Nella notte si sono disputate cinque partite valevoli per la stagione NBA 2020-2021. Vittorie importanti per Boston, Miami, Indiana, Golden State, ma soprattutto Portland che ferma una lanciatissima Philadelphia. Andiamo a riepilogare quanto accaduto.

Tornano al successo i Boston Celtics e lo fanno superando i Toronto Raptors per 120-106. Vincono i Boston Celtics e lo fanno con il career high di Semi Ojeleye, autore di 24 punti, con sei triple. A ciò si aggiungono i 20 punti del rookie Payton Pritchard e il match è chiuso. Boston resta sempre avanti, dal primo all’ultimo minuto, e tocca anche il +19, con l’ultima metà di quarto quarto che è quella decisiva.

NBA
Cosa si inventa Curry? Cambia idea in aria e segna
10/02/2021 A 07:10

Quarta vittoria consecutiva e zona playoff che si avvicina per i Miami Heat, che espugnano per 94-101 il campo degli Houston Rockets. Sugli scudi Jimmy Butler che chiude la serata con una tripla doppia, segnando 27 punti con 10 rimbalzi e 10 assist. Match che si decide nella ripresa, nel terzo quarto. Il primo quarto vede Houston volare sul +13, ma dal secondo quarto Miami inizia a erodere il vantaggio, con il 28-10 del terzo quarto che chiude il match e spegne i Rockets. Houston alla quarta sconfitta consecutiva.

Torna alla vittoria Indiana dopo quattro ko consecutivi e lo fa battendo 111-95 i Detroit Pistons. Merito dei 26 punti (più 8 assist e 8 rimbalzi) di Domantas Sabonis, cui si aggiungono i 18 punti di Malcolm Brogdon e i 17 di Jeremy Lamb. Ma la vittoria dei Pacers arriva soprattutto in difesa, con Detroit che fa solo 5 su 28 da oltre l’arco in una serata da dimenticare. Match che resta comunque in equilibrio fino a inizio ripresa, quando gli ospiti accelerano e chiudono i giochi.

Golden State batte di misura Orlando e chi è l’uomo copertina del match finito 111-105? Certo, è Steph Curry, autore di 40 punti e 10 triple che sono decisive in una sfida equilibrata e che vede i Warriors allungare solo nel finale. Eppure GSW sembra poter dominare nel primo tempo, dove vola fino al +13. Ma Orlando non ci sta e a fine primo tempo ribalta il discorso, toccando a inizio ripresa il +11. Grande equilibrio da qui in poi, ma quando attorno a metà ultimo quarto il solito Curry piazza le due triple dell’allungo i Magic alzano bandiera bianca.

Infine, è Portland a vincere il big match di giornata e fermare i lanciatissimi 76ers, che cedono in casa dei Trail Blazers per 118-114. Sfida da cardiopalma, con le due formazioni che lottano palla su palla per tutto il match e Portland si impone praticamente sulla sirena. Decisivi i due falli di Philadelphia negli ultimi 3 secondi del match, che mandano Portland sulla lunetta per i 4 punti che fanno la differenza e decisivo, tra i due falli, è il pallone perso da Simmons e recuperato da Covington che spegne le speranze dei 76ers.

I RISULTATI DELLA NOTTE NBA

Boston Celtics – Toronto Raptors 120-106
Houston Rockets – Miami Heat 94-101
Detroit Pistons – Indiana Pacers 95-111
Golden State Warriors – Orlando Magic 111-105
Portland Trail Blazers – Philadelphia 76ers 118-114

Kamala Harris riceve la maglia dei Warriors da Steph Curry

NBA
Vanessa Bryant: "Kobe e Gianna mi motivano ad andare avanti"
30 MINUTI FA
NBA
Curry alla gara del tiro da tre, Zion rifiuta il Dunk Contest
10 ORE FA