Sette sono le partite disputate tra il pomeriggio italiano di ieri e questa notte in NBA, con esiti a volte ben lontani dalle previsioni. Con la fine della regular season distante oramai ben meno di un mese, rimane davvero ampia la lotta per gran parte dei posti all’interno della griglia playoff e play-in.
Il big match di giornata va ai Brooklyn Nets (41-20), che battono per 128-119 i Phoenix Suns (42-19) per 128-119, rafforzando la propria leadership a Est e impedendo agli ospiti di avvicinarsi a quella a Ovest, almeno per il momento. Decisivi i 34 punti con 12 assist di Kyrie Irving e i 33 dalla panchina di Kevin Durant, mentre dall’altra parte non bastano i 36 di Devin Booker e le doppie doppie di DeAndre Ayton e Torrey Craig. Colpo di rilievo, stavolta tutto in chiave Est, degli Atlanta Hawks (34-27), che superano i Milwaukee Bucks (37-23) per 111-104 e sono ora con buone chance di giocare direttamente il primo turno dei playoff. L’uomo del giorno è colui che, in offseason, scoprì che lo si voleva mandare ai Bucks da Sacramento e rifiutò la destinazione, e cioè Bogdan Bogdanovic, con 32 punti prima della sfuriata di Lou Williams (15 punti e 4 triple negli ultimi 7 minuti). Ottimo anche Kevin Huerter a quota 20, Danilo Gallinari realizza 15 punti in appena meno di 21 minuti partendo dalla panchina. Per i Bucks non bastano i 31 e 14 rimbalzi di Giannis Antetokounmpo.
Nelle varie battaglie per entrare nella postseason si inseriscono un paio di risultati interessanti. Uno è quello degli Charlotte Hornets (30-30), bravi a sfruttare il quintetto in doppia cifra, Devonte’ Graham a quota 24 e i 22 con 12 rimbalzi di P.J. Washington per sconfiggere i Boston Celtics (32-29), inconsistenti dalla panchina e con poco Tristan Thompson, per 125-104 nonostante i 20 di Jaylen Brown e Kemba Walker e i 19 con 11 rimbalzi di Jayson Tatum. Battuti anche i Portland Trail Blazers (32-28), che devono subire un 113-120 casalingo dai Memphis Grizzlies nonostante i 27 punti di CJ McCollum, i 23 di Damian Lillard e i 16 con 19 rimbalzi di Jusuf Nurkic; Ja Morant, infatti, fa valere i suoi 18, come pure Jonas Valancuinas la doppia doppia da 21 e 10 rimbalzi.
NBA
Curry (46 punti) trascina i Warriors al play-in contro i Lakers!
15 ORE FA
Vincono anche i Golden State Warriors (31-30), che si impongono in volata, per 117-113, sui Sacramento Kings con 37 punti e 7/14 da tre di Steph Curry, mentre Danny Green realizza una particolare doppia doppia da 14 rimbalzi e 13 assist senza fare più di 8 punti. Niente campo per Nico Mannion. Dall’altra parte non basta la sequenza 25-24-23 di Buddy Hield, Tyrese Haliburton e Harrison Barnes. Una prova da 33 punti di Bradley Beal porta i Washington Wizards (27-33) al successo sui Cleveland Cavaliers (21-39), nonostante i 28 di Darius Garland e i 27 con 12 rimbalzi di Jarrett Allen. Infine, netta vittoria esterna degli Indiana Pacers (29-31) sul parquet degli Orlando Magic (18-42) che, pur con sette uomini in doppia cifra, non possono molto davanti ai 24 di Malcolm Brogdon, ai 21 di Edmond Summer e ai 20 di Justin Holiday.

I RISULTATI DELLA NOTTE NBA

Charlotte Hornets-Boston Celtics 125-104
Brooklyn Nets-Phoenix Suns 128-119
Portland Trail Blazers-Memphis Grizzlies 113-120
Washington Wizards-Cleveland Cavaliers 119-110
Atlanta Hawks-Milwaukee Bucks 111-104
Orlando Magic-Indiana Pacers 112-131
Golden State Warriors-Sacramento Kings 117-113

Top 10: da Gallinari a Westbrook, i trasferimenti principali

NBA
NBA: i Lakers restano in corsa per il 6° posto a Ovest, dominio Suns
IERI A 06:41
NBA
Jordan con Vanessa Bryant: "Kobe, sei nella Hall of Fame"
IERI A 01:28