Dieci partite nella notte NBA. Dopo la sconfitta di due giorni fa, Steph Curry e i Golden State Warriors si prendono la rivincita sui Los Angeles Clippers, grazie ad uno straordinario ultimo quarto. Finisce 115-105 in favore della squadra di Steve Kerr, che recupera 14 punti di svantaggio all’intervallo e piazza un parziale di 38-14 nell’ultima frazione di gioco. Il grande protagonista è proprio Curry con 38 punti (9/14 da tre) ed 11 assist, mentre ai Clippers non bastano i 25 punti di Paul George e i 24 di Kawhi Leonard.

NBA
Space Jam 2, Lebron condivide una scena del film!
14 ORE FA

Cadono i Clippers ed invece vincono i Lakers. I campioni in carica, privi di Anthony Davis, superano a fatica i Chicago Bulls per 117-115. E’ LeBron James il trascinatore di Los Angeles con 28 punti, 7 assist e 7 rimbalzi ed importante è anche la doppia doppia di Montrezl Harrell (17 punti e 14 rimbalzi). I Bulls hanno avuto anche il tiro del sorpasso a pochi secondi dalla fine, ma è arrivato l’errore di Zach LaVine, miglior marcatore del match con 38 punti.

Importante colpo esterno degli Utah Jazz, che superano 131-118 i Milwaukee Bucks grazie ai 32 punti di Donovan Mitchell, mentre non bastano i 35 di Giannis Antetokounmpo. Quarto successo consecutivo per Boston, che supera 116-107 gli Washington Wizards (41 punti di Beal) grazie ai 32 punti di Jayson Tatum e alla doppia doppia di Jaylen Brown (27 punti e 13 rimbalzi).

Dopo il successo su Philadelphia, i Brooklyn Nets, sempre senza Kevin Durant e Kyrie Irving, non si ripetono e vengono sconfitti 115-110 dai Memphis Grizzlies, nonostante i 43 punti di Caris LeVert. Tutto facile per gli Houston Rockets, che dominano 132-90 sugli Orlando Magic con le doppie doppie di James Harden (15 punti e 13 rimbalzi) e di Christian Wood (22 punti e 15 rimbalzi).

Super prestazione offensiva dei Toronto Raptors, che segnano 144 punti nel successo sui Sacramento Kings, che si fermano invece a 123. Fred VanVleet è il mattatore con 34 punti, ma è ottimo anche il contributo dalla panchina di Chris Boucher (23 punti e 10 rimbalzi). Secondo successo stagionale per i Detroit Pistons, che superano 110-105 i Phoenis Suns (31 punti di Jerami Grant) e vittoria anche degli Oklahoma City Thunder sui New York Knicks per 101-89 (25 punti di Shai Gilgeous-Alexander).

Va a LaMelo il primo derby della famiglia Ball in NBA. Vincono infatti gli Charlotte Hornets per 118-110 sui New Orleans Pelicans. La scelta numero tre del Draft sfiora anche la tripla doppia con 12 punti, 10 rimbalzi e 9 assist, stravincendo il duello con il fratello Lonzo, che vive una serata negativa in attacco e chiude solo con cinque punti a referto.

I risultati della notte

Detroit Pistons – Phoenix Suns 110-105 d.t.s
Boston Celtics – Washington Wizards 116-107
New Orleans Pelicans – Charlotte Hornets 110-118
New York Knicks – Oklahoma City Thunder 89-101
Houston Rockets – Orlando Magic 132-90
Memphis Grizzlies – Brooklyn Nets 115-110
Milwaukee Bucks – Utah Jazz 118-131
Golden State Warriors – Los Angeles Clippers 115-105
Los Angeles Lakers – Chicago Bulls 117-115
Sacramento Kings – Toronto Raptors 123-144

NBA
Dopo la morte di madre e familiari, Towns positivo al Covid
IERI A 07:38
NBA
Antetokounmpo batte Doncic, ok Lakers e Clippers
IERI A 06:50