) e ai 21 punti di Jamal Murray, con i 31 di Evan Fournier che, dall’altra parte, non sono sufficienti. Non si fa attendere nemmeno il segnale lanciato dai Philadelphia 76ers (31-13), che regolano i Golden State Warriors (22-22) ancora privi di Steph Curry (che resta fuori un’altra settimana per non rischiare) per 98-108 con 25 e 13 di Tobias Harris e 22 di Ben Simmons; sull’altro fronte 24 e 10 di Kelly Oubre. Quasi 18 minuti di campo per Nico Mannion, con 4 punti, 6 assist e 2 recuperi.
Al termine di una battaglia i Brooklyn Nets (30-14), allenati proprio dal succitato Nash, passano per 112-116 sui Portland Trail Blazers (25-18), regalandosi una prova da 25 punti e 17 assist di James Harden, oltre che un Jeff Green che tocca quota 20. Non bastano i 22 di Damian Lillard e i 19 con 19 rimbalzi di Enes Kanter per i padroni di casa. Vincono, infine, anche i New York Knicks (22-22), che battono i Washington Wizards (15-27) per 131-113 con ben 37 punti di Julius Randle, mentre sul fronte opposto se ne contano 22 di Bradley Beal e 14 di Russell Westbrook (con 12 assist) e di Deni Avdija.

I RISULTATI DELLA NOTTE NBA

Orlando Magic-Denver Nuggets 99-110
New York Knicks-Washington Wizards 131-113
New Orleans Pelicans-Los Angeles Lakers 128-111
Miami Heat-Phoenix Suns 100-110
Golden State Warriors-Philadelphia 76ers 98-108
Portland Trail Blazers-Brooklyn Nets 112-116
300 x 250 dopo ultimo paragrafo 18/3/2021
NBA
Steph Curry è irreale: canestro impossibile (più fallo subito)
IERI A 09:26
NBA
I Lakers battono i Jazz, sconfitte Milwaukee e Phoenix
IERI A 06:36