Proseguono senza sosta i playoff NBA, con due partite disputate nella notte equamente divise tra Est ed Ovest. Per la Western Conference, i Phoenix Suns vincono anche stanotte 116-102 contro i Denver Nuggets e volano sul 3-0 nella serie. Il sodalizio dell’Arizona inizia a vedere il traguardo delle Finali di Conference, con un primo match-ball a disposizione già nella gara4 di lunedì 14 giugno (2:00 ora italiana).
Dopo un primo timido sussulto ad inizio quarto da parte dei Nuggets, i Suns prendono il controllo del match e iniziano a macinare gioco, rimbalzi e punti; per Denver non ce n’è più. I padroni di casa cominciano a mettere sempre più margine fra loro e gli avversari (arrivando anche ad un massimo vantaggio di +17 a 5′ circa dalla fine dell’ultimo quarto, non lontano dal +16 finale), non dando nessuna chance alla franchigia del Colorado di rientrare se non avvicinandosi ai -5. Il merito va sicuramente alla coppia Devin Booker – Chris Paul: 55 i punti segnati in due dai talenti dei Suns (28 punti per l’astro nascente Booker, 27 punti invece per il veterano CP3). Tutto il quintetto di Phoenix chiude il match in doppia cifra: oltre ai già citati Booker e Paul, si segnalano 14 punti per Jae Crowder, 11 punti per Mikal Bridges e una doppia doppia di Deandre Ayton (10 punti e 15 rimbalzi). Ai Nuggets non basta l’ennesima tripla doppia del MVP della regular season Nikola Jokic (32 punti, 20 rimbalzi e 10 assist), che si becca anche un fallo tecnico fischiato a 6′ minuti dalla sirena finale. In doppia cifra per Denver anche Monte Morris (21 punti), Michael Porter Jr. (15 punti) e Will Barton (14 punti).
Nella gara3 della semifinale della Eastern Conference, invece, i Philadelphia 76ers vincono 127-111 sugli Atlanta Hawks e completano la rimonta nella serie, portandosi sul 2-1.
NBA
24 anni fa "The Last Shot", l'ultimo tiro di Jordan coi Bulls
14/06/2022 ALLE 12:04
I 76ers perdono dopo pochi minuti Danny Green per infortunio: l’ex San Antonio Spurs si fa male alla caviglia e sarà costretto a dare forfait, rientrando negli spogliatoi e non potendo essere più della partita. Da valutare le sue condizioni in vista di gara4 in programma martedì 15 giugno all’1:30 ora italiana.
Dopo un primo quarto di apparente equilibrio con le due squadre punto a punto, Philadelphia mette la freccia riuscendo a mantenere il vantaggio fino al termine del match (i 76ers sono già a +11 a 6’00” dalla sirena del secondo quarto). Con anche un piccolo brivido, per una caduta non perfetta di Joel Embiid a rimbalzo: il centro si rialzerà senza problemi. 27 i punti messi a referto proprio da Embid, mentre l’altra stella Ben Simmons segnerà 18 punti. Completano il quadro i 22 punti di Tobias Harris e i 14 di Furkan Korkmaz.
Danilo Gallinari segna 17 punti in 30 minuti sul parquet, ma non bastano agli Hawks per rimanere aggrappati al match. 28 i punti segnati dalla stella Trae Young e 23 quelli di John Collins. Sono 16, invece, i rimbalzi presi da Clint Capela.

I risultati della notte

Western Conference
Phoenix Suns – Denver Nuggets 116-102 (serie 3-0)
Eastern Conference
Philadelphia 76ers – Atlanta Hawks 127-111 (serie 2-1)

Westbrook: "Sono il miglior playmaker della lega"

NBA
Finals: un super Curry trascina i Warriors sull'1-1, Celtics ko
06/06/2022 ALLE 06:19
NBA
Boston domina gara-2 e pareggia la serie contro Miami: 1-1
20/05/2022 ALLE 06:48