Una festa di compleanno costata quasi un milione di dollari! È il conto spese che l’NBA ha mandato a Kyrie Irving. Il cestista dei Nets è stato punito così dalla lega, con una maxi multa legata alla partecipazione lo scorso weekend ad una festa in famiglia, violando dunque il rigidissimo protocollo sanitario stilato dall’NBA per permette la ripresa dei giochi del basket americano. Irving infatti aveva chiesto un permesso per ragioni personali alla propria società; e il permesso gli era stato accordato. Dai social però era emerso nei giorni successivi il video di una festa. E da lì è scattato tutta la trafila che ha portato alla multa odierna.

La vicenda

NBA
James e Curry i più pagati nel 2020-21. La Top 10 di Forbes
01/02/2021 A 14:58
Irving è stato multato di 50mila dollari per aver violato il protocollo NBA, che tra le altre cose proibisce ai giocatori di partecipare ad eventi al chiuso con oltre 15 persone o di frequentare bar, lounge, club o posti simili. I 50mila dollari sono la massima sanzione prevista dal regolamento, simile a quella comminata a Harden a inizio stagione quando il nuovo compagno di Kyrie fu pizzicato in uno strip club. Il conto di Irving diventa salato quando si considera l’altra punizione: 5 giorni di quarantena, da cui il giocatore di Brooklyn potrebbe uscire domani. Per regolamento, un giocatore deve restituire parte dello stipendio per ogni partita saltata: Irving ha perso due partite dei Nets durante la quarantena e dovrà quindi restituire 820mila dollari. Totale costo della bravata: 870 mila dollari.

Belinelli e le star NBA dal Papa per dire "no al razzismo"

NBA
I Clippers sorprendono i Lakers nel derby
23/12/2020 A 09:44
NBA
I risultati della notte: Gallinari batte Melli nel derby italiano, quinto ko per Golden State
03/11/2019 A 08:38