Nella notte appena trascorsa si sono disputate sei partite di regular season NBA. Una serata in cui i Lakers hanno portato a casa un successo nettissimo contro gli Houston Rockets, di un James Harden sempre più insoddisfatto e desideroso di cambiare aria. Vittoria all'overtime dei rimaneggiati Philadelphia 76'ers contro i Miami Heat (137-134) mentre cadono in casa i Golden State Warriors di Steph Curry. Andiamo a riepilogare quanto accaduto.

Partiamo da Philadelphia, dove i Sixers non danno scampo a Miami e conquistano l’ottava vittoria stagionale per 137-134. Partita decisa ai supplementari tra due squadre che attraversano un difficile momento, con i roster ridotti all’osso, e partita decisa dalla tripla di Dakota Mathias. Ma, ancora una volta, la guidare i Sixers oltre l’ostacolo è stato Joel Embiid, autore di una prova mostre con 45 punti e 16 rimbalzi.

NBA
Doncic re delle triple doppie: 30 a 22 anni
IERI A 07:21

Tornano al successo dopo due brutti ko i Brooklyn Nets, che sul campo amico superano i Denver Nuggets per 122-116. Decisivo il canestro nel finale di Bruce Brown in un match molto equilibrato e dove sicuramente erano i Nets ad avere tutto da perdere. Non basta Nikola Jokic ai Nuggets con i suoi 23 punti, 11 assist e 8 rimbalzi, se di fronte hai Kevin Durant che chiude la sua giornata lavorativa con 34 punti, 13 assist e 9 rimbalzi. Sesto successo per Brooklyn, sempre alle prese col caso Irving, che forse supera il peggior momento di questo avvio di stagione.

Continuano a volare i Los Angeles Lakers e lo fanno anche sopra i Rockets, con Houston che alza bandiera bianca praticamente dalla palla a due. Un primo quarto chiuso sul 35-14 dice tutto e i padroni di casa che accorciano solo nell’ultimo quarto, quando LAL glielo permette. 26 i punti di LeBron James che vince nettamente la sfida contro James Harden, che si ferma a 16 punti e che ormai sembra un oggetto non identificato nel gruppo Rockets.

Crollano i Cleveland Cavaliers, che in casa cedono 87-117 agli Utah Jazz, con gli ospiti che dopo un primo quarto equilibrato allungano nel secondo, ma è a inizio ripresa che mettono a segno il colpo del ko con un parziale di 38-23. Per Utah spiccano i 27 punti di Donovan Mitchell, mentre per i padroni di casa il miglior marcatore è Cedi Osman con 17 punti. Buona vittoria per i San Antonio Spurs che espugnano il campo di Oklahoma City per 112-102, con il secondo quarto decisivo e i 24 punti di Lonnie Walker IV.

Infine, nell’ultimo match di giornata, vittoria degli Indiana Pacers in casa dei Golden State Warriors, in una partita vinta in rimonta per 104-95. GSW, infatti, aveva dominato il primo quarto, vinto per 28-19, ma poi piano piano ha finito la benzina, con i Pacers che superano e allungano negli ultimi minuti. Per Steph Curry “solo” 20 punti, battuto dal compagno di squadra Andrew Wiggins con 22, mentre per Indiana il top scorer è Myles Turner, anche lui con 22 punti.

I RISULTATI DELLA NOTTE NBA

Philadelphia Sixers – Miami Heat 137-134 OT
Brooklyn Nets – Denver Nuggets 122-116
Cleveland Cavaliers – Utah Jazz 87-117
Oklahoma City Thunder – San Antonio Spurs 102-112
Houston Rockets – Los Angeles Lakers 100-117
Golden State Warriors – Indiana Pacers 95-104

Kerr attacca Trump: "Capitol Hill risultato di anni di menzogne"

NBA
Embiid e Sexton abbattono Celtics e Nets, ma torna Irving
IERI A 06:55
NBA
Kamala Harris riceve la maglia dei Warriors da Steph Curry
IERI A 06:04