Si è tenuta solo una partita questa notte in NBA, vale a dire gara 2 della semifinale della Western Conference tra Phoenix Suns e Denver Nuggets. Nonostante il ritorno di Will Barton tra le file di Denver, il quale era fermo da fine aprile, il sodalizio dell’Arizona ha avuto vita facile. Phoenix ha dominato la partita, raggiungendo la doppia cifra di vantaggio molto presto, e ha trionfato con un netto 98-123.
Come in gara 1, i Suns hanno trionfato grazie a una grande prestazione corale. Ben sei giocatori di Phoenix hanno segnato più di 10 punti e quattro hanno scollinato quota quindici. Il migliore in campo è stato nuovamente l’eterno Chris Paul, il quale ha sfornato una prova da 17 punti e 15 assist. Per quanto riguarda i Nuggets, invece, Nikola Jokic è risultato essere troppo solo.
NBA
Clippers da favola: da -25 alla finale di Conference
10 ORE FA
Il fresco MVP della lega ha realizzato una buona prestazione da 24 punti, 13 rimbalzi e 6 assist, ma i suoi compagni non gli hanno dato il supporto sperato. INuggets hanno tirato solamente con il 40% dal campo e con appena il 32,6% dall’arco. Michael Porter JR., il secondo violino di Denver, ha vissuto una serata storta e Monte Morris, che nella serie con Portland aveva incantato, sta faticando tantissimo contro i Suns.
Ora la serie si sposterà in Colorado per gara 3. Davanti al pubblico amico, i Nuggets dovranno trasformarsi per poter tenere vive le loro chance di tornare nuovamente in finale di Conference. I Suns, dal canto loro, se vincessero una delle prossime due gare, avrebbero un piede e mezzo al penultimo atto, al quale non accedono dall’ormai lontano 2010. Passare anche questo turno, per Phoenix, significherebbe aver raggiunto un traguardo incredibile.

Riccardo Fois in esclusiva fra Phoenix Suns, Datome e coach Messina

NBA
Antetokounmpo trascina i Bucks: sarà gara-7 coi Nets!
IERI A 05:48
NBA
Crollo Phila, Atlanta rimonta dal -24! Anche i Clippers sul 3-2
17/06/2021 A 06:30